ANTONINO CