Grande Sentiero Estate: a Bergamo torna la rassegna su montagna, viaggi e ambiente

Dieci giornate di eventi e più di 15 proposte tra film in anteprima, spettacoli e musica dal vivo, performance, visite guidate e incontri. Il tutto in alcuni tra i più emozionanti spazi di Bergamo e provincia, tutti all’aperto: rifugi di montagna, piazze, parchi e antiche vie.
Nuova edizione de Il Grande Sentiero. Habitat, culture, avventure: la rassegna di Lab 80 che per il 13esimo anno propone iniziative gratuite su viaggi, ambiente, montagna, sfide e conquiste, rapporto con l’ambiente.
La manifestazione prende il via lunedì 23 agosto e prosegue fino a domenica 5 settembre, coinvolgendo Bergamo, Averara, Oltre il Colle, Taleggio, Cornalba, Ponteranica e Colere. Luoghi che saranno raggiungibili anche a piedi o in bicicletta, seguendo le indicazioni degli organizzatori che in questo modo rendono il percorso parte integrante dell’esperienza del Grande Sentiero, e dove sarà garantita assoluta sicurezza.
E quest’anno si raddoppia: in previsione c’è anche una seconda parte autunnale, che sarà comunicata in seguito.

Ecco le principali proposte del calendario estivo. Il cinema è colonna portante: 11 le proiezioni, in altrettanti luoghi di città e provincia, quasi tutte in anteprima assoluta per la bergamasca. Tra i film Fantastic Fungi di Louie Schwartzberg (USA 2019, 81’), esplorazione della vita e della mente dei funghi che rivela una incredibile possibilità di salvezza per il pianeta (23 agosto, Antica Via Mercatorum di Averara); Fine Lines di Dina Khreino (Emirati Arabi Uniti/Hong Kong 2018, 97’), commovente racconto delle emozioni e delle motivazioni di venti tra i più grandi alpinisti internazionali (26 agosto, Esterno Notte); Le terre alte dei bergamaschi Andrea Zambelli e Andrea Zanoli (Italia 2020, 87’), racconto di un anno di vita attraverso tutto l’arco alpino, dal disgelo all’arrivo dell’inverno, raccontato da Virginie, Marcel e Valentin, “nuovi lavoratori” della montagna (28 agosto, Rifugio Gherardi a Taleggio).

E poi Watermark di Jennifer Baichwal e Edward Burtynsky (Canada 2014, 92’): dagli stessi autori di Antropocene, la narrazione del fondamentale ruolo dell’acqua nello sviluppo e nella sopravvivenza di tutto il mondo (31 agosto, Esterno Notte a Bergamo); Nomad – In cammino con Bruce Chatwin di Werner Herzog (Gran Bretagna 2019, 85’), in cui uno dei più grandi registi si mette sulle tracce di uno dei più grandi viaggiatori (3 settembre, BoPo di Ponteranica), e The Last Mountain di Dariusz Zaluski (Polonia/Pakistan 2019, 82’), su una delle operazioni di salvataggio più straordinarie della storia dell’alpinismo: sul K2 la francese Elisabeth Revol viene soccorsa da Krzysztof Wielici, Adam Bielecki e Denis Urubko (4 settembre, Rifugio Albani di Colere).

Da segnalare anche lo spettacolo teatrale Paolo dei lupi di e con Francesca Camilla D’Amico, liberamente ispirato alla vita del biologo e poeta Paolo Barrasso, protagonista di avventurose spedizioni sugli Appennini per lo studio dei lupi: intensa riflessione sul rapporto tra umani e natura (27 agosto, Ca’ d’Arera a Oltre il Colle); la visita guidata a Cornalba sui luoghi dell’eccidio dei Partigiani della Brigata 24 Maggio, accaduta nell’autunno del 1944 (28 agosto), e l’incontro “Alla scoperta dei cammini francescani” con Angela Serracchioli, pellegrina e ideatrice di un cammino sui passi di Francesco d’Assisi: 500 chilometri dal Lazio alle rocce sul mare del Gargano.
Nina è invece una performance dal vivo di Michela Benaglia, con Beatrice Arrigoni: un canto dal vivo tra i sentieri della Val di Scalve, a creare un corteo ad alta quota come metafora della vita e possibilità di riscatto (4 settembre, Rifugio Albani di Colere); mentre Stranger Bikes è una sfida su biciclette dalle piccole ruote (grazielle, saltafoss, BMX, tricicli…) lanciata dall’associazione FIAB Pedalopolis che invita partecipanti di ogni età (5 settembre, Parco Lea Garofalo di Bergamo).

