Al via Suoni Mobili XII, il Festival di Musicamorfosi

Al via la XII edizione del festival Suoni Mobili, il festival itinerante di Musicamorfosi fino al 14 agosto realizzato dall’Associazione con il Consorzio Brianteo Villa Greppi e la direzione creativa di Saul Beretta.

Dopo il successo dell’edizione 2020, realizzata eccezionalmente secondo le vigenti normative per gli eventi di musica e spettacolo dal vivo di prevenzione del Covid-19, il Festival torna in tutta sicurezza e con un intenso cartellone estivo di appuntamenti. In programma 77 concerti ed eventi in 48 giornate di musica e spettacolo in 33 diversi Comuni delle province di Monza Brianza, Lecco, Como e Milano.

Gli artisti internazionali si intrecceranno a importanti protagonisti della scena musicale italiana in un percorso musicale attraverso ricercate e uniche venue del territorio. Anche quest’anno, Suoni Mobili consolida la collaborazione con altri festival, affini per programma artistico e filosofia d’ideazione, per valorizzare musica, arte e tradizione sia dei performer ospiti sia dei luoghi ospitanti, spesso selezionati in quanto patrimoni storico-artistici delle regioni coinvolte. Tra le novità dell’edizione 2021, l’inclusione nel programma degli storici Lacmus Festival e Tremezzina Music Festival e di Note di Primavera di Lesmo, oltre alla rinnovata e importante collaborazione con rassegne come Vimercate Festival ed Estate Sforzesca, palinsesto rassegna promossa dal Comune di Milano.

“Siamo tornati per restare! Per suonare, abitare gli spazi sociali e spirituali dei nostri paesi, per tornare e creare occasioni di incontro per la comunità che abita il territorio. In tutta sicurezza – dichiara Saul Beretta, direttore creativo di Musicamorfosi – Suoni Mobili torna con oltre il doppio degli eventi rispetto all’anno scorso. L’edizione 2021 è dunque per noi un successo maturato nei mesi in cui non potevamo che stare fermi a immaginare e programmare! Ci spostiamo tra la pianura e il lago allargando il bacino della nostra azione e sviluppando preziose collaborazioni come quella con il prestigioso Lacmus, il festival di Vimercate e l’Estate Sforzesca del Comune di Milano.”

Suoni Mobili 2021 inaugura con un weekend di eventi il 25, 26 e 27 giugno, appena dopo il termine del festival di Musicamorfosi Monza Visionaria il 24 giugno. Venerdì 25 alle 21 a Missaglia (Lecco) inaugurerà il Festival il violinista elvetico Tobias Preisig con una performance tra violino solista ed elettronica ambient e sperimentale tra gli spazi sacri ed evocativi dell’ex-monastero cittadino; seguirà alle 22 lo spettacolo Oratorio virtuale di Alberto Barberis (elettronica e visuals), Elena Rivoltini (voce) e Rajan Craveri (algoritmi 3D); infine, alle 23 chiuderà la serata il dj set In Sintesi di Synth Ethics. Sabato 26 è il turno del primo spettacolo del festival Note di Primavera a Lesmo con i Phase Duo, ovvero Eloisa Manera al violino e il dj/producer Stefano Greco al monochord e live electronics, per un concerto coinvolgente che spazia dallo stile del bel canto all’elettronica attraverso i raga indiani e influenze compositive di Steve Reich. Concluderanno il weekend inaugurale i due appuntamenti di domenica 27: alle 21 in Piazza Garibaldi a Lesmo la Never Seen Orchestra, con un repertorio che vede musiche di Georg Friedrich Haendel, Ennio Morricone, Jean-Philippe Rameau e Abba in un percorso musicale intrapreso dai docenti e gli allievi della Scuola Civica di Musica di Lesmo, diretti da Gianmaria Bellisario; al Parco Farina di Settimo Milanese (via Grandi, 13) ci saranno invece alle 18.30 gli Elephant Claps – ovvero Mila Trani (soprano), Serena Ferrara (mezzo soprano), Naima Faraò (contralto), Gianmarco Trevisan (tenore), Matteo Rossetti (basso), André Michel Arraiz Rivas (beat box) – seguiti alle 21.30 dall’Alboran Trio – Paolo Paliaga (pianoforte), Dino Contenti (contrabbasso), Ferdinando Faraò (batteria) – in una serata speciale tra ritmi in levare, melodie polifoniche e jazz di contaminazione mediterranea.

Il programma di concerti si svilupperà tematicamente attorno ai due coordinate fondamentali, in linea con i valori promossi da Musicamorfosi: il multiculturalismo e l’inclusione. L’incontro di una moltitudine di provenienze geografiche si concretizza nella valorizzazione dell’incrocio di culture e linguaggi musicali, con artisti da quattro continenti tra cui i paesi Estonia, Spagna, Canada, Messico, Colombia, Capo Verde, Senegal, Brasile e Portogallo e Svizzera con un focus speciale sulla Catalogna. L’inclusione si realizza invece attraverso l’accessibilità e lo spirito di partecipazione dei concerti di Suoni Mobili, invitando cittadini e turisti di ogni età o gusti musicali a divenire pubblico del Festival attraverso due dei format più inclusivi e corali di Musicamorfosi, entrambi a ingresso o fruizione gratuita: i concerti itineranti di Musica Mobile, aperti a qualunque spettatore per definizione, e i concerti Spiritual music, che invitano a una condivisione unica in luoghi sacri, talvolta con aperture esclusive, attraverso tutti i territori e Comuni inclusi nel programma del Festival, tra cui il Santuario del S. Crocefisso di Meda e la Cappella Reale di Monza, passando per il parco naturale del Bosco delle Querce e l’apertura straordinaria di Villa Il Gernetto a Lesmo esclusivamente per Suoni Mobili 2021.

Il 2021 vede a Suoni Mobili alcune proposte dal linguaggio artistico estremamente contemporaneo: gli spettacoli Favole per adulti (16 e 18 luglio, Usmate Velate e Vimercate) della monologhista Arianna Porcelli Safonov e lo spettacolo di danza e musica Sing the position del multipremiato coreografo Iannis Madafounis e Manon Parent.

Non mancheranno le proposte d’eccellenza esclusive per Suoni Mobili 2021. A cominciare da tre prime esibizioni assolute mercoledì 30 giugno a Barzago con il concerto di Tino Tracanna e Francesco D’Auria; mercoledì 21 luglio con il concerto Una preghiera per John Coltrane – con Giovanni Falzone, Gavino Murgia, Michel Godard, Fabio Giachino e Francesco D’Auria – e infine giovedì 22 luglio a Veduggio con Amor sospeso, concerto con Francesco D’Auria, Michel Godard e Fabio Giachino.

Seguiranno concerti unici come incontro artistico e venue dei concerti: martedì 10 agosto a Tremezzina (Como) il talento jazz iberico Marco Mezquida e la stella del pianoforte canadese Louis Lortie – già pianista con collaborazioni a lungo termine con orchestre come la BBC Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, l’Orchestre National de France – si esibiranno in uno speciale concerto incentrato sul repertorio del compositore francese Maurice Ravel. Giovedì 12 agosto l’organista inglese di calibro internazionale Kit Downes – già vincitore di un BBC Jazz Award – si esibirà come solista nella Cappella Reale di Monza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...