Addio a Giampiero Boniperti, icona e Presidente onorario della Juventus

Si è spento a 92 anni a Torino a causa di un’insufficienza cardiaca Giampiero Boniperti, Presidente onorario della Juventus, di cui è stato una bandiera da calciatore e da dirigente. Nato a Barengo (No) il 4 luglio 1928 ha legato la sua vita indissolubilmente ai colori bianconeri.

Approdato alla corte della Vecchia Signora a 17 anni, pagato 60 mila lire, da giocatore ha esordito in Prima Squadra contro il Milan nel 1947, formando poi nella seconda metà degli anni Cinquanta il trio magico con John Charles e Omar Sivori, che ha fatto sognare i tifosi nel Dopoguerra, conquistando cinque scudetti e due Coppe Italia e disputando 444 partite. Con la Nazionale ha collezionato 38 presenze e 8 reti.

Terminata la carriera da calciatore, è stato presidente della Juventus dal 1971 al 1990 e amministratore delegato dal 1991 al 1994 vincendo tutto in Italia, in Europa e nel mondo. Dal 2006 era presidente onorario del club bianconero. Nel 2004 è stato inserito nella Fifa 100, la lista dei migliori calciatori della storia e nel 2012 è entrato a far parte della Hall of Fame del calcio italiano.

Attaccante di razza dal talento sopraffino, uomo leale e generoso, eccezionale dirigente, da sempre tifoso juventino, ha portato alla Vecchia Signora grandi campioni quali Scirea e Del Piero. Quando era Presidente era solito lasciare lo stadio alla fine del primo tempo e seguire la ripresa alla radio.

Con Giampiero Boniperti se ne va un pezzo di storia della Juventus. Ci restano però i suoi insegnamenti, in primis quella frase che è diventata un motto “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta” che ben rappresenta la filosofia e il concetto stesso del vestire la maglia bianconera. Quella maglia che ha sempre onorato perché la Juve non era soltanto la squadra del suo cuore, era il suo cuore. 

“Caro Presidente, nessuno è stato la Juventus come lei, e nessuno lo sarà. Io le devo tutto o quasi, da calciatore, e molto anche da uomo. Perché senza la Juventus, senza la sua Juventus, io non sarei quello che sono. Le sarò grato per sempre e spero di essere riuscito a ricompensarla sul campo e fuori dal campo, come voleva lei”, ha scritto Del Piero ricordando Boniperti sui social.

“E’ la notizia che non avremmo mai voluto darvi. Oggi, 18 giugno 2021, salutiamo per sempre Giampiero Boniperti, che si è spento a Torino, all’età di 92 anni: ne avrebbe compiuti 93 fra pochi giorni, il prossimo 4 luglio. La commozione che in questo momento tutti noi stiamo provando non ci impedisce di pensare con forza a lui, a tutto ciò che il Presidentissimo è stato e sarà per sempre nella vita della Juventus. Una figura indelebile, che da oggi si consegna al ricordo, perché sui libri di storia del calcio ci è finita già da tempo. Perché quando esprimi un pensiero, e quel pensiero diventa parte del DNA della società a cui hai dedicato la vita, vuol dire che il tuo carattere ne è diventato identità e modo di essere. Per sempre”, ha scritto la Juventus sul suo sito ufficiale.

di Francesca Monti

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...