Il Cinema in Piazza: Carlo Verdone ed Enrico Vanzina il 19 e 20 giugno inaugurano il terzo schermo nel Parco di monte Ciocci

Due ospiti eccezionali rendono omaggio a tre grandi protagonisti del cinema italiano e inaugurano un nuovo spazio gratuito dedicato al cinema e alle sue meraviglie, dove poter stare insieme, all’aperto e in sicurezza.

Sabato 19 giugno apre infatti al pubblico il terzo schermo di questa settima edizione de Il Cinema in Piazza, rassegna curata dall’Associazione Piccolo America, che va a sommarsi a quelli già in fervida attività in piazza San Cosimato a Trastevere e alla Cervelletta a Tor Sapienza.

Uno spazio dove già sventolarono le bandiere degli “schermi pirata”: il parco di Monte Ciocci, nel luogo in cui Ettore Scola girò “Brutti, sporchi e cattivi”, con la vista sul Cupolone e un po’ più vicini alle stelle.

Dopo il successo dell’esperienza di valorizzazione e recupero messa in atto alla Cervelletta, Il Cinema in Piazza sceglie nuovamente un luogo in cui la natura è protagonista e la biodiversità viene preservata, grazie alla gestione dell’Ente Regionale RomaNatura. Uno schermo nel verde che proietterà i film di Mario Monicelli, le animazioni per i più piccoli della Laika e i capolavori di Emir Kusturica e Charlie Kaufman.

A tagliare simbolicamente il nastro sabato 19 giugno alle 21.15 non poteva che essere la proiezione proprio di “Brutti, sporchi e cattivi” di Ettore Scola. E sarà uno storico amico del Piccolo America, Carlo Verdone, a introdurre la visione – omaggio al grande Nino Manfredi – di questa commedia amara e dal sapore contemporaneo, capace di mescolare momenti umoristici e grotteschi, poetici e drammatici, per raccontare la realtà dei poveri che vivono ai margini di una grande città come Roma. Modera la serata il regista Francesco Zippel.

Enrico Vanzina sarà invece il grande ospite di domenica 20 giugno per presentare, in dialogo con il critico cinematografico Francesco Alò, la visione di “Febbre da Cavallo – La Mandrakata” del fratello Carlo Vanzina, la cui proiezione vuole essere un omaggio al regista stesso e a Gigi Proietti, qui nelle vesti di uno dei suoi personaggi più amati, Mandrake. Una commedia popolare e ricca di humor, divertente e magistralmente diretta che riesce nell’arduo compito di non fare venire nostalgia del primo capitolo.

Sinossi

BRUTTI, SPORCHI E CATTIVI (1976) – ETTORE SCOLA

In una misera baracca, costruita con altre sulla collina che fiancheggia San Pietro, vive con la sua numerosissima famiglia (la moglie, una decina di figli e un mucchio di parenti) il vecchio Giacinto Mazzatella, un pugliese orbo e ubriacone la cui principale preoccupazione è quella di difendere dall’avidità dei familiari il milione che gli è stato dato per la perdita di un occhio. Dopo essersi spinto, per salvaguardare il suo tesoro, fino a sparare su uno dei suoi figli, egli si porta in casa, per far dispetto alla moglie, una imponente prostituta, obbligando la consorte a farle posto nel letto matrimoniale. Furente per l’affronto, la donna organizza, d’accordo con tutta la famiglia, l’avvelenamento del vecchio con mezzo chilo di topicida mischiato col sugo di un’abbondante pastasciutta. Giacinto, però, riesce a salvarsi e, per vendetta, dà fuoco alla baracca, senza peraltro causare vittime; la vende, poi, a una famiglia di calabresi, provocando una zuffa che si conclude con l’ingresso nella baracca anche dei nuovi arrivati.

FEBBRE DA CAVALLO – LA MANDRAKATA (2002) – CARLO VANZINA

Dopo molti anni, Bruno Fioretti ha conservato intatta la sua “febbre da cavallo”! Ufficialmente fa la comparsa a Cinecittà e ha messo la testa a posto come ha giurato alla nuova fidanzata Lauretta, un’altra proprietaria di bar. In realtà Mandrake continua a giocare alle corse e a perdere. Ha sostituito Pomata, il suo storico socio, con Micione, che vive ancora a casa con mamma e papà e l’Ingegnere, uno studente in perenne attesa della laurea. Un bel giorno però, Mandrake, scopre all’ippodromo di Montecatini un cavallo brocco identico a un campione di Tor di Valle. Per realizzare una “stangata” all’italiana fa entrare in società anche Aurelia, un’attricetta in cerca di gloria e un ragioniere napoletano altrettanto jellato, Antonio Faiella.

Il Cinema in Piazza si svolge sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento europeo e sotto il patrocinio del Ministero della Cultura, con il sostegno della Regione Lazio, Lazio Innova, dell’Ente Regionale RomaNatura e con il patrocinio di Roma Capitale e del Municipio I. Tutta l’iniziativa è resa possibile grazie al supporto del main sponsor BNL Gruppo BNP Paribas e di Iberdrola, nonché con il contributo di Poste Italiane, Camera di Commercio, Asilo Savoia, Otto per Mille della Chiesa Valdese e Fai Cisl.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania e l’Istituto Giapponese di Cultura.

Tutte le proiezioni e gli incontri sono ad accesso libero fino a esaurimento posti e solo su prenotazione tramite registrazione su www.prenotaunposto.it/ilcinemainpiazza. Sul sito si potrà prenotare la propria “piazzola” dove sarà possibile partecipare alle serate con cuscini, teli e sedute portati da casa, nel rispetto delle norme anti-coronavirus.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...