Spiega Sergio Visinoni di Lab 80: «Il Grande Sentiero torna forte dell’esperienza positiva dell’edizione 2020, realizzata interamente all’aperto e in un’inusuale collocazione estiva. Vogliamo sfruttare le possibilità esplorate l’anno scorso con una prima parte itinerante e all’aperto, che sarà poi accompagnata da una seconda parte che si riappropria del tradizionale appuntamento autunnale».

La partecipazione agli eventi è gratuita ad eccezione delle proiezioni presso Esterno Notte in via Tasso a Bergamo (26 e 31 agosto, acquisto biglietti su www.lab80.it o in biglietteria). In caso di maltempo l’annullamento degli eventi sarà comunicato sui canali social Lab 80 Cinema, le proiezioni previste a Esterno Notte saranno invece spostate all’Auditorium di Piazza Libertà senza variazioni di orario. È sempre necessario esibire il Green Pass secondo normative ministeriali, salvo successivi aggiornamenti delle regoleÈ obbligatorio munirsi di mascherina chirurgica (o superiore FPP), rispettare la distanza interpersonale di un metro e seguire le indicazioni del personale.

Il Grande Sentiero. Habitat, culture, avventure è un progetto di Laboratorio 80. Con il contributo di MiBACT e Fondazione della Comunità Bergamasca. In collaborazione con Associazione Altobrembo, Comune di Bergamo, Bradamante Teatro, Rifugio Ca’ d’Arera, CAI Bergamo, CasArrigoni, APE Bergamo, ANPI Valle Brembana, Comune di Cornalba, Comune di Serina, ANPI Provinciale di Bergamo, Centro Storico Culturale Valle Brembana Felice Riceputi, Sottosezione CAI Valserina, Isrec Bergamo, Comune di Ponteranica, Morla Frogs, Rete Quartiere Valtesse, FIAB Pedalopolis.

PROGRAMMA COMPLETO

23 agosto ore 21
Strada porticata sull’antica Via Mercatorum, Averara (Bergamo) – 556 m slm
In collaborazione con Associazione Altobrembo

Fantastic Fungi di Louie Schwartzberg (USA, 2019, 81’)
Un team di artisti, scienziati, dottori ed esploratori all-star si sono uniti per creare un film che esplora la vita e la mente del fungo e la sua misteriosa struttura simile a una radice. Ciò che rivelano lascerà a bocca aperta e forse salverà il pianeta.
Un viaggio time-lapse descrittivo sul mondo magico, misterioso e medicinale dei funghi e sul loro potere di guarire, sostenere e contribuire alla rigenerazione della vita sulla Terra iniziata 3,5 miliardi di anni fa.

A PIEDI la via porticata sorge nella contrada Fontana, un tempo centro della vita amministrativa del paese
In BICI percorri la Ciclovia della Val Brembana che risale la valle a partire da Almè; raggiunta Piazza Brembana segui il Brembo fino a Olmo al Brembo e prosegui verso Averara
In AUTO dalla Statale della Val Brembana raggiungi Averara seguendo la Provinciale 8

26 agosto ore 21.15
Arena Estiva Esterno Notte di via Tasso 4, Bergamo – 240 m slm

Fine Lines di Dina Khreino (Emirati Arabi Uniti, Hong Kong, 2018, 97’)
Le testimonianze di venti dei più grandi alpinisti e scalatori al mondo per la prima volta si intrecciano in un unico racconto che ispira e commuove. Ognuno per le proprie ragioni, ma tutti legati al mondo verticale, arrampicano sfidando vento, scogliere a strapiombo e ogni altro imprevisto. Nell’aria rarefatta, questi atleti sono cambiati profondamente non solo come scalatori, ma anche come esseri umani. Per tre anni Dina Khreino ha cercato di capire cosa li spinge a rischiare tutto per il brivido dell’ignoto.

A PIEDI vieni in via Tasso se devi acquistare il biglietto oppure in via Sora se lo hai già acquistato online
In BICI prendi la bici (o noleggiala in una delle ciclostazioni presenti in città) e parcheggia il tuo mezzo nelle rastrelliere in via Tasso
In AUTO parcheggia in Piazza Libertà e fai 5′ a piedi

27 agosto ore 18.30
Rifugio Ca’ d’Arera S.A.B.A., Oltre il Colle (Bergamo) – 1540 m slm
In collaborazione con Bradamante Teatro e Rifugio Ca’ d’Arera

Paolo dei lupi di Roberto Anglisani, di e con Francesca Camilla D’Amico
Liberamente ispirato alla vita del biologo e poeta Paolo Barrasso
In un tempo non molto lontano, nella natura selvaggia degli Appennini, di lupi ce n’erano rimasti pochi ed erano tanto affamati. Paolo, un giovane biologo, insieme al suo fedele cane Orso, viene mandato tra quelle montagne per studiarli. Lo attendono notti all’addiaccio, sveglie all’ora dei gufi, attese e batticuori, ululati e sguardi selvatici.
Dopo secoli di persecuzioni, i lupi hanno imparato l’arte del silenzio e per questo non è facile vederli.
In paese c’è Simone, un bambino cresciuto con le storie del nonno sul lupo cattivo. Da quando Simone incontra Paolo non smette di pensare ai lupi e vuole conoscere la verità su di loro. La verità è nel bosco, dove la natura compie i suoi riti, dove si incontrano gli sguardi di due lupi, Fratello e Lama Bianca, dove nascono i cuccioli, nella tana sotto il grande faggio.
Una minaccia si nasconde nel bosco, ha l’odore del tabacco, della caccia, di un mondo che impone il suo passo e nulla sa della natura selvaggia. Possono gli Umani restituire alla Natura quello che le è stato sottratto?

alle 21
Mai gridare al lupo di Carroll Ballard (USA, 1993, 105’)
Un biologo viene inviato per sei mesi tra i ghiacci del Canada del nord per studiare e cacciare i lupi bianchi, accusati di decimare i caribù. Ambientatosi con difficoltà e disagi nella tundra desolata, scopre che i responsabili della strage dei caribù non sono i lupi, ma cacciatori di frodo. Pian piano anzi si affeziona agli animali e si integra con la natura che lo affascina. Messaggio ecologico reso gradevole dagli splendidi paesaggi.

Il rifugio è dotato di servizi igienici ed effettua il servizio bar ristoro. Nella notte è possibile pernottare in tenda nei pressi del rifugio.

A PIEDI da Zambla segnavia 221 e 237, il rifugio si trova tra la località Passa e il rifugio Capanna 2000
In BICI a Zambla Alta proseguire fino a località Plassa
In AUTO fino al parcheggio a 1600 m di località Plassa (Zambla) e a piedi per i segnavia 221

28 agosto ore 9.30
Rifugio Ca’ d’Arera S.A.B.A., Oltre il Colle (Bergamo) – 1540 m slm
In collaborazione con Bradamante Teatro e Rifugio Ca’ d’Arera

Orobie, il mio piccolo mondo di Baldovino Midali (Italia, 2018, 41’)
Baldovino Midali è nato, cresciuto e vive a Branzi e, da circa 34 anni, si diletta a fotografare e filmare le bellezze naturali della Valle Brembana, nell’intento di divulgare la natura di questa terra meravigliosa con una propria visione ed interpretazione, focalizzata a valorizzare quella che lui ritiene essere, metaforicamente, la «Sua Valle», per le molte opportunità che questi luoghi e la sua gente possono offrire. Questa serata vuole essere un esempio di come, pur con poche risorse, si possano realizzare progetti importanti, grazie alla collaborazione di quanti credono e condividono con l’autore l’amore ed il rispetto per la natura e gli animali.
A seguire incontro con il regista, fotografo e naturalista bergamasco

28 agosto ore 18,30
Rifugio Gherardi, Capofoppa di Pizzino, frazione di Taleggio (Bergamo) – 1647 m slm
In collaborazione con CAI Bergamo e CasArrigoni

Northern Lights di con Daniele Richiedei
Suite scritta e improvvisata per violino solo, immaginata come un viaggio nella cultura musicale del Nord Europa. Il lavoro prende spunto principalmente dalla tradizione folk, pur essendo influenzata anche da aree culturali diverse, come il rock e la musica contemporanea.
Un dialogo tra suono e silenzio, tra il violino e l’acustica dello spazio.

alle 21
Ach’adess di Alessandra Beltrame, da un’idea di Adele Ravasio (Italia, 2020, 12’40”)
Documentario cortometraggio realizzato in collaborazione con la Società Agricola Locatelli Guglielmo nell’estate del 2020. Rappresenta la volontà e l’ambizione di documentare la pratica della transumanza, ancora oggi viva e attuale, e di supportare e sostenere la prosecuzione di questa tradizione strettamente legata alla cultura e al territorio della nostra valle.
La transumanza è la salita dal piano in alpeggio delle mandrie nei mesi estivi, affinché le vacche possano godere di un foraggio fresco e pregiato. È una pratica ormai quasi totalmente in disuso, che ancora poche famiglie in Val Taleggio praticano, seguendo un rituale antico che ha origini millenarie.

a seguire:
Le Terre Alte di Andrea Zambelli, Andrea Zanoli, (Italia, 2020, 87’)
Un anno di vita attraverso tutto l’arco alpino, dal disgelo all’arrivo dell’inverno, attraverso gli occhi, i gesti e le riflessioni di tre personaggi: Virginie, Marcel e Valentin. Lontani dallo stereotipo dell’uomo di montagna, le figure che seguiremo sono espressione di una tendenza contemporanea, resistente e alle volte innovativa, di vivere e lavorare sul territorio alpino.
Con la presenza del regista Andrea Zanoli.

Il rifugio è dotato di servizi igienici ed effettua il servizio bar ristoro.

A PIEDI segnavia 120 dalla località Quindicina di Pizzino (Taleggio)
In BICI dalle provinciali SP 24 (da Val Brembilla) o SP 25 (da San Giovanni Bianco), giunti a Taleggio seguire le indicazioni per Taleggio/Pizzino/Quindicina e seguire poi il segnavia 120
In AUTO fino a Taleggio/Pizzino/Quindicina e poi a piedi lungo il segnavia 120

29 agosto dalle 8.30
Piazza XXV Novembre, Cornalba (Bergamo) – 893 m slm
In collaborazione con APE Bergamo, ANPI Valle Brembana, Comune di Cornalba, Comune di Serina, ANPI Provinciale di Bergamo, Centro Storico Culturale Valle Brembana Felice Riceputi, Sottosezione CAI Valserina e Isrec

Ritrovo a Cornalba davanti al monumento caduti partigiani (di fronte alla chiesa parrocchiale) con Sottosezione CAI Valserina e APE Bergamo ed escursione sul Sentiero Partigiano Martiri di Cornalba sul Monte Alben (8 km, 5 ore, E).

alle 17
Visita guidata a Cornalba sui luoghi dell’eccidio dell’autunno 1944 dei Partigiani della Brigata 24 Maggio di Giustizia e Libertà. Il percorso si snoda all’interno del centro storico del paese. Ritrovo a Cornalba davanti al monumento dei caduti partigiani (di fronte alla chiesa parrocchiale). Durata prevista: 2 ore circa.

alle 19
Canti popolari partigiani

Nel centro di Cornalba sono attivi locali che effettuano il servizio bar ristoro.

alle 21
Il Nemico – un breviario partigiano di Federico Spinetti (Italia, 2015, 80′)
Quanto è stereotipata, quanto è viva la parola “partigiano”? Massimo Zamboni, chitarrista e co-fondatore dei CSI, a quindici anni dallo scioglimento della storica band post-punk italiana vorrebbe riunire i membri attorno a un nuovo progetto sul tema partigiano, condividendo pensieri e canzoni. Non una “reunion”, forse un nuovo inizio. Su proposta del regista Federico Spinetti (Zurkhaneh – La casa della forza, 2011) i componenti del gruppo, Massimo Zamboni, Giorgio Canali, Gianni Maroccolo, Francesco Magnelli con la cantante Angela Baraldi e il batterista Simone Filippi si incontrano nella splendida cornice del teatro di Gualtieri. Massimo propone un testo da mettere in musica: Il nemico. Il film intreccia l’elaborazione musicale con la storia personale di Massimo Zamboni, tragicamente segnata da uno sparo. Un film musicale sulla Resistenza e le sue rappresentazioni.

In caso di pioggia la proiezione si svolgerà presso la Sala Civica di Serina.

A PIEDI a Cornalba davanti al monumento dei caduti partigiani (di fronte alla chiesa parrocchiale)
In BICI Cornalba si trova in Val Serina lungo la Via Mercatorum
In AUTO segui la strada provinciale 31

31 agosto ore 21.15
Arena Estiva Esterno Notte di via Tasso 4, Bergamo – 240 m slm

Watermark di Jennifer Baichwal e Edward Burtynsky (Canada, 2014, 92’)
Il fondamentale ruolo dell’acqua nella formazione, nello sviluppo e nella sopravvivenza delle popolazioni del mondo. Dagli stessi autori di Antropocene, un altro film visivamente magnifico, che immerge letteralmente lo spettatore nella complessità del sistema acqua globale. Dalle enormi dighe cinesi ai sistemi di irrigazione americani, dal lago d’Aral diventato deserto alle antiche cisterne di civiltà perdute la dimostrazione di quanto l’uomo ha sempre avuto bisogno di acqua. Per riflettere sulla sua fondamentale presenza nel generare, sostenere e arricchire la vita.

A PIEDI vieni in via Tasso se devi acquistare il biglietto oppure in via Sora se lo hai già acquistato online
In BICI prendi la bici (o noleggiala in una delle ciclostazioni presenti in città) e parcheggia il tuo mezzo nelle rastrelliere in via Tasso
In AUTO parcheggia in Piazza Libertà e fai 5′ a piedi

3 settembre ore 21
Bopo di via Concordia 6/A, Ponteranica (Bergamo) – 250 m slm
In collaborazione con Comune di Ponteranica e Morla Frogs

Alla scoperta dei cammini francescani con Angela Seracchioli
Angela si definisce una cittadina del mondo, una viaggiatrice che ha scoperto il camminare da pellegrina andando a Santiago, e che ha ideato nel 2004 un cammino sui passi di Francesco d’Assisi, di cui ha scritto la guida Di qui passò Francesco, e Con le ali ai piedi, 500 chilometri in 25 tappe, dal Lazio fino alle rocce di Monte Sant’Angelo sospese sul mare del Gargano, sulle tracce di san Francesco e dell’arcangelo Michele.

a seguire:
Nomad – In cammino con Bruce Chatwin di Werner Herzog (Gran Bretagna, 2019, 85’)
Sulle tracce dei pellegrinaggi che Chatwin ha compiuto alla ricerca dell’anima del mondo, attraversando continenti con l’inseparabile zaino di pelle sulle spalle: quello zaino che ora appartiene a Herzog, e che diventa il terzo protagonista del film.

A PIEDI attraverso la Greenway del Morla che parte da Valtesse (zona Campo Utili) risale il torrente fino alla località Valbona
In BICI attraverso la Greenway del Morla che parte da Valtesse (zona Campo Utili) risale il torrente fino alla località Valbona
In AUTO salendo in direzione Val Brembana, segui per Ponteranica e in località Valbona troverai un comodo parcheggio

4 settembre
ore 16.00 verso la parete nord della Presolana e replica alle 18.30 verso il passo dello Scagnello
Rifugio Albani in Località lago del Polzone, Colere (Bergamo) – 1939 m slm
In collaborazione con CAI Bergamo

Nina di Michela Benaglia, con la partecipazione di Beatrice Arrigoni (40’)
Nina è una performance legata alla voce, al respiro e all’azione del camminare. Il canto che la performer intonerà tra i sentieri della Val di Scalve potrà essere ascoltato dal pubblico che seguirà dal vivo i suoi passi, prendendo parte così al cammino e dunque all’azione artistica stessa. Questo corteo ad alta quota, composto da tutte le persone che vorranno aderire alla performance, darà vita a un rituale laico e collettivo. Il canto è qui metafora della vita, della fragilità intrinseca nell’essere, ma diventa anche rivendicazione, possibilità di riscatto, strumento di consapevolezza e individuazione. L’intera opera vuole riflettere sulla dimensione umana e sul nostro difficile mondo contemporaneo.

alle 21
The Last Mountain di Dariusz Załuski (Polonia, Pakistan, 2019, 82′)
Durante il tentativo di scalare il K2, ultima vetta himalayana inviolata in inverno, i veterani Krzysztof Wielicki, Adam Bielecki e Denis Urubko soccorrono l’alpinista francese Elisabeth Revol, dando vita ad una delle operazioni di salvataggio più straordinarie della storia dell’alpinismo.

Il rifugio è dotato di servizi igienici ed effettua il servizio bar ristoro.

A PIEDI dai segnavia 403 da Carbonera (Colere) o 311 da Baite del Möschel (Ardesio)
In BICI dal Passo della Presolana a Colere su asfalto e poi su mulattiera e sterrata lungo il segnavia 403
In AUTO fino a Colere o Spinelli (Valzurio) e poi a piedi

5 settembre dalle ore 16
Parco Lea Garofalo, Bergamo – 243 m slm
In collaborazione con Rete Quartiere Valtesse e FIAB Pedalopolis

Stranger Bikes
Saltafoss, grazielle, BMX, tricicli: nulla è troppo piccolo per essere pedalato e nessuno è troppo grande per pedalare!
FIAB Pedalopolis Bergamo invita ciclisti di ogni età a partecipare a una serie di sfide su bici con ruote piccole (massimo 20”); per l’occasione l’associazione metterà a disposizione la propria collezione di Saltafoss e bici da bimbo anni 80”, ma tutti sono invitati a portare le loro, anche perché la bici più Stranger riceverà una menzione speciale!

alle 21
The Goonies di Richard Donner (USA, 1985, 111′)
Un gruppo di potenti sta comprando tutte le case del quartiere di Goon Docks con chiari intenti speculativi. Una banda di ragazzini del quartiere, i Goonies, cerca di opporsi, ma non sa neppure da che parte cominciare. Poi, una sera, rovistando in soffitta, i ragazzi scoprono un’ingiallita mappa spagnola che contiene indicazioni precise su come trovare un antico tesoro. La piccola banda penetra così in uno chalet abbandonato e da qui in un labirinto di grotte. I ragazzi però non sanno che il luogo è la base operativa segreta di una banda di ladri capeggiata da “Mamma Fratelli” e dai due suoi violenti figli. Dopo mille peripezie, trappole, fiumi sotterranei e vascelli pirati, i nostri eroi arriveranno al tesoro e salveranno il quartiere.

A PIEDI il parco si trova nel quartiere di Valtesse, a 15’ dal centro
In BICI la ciclopedonale urbana, la ciclopedonale dei Colli e la Greenway del Morla convergono in zona
In AUTO parcheggia lungo via Pietro Ruggeri da Stabello e vieni a piedi

Informazioni per il pubblico, programma completo, prenotazioni on line:
www.lab80.it/ilgrandesentiero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...