Intervista con Bianca Atzei: “Con il singolo “Straniero” racconto l’idea del viaggio come evasione dalla quotidianità”

“Straniero” (Apollo Records) è il nuovo singolo di Bianca Atzei, che vede la collaborazione con l’eclettico producer Boss Doms e il feat. di Seryo.

Con questo brano l’artista sottolinea la voglia di rinnovarsi e contaminare il proprio stile, scoprendo lati di sé sconosciuti, proseguendo un nuovo capitolo della sua carriera, ricco di sfumature che abbattono i confini tra i generi e le permettono di spaziare tra diverse sonorità.

In “Straniero”, la produzione di Boss Doms unisce sapientemente la voce pop di Bianca Atzei a quella rap di Seryo in un mix di grinta, sensualità e spensieratezza, trasmettendo la voglia di evadere dalla quotidianità e dalla città per fuggire via con qualcuno di speciale. L’oasi felice in cui rifugiarsi, per l’artista sarda, non può che essere la città costiera di Alghero, che richiama alla memoria la celebre canzone di Giuni Russo.

Cover Straniero

Bianca, è uscito il tuo nuovo singolo “Straniero” che vede la collaborazione con Boss Doms e il feat con Seryo…

“Un giorno il mio manager mi ha chiamato dicendo che aveva contattato Boss Doms. Per me è stata una piacevole sorpresa e sono stata felice per il fatto che lui abbia accettato subito di collaborare. Seryo invece è un cantante che conosco da diversi anni, da quando ha fatto X Factor, e lo stimo molto. Nel pezzo la sua voce è un vulcano che arriva e spazza via tutto, conferendogli una grande energia”.

Il brano e il video che lo accompagna, prodotto da Maestro Production con la regia di Simone Mastronardi, raccontano l’idea del viaggio come evasione dalla quotidianità per approdare nella tua terra, la Sardegna, in particolare ad Alghero…

“Il senso è di immaginarsi da un’altra parte, quindi prendere l’aereo e andare via e in questo caso ritrovarsi ad Alghero. E’ stato un omaggio alla mia terra ma anche a Giuni Russo, una grandissima artista. Essendo i miei genitori della provincia di Oristano da piccola ho visitato l’entroterra oristanese e poi abbiamo anche una casetta a Cala Gonone (Nu). Ad Alghero invece ho diversi parenti ma l’ho scoperta e apprezzata recentemente. E’ meravigliosa, soprattutto la parte dei bastioni e del centro storico, è una città molto diversa dal resto della Sardegna”.

A proposito dell’indimenticabile Giuni Russo e della citazione del suo brano “Alghero” presente nel testo di “Straniero”, cosa rappresenta per te questa grande artista?

“Ha sempre sperimentato tantissimo e ha spaziato tra i generi. Aveva una grande voce, molto duttile, si è sempre adattata a tutto e in un certo senso mi rivedo nella sua voglia di sperimentare e di andare in una direzione diversa dal solito. Ho apprezzato la sua vocalità, in quanto passa dai bassi agli alti in una maniera incredibile giocando anche molto”.

“Straniero” e il precedente singolo “John Travolta” con il feat dei Legno andranno a far parte di un nuovo album?

“L’obiettivo è sicuramente racchiuderli all’interno di un disco perché quello che ho iniziato è per me un percorso importante, un’impronta molto forte che voglio dare in primis a me stessa e anche alle persone che mi seguono. Penso che non ci si debba abituare a un genere ma che bisogna sempre evolversi ed andare avanti”.

Nel corso della tua carriera hai lavorato con molti artisti, da Gigi D’Alessio a Loredana Bertè, ce n’è uno con cui non hai ancora avuto modo di collaborare e con cui ti piacerebbe fare un featuring in futuro?

“Mi piacerebbe lavorare con una cantante in particolare e sarebbe ancora più magico se cantasse un brano scritto da me. Però preferisco tenere il suo nome segreto per scaramanzia”.

213343671_349338799893683_105992414517369065_n

Quest’estate ti vedremo live?

“Ho dei concerti in programma che annunceremo nei prossimi giorni e speriamo che vadano in porto. In questo ultimo anno e mezzo mi è mancato tantissimo il palco e il contatto con il pubblico, vedere le persone che cantano le mie canzoni, sentire la loro energia. Sono in contatto con i miei fan tramite i social ma non è la stessa cosa. Rimanere a casa non fa bene né all’anima né al cuore”.

Tornando a “Straniero” e alla voglia di evadere dalla quotidianità, c’è un viaggio che hai fatto e che ti ha regalato questa sensazione di libertà?

“Ho fatto un viaggio in Madagascar con il mio compagno e uno dei momenti più belli è stato nuotare insieme allo squalo balena che è dolcissimo anche se è gigantesco. Trovarsi a un metro di distanza da questo bellissimo animale è stata una sensazione stupenda, speciale”.

1200x600-MIT-red

Hai preso parte al musical “Men in Italy”. Che esperienza è stata?

“E’ stata una bella esperienza, lavorativamente e umanamente parlando, che mi ha lasciato un importante bagaglio. Mi sono trovata bene con il cast, con il regista e con tutti i professionisti che hanno lavorato al musical. E poi c’era la grande Iva Zanicchi che mi ha voluta fortemente e che ringrazio perché ho imparato molto da lei. E’ una persona meravigliosa e divertente e ha una carica pazzesca. E’ stato bello ed emozionante prendere parte a questo progetto in cui ho cantato anche le mie canzoni. Però devo ammettere che non amo particolarmente fare il musical”.

Ti piacerebbe recitare invece in un film per il cinema?

“Da sempre sono molto teatrale come persona, quindi sicuramente mi piacerebbe molto poter partecipare a un film”.

Un sogno nel cassetto…

“Vorrei poter continuare a fare quello che amo perché stare sul palco è la mia vita, l’aria che respiro, la cosa che mi fa star bene e che mi rende felice. E poi vorrei creare una famiglia”.

di Francesca Monti

credit foto copertina Cosimo Buccolieri

Grazie ad Arianna Del Ponte

Rispondi