Addio a Raffaella Carrà, Regina della tv italiana

Raffaella Carrà, la Signora dello spettacolo italiano, si è spenta a 78 anni dopo una malattia che da qualche tempo aveva attaccato il suo corpo minuto ma pieno di straripante energia.

Ad annunciare la triste notizia è stato Sergio Japino, unendosi al dolore dei nipoti Federica e Matteo, di Barbara, Paola e Claudia Boncompagni, degli amici di una vita e dei collaboratori più stretti, con queste parole: “E’ andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre. Una forza inarrestabile la sua che l’ha imposta ai vertici dello star system mondiale, una volontà ferrea che fino all’ultimo non l’ha mai abbandonata, facendo sì che nulla trapelasse della sua profonda sofferenza. Donna fuori dal comune eppure dotata di spiazzante semplicità, non aveva avuto figli ma di figli – diceva sempre lei – ne aveva a migliaia, come i 150mila fatti adottare a distanza grazie ad ‘Amore’, il programma che più di tutti le era rimasto nel cuore. Le esequie saranno definite a breve. Nelle sue ultime disposizioni, Raffaella ha chiesto una semplice bara di legno grezzo e un’urna per contenere le sue ceneri. Nell’ora più triste, sempre unica e inimitabile, come la sua travolgente risata. Ed è così che noi tutti vogliamo ricordarla”.

Maratone TV70 - Raffaella Carrà_2

Nata a Bellaria il 18 giugno 1943 e cresciuta a Bologna, all’anagrafe Raffaella Maria Roberta Pelloni, artista versatile, una delle pochissime showgirl davvero complete, capace di fare tutto e bene, ballare, cantare, recitare, condurre. Raffaella Carrà, nel corso della sua straordinaria carriera, ha scritto importanti pagine della storia dello spettacolo italiano, con il suo caschetto biondo, la sua risata contagiosa e la sua grande professionalità che è stata da esempio per diverse generazioni. Donna umile, generosa, elegante, dalla simpatia innata e dalla grande forza di volontà, icona della musica e della televisione italiana, grande tifosa della Juventus, era amatissima non solo in Italia ma anche all’estero, soprattutto in Spagna, tanto che nel 2018 era stata insignita dell’onorificenza di Dama al Orden del Mérito Civil.

Carrà_foto_orizzontale1_microfono_fotodiIwanPalombi

credit foto Iwan Palombi

Ha debuttato in televisione in “Tempo di danza” nel 1961 al fianco di Lelio Luttazzi e nella commedia musicale “Scaramouche” nel 1965 ed è approdata a Canzonissima nel 1970, diventando la prima showgirl del piccolo schermo in bianco e nero.

Ha lavorato con presentatori del calibro di Pippo Baudo, Mike Bongiorno, Corrado e Alighiero Noschese, nonché con Mina in “Milleluci”, ha vestito i panni di Maga Maghella, è stata protagonista di “Fantastico”, ha presentato “Pronto, Raffaella? ottenendo ascolti strabilianti, “Domenica In”, il “Festival di Sanremo” nel 2001, “Carramba! Che sorpresa”, “Amore”, ha preso parte a “The Voice of Italy” come coach e a “Forte Forte Forte” come giurata, oltre a numerosi film e serie tv.

Ha inoltre lanciato balli diventati cult come il Tuca Tuca e le hit “Rumore”, “Chissà se va”, “A far l’amore comincia tu”, “Forte Forte Forte”, “Salutala per me”, “Pedro”, “Ballo Ballo”, “Tanti auguri”.

Carrà_foto_verticale_pianoforte2_fotodiIwanPalombi

credit foto Iwan Palombi

Nel 2018 ha pubblicato il suo ultimo disco “Ogni volta che è Natale”, il regalo natalizio che la grandissima cantante, showgirl, icona di stile e libertà, ha fatto ai suoi fan (“Ogni volta che è Natale”, il regalo natalizio di Raffaella Carrà: “E’ un disco dai mille colori e sentimenti. Il mio augurio per questo Natale è che venga buttato nel cestino il verbo litigare” (spettacolomusicasport.com).

Nel 2019 ha invece condotto su Rai 3 “A raccontare comincia tu”, un racconto intimo, un lungo viaggio tra pubblico e privato per svelare la vera essenza dei grandi protagonisti del nostro tempo.

“Per me il premio piu’ grande è l’amore del pubblico che continua a seguirmi anche se non mi vede spesso in tv“.

Un’artista unica che vivrà in eterno nei nostri cuori. Ciao Raffaella.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...