Quattro atleti di OBIETTIVO3 ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020: le paracicliste Ana Vitelaru e Katia Aere, il triatleta Pier Alberto Buccoliero e la canoista Veronica Silvia Biglia

Nel 2017 da un’idea del grande Alex Zanardi è nato il progetto Obiettivo 3 che si prefissava di reclutare, avviare e sostenere concretamente ed economicamente persone diversamente abili che vogliono iniziare ad intraprendere un’attività sportiva per individuarne almeno tre capaci di crescere fino a centrare la qualificazione ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. Il traguardo non solo è stato centrato ma è stato superato. Saranno infatti quattro gli atleti di Obiettivo3 che prenderanno parte alle Paralimpiadi che si terranno a Tokyo dal 24 agosto al 5 settembre 2021: le paracicliste Ana Vitelaru e Katia Aere, il triatleta Pieralberto Buccoliero e la caonista Veronica Silvia Biglia.

Pier Alberto Buccoliero è uno dei padri fondatori del progetto, facendone parte sia in qualità di atleta sia, grazie alla sua competenza in diverse discipline, come coach e guida per le nuove reclute. Passo dopo passo è cresciuto anche lui assieme agli altri atleti e a 33 anni, dopo diversi successi nel mondo della canoa, ha strappato sul filo di lana la meritatissima convocazione per le Paralimpiadi. Sarà in gara il 29 agosto nel paratriathlon categoria PTWC.

Ana Vitelaru è stata una delle prime atlete reclutate da Obiettivo3. Nonostante i tanti successi nel basket in carrozzina, la 38enne emiliana di origine rumena da anni sognava di potersi cimentare con l’handbike. L’incontro con Anmil Sport Italia e Obiettivo3 l’ha fatta salire in sella e da lì non è più scesa, portandola a conquistare titoli italiani e vincere anche quattro medaglie (due argenti e due bronzi) ai Mondiali. A Tokyo esordirà martedì 31 agosto con la gara a cronometro (categoria H5) e il giorno dopo sarà attesa da quella in linea.

Al suo fianco, stessa gara e stessa categoria, ci sarà Katia Aere. A 50 anni l’atleta friulana corona il grande sogno di partecipare ai Giochi Paralimpici dopo una lunga carriera nel nuoto. Nel 2018 Obiettivo3 lanciò una campagna di reclutamento a Maniago, in occasione dei Mondiali di paraciclismo. Katia si presentò, provò l’handbike e da lì iniziò a bruciare le tappe fino a guadagnare due medaglie di bronzo agli ultimi Mondiali.

Infine, Veronica Silvia Biglia rappresenta la volontà di Obiettivo3, sempre più forte, di abbracciare il maggior numero di discipline possibili. Classe 1988, piemontese di Gabiano, si è messa in luce dal 2016, a livello europeo, nella canoa. Grazie anche alla borsa di sostegno che le ha offerto Rio Mare, tramite Obiettivo3, ha potuto continuare nei propri progressi e a Tokyo sarà in gara a partire da giovedì 2 settembre per le batterie della categoria VL2.

Una soddisfazione enorme per Obiettivo3 ma anche per il direttore sportivo Pierino Dainese: “E’ l’ennesimo grande successo di Alex Zanardi. Quattro anni fa si era posto questa missione e l’ha portata a termine. Per noi, essere riusciti a qualificare quattro atleti alle Paralimpiadi, è come aver vinto una medaglia d’oro. Poi, se le medaglie dovessero arrivare davvero, saremo felicissimi. Ma il nostro successo l’abbiamo già ottenuto e dietro c’è stato un lungo lavoro di squadra acceso dalla scintilla di Zanardi”.

credit foto Obiettivo3

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...