Il disastro di Seveso a “Ossi di seppia”

Un incidente ambientale fra i più gravi della storia italiana. E’ il 10 luglio 1976: una nube di diossina con un potere di tossicità devastante si sprigiona dall’azienda  chimica Icmesa di Meda, in Brianza. Nei giorni immediatamente successivi iniziano a morire piante e animali. Adulti e bambini riportano sintomi di intossicamento e ustioni. A Seveso e nei territori limitrofi viene istituita la zona rossa. Gli abitanti sono costretti a lasciare le loro case che successivamente verranno abbattute. Persino la terra viene portata via perché considerata inquinata, insieme a piante e alberi. Nella ventiseiesima puntata di “Ossi di Seppia. Il rumore della memoria”, disponibile da martedì 6 luglio in esclusiva su RaiPlay, Alberto Colombo, testimone diretto, racconterà quanto accadde quel giorno. “Ossi di Seppia. Il rumore della memoria” ripercorre quegli eventi che hanno caratterizzato gli ultimi trent’anni della storia italiana attraverso le testimonianze di chi l’ha vissuta. Un racconto seriale emozionale e immersivo, rivolto alla Generazione Z e ai Millennials, un antidoto per frenare la perdita della memoria collettiva. Ed è questo l’obiettivo principale della serie prodotta da 42° Parallelo per la piattaforma OTT del Servizio Pubblico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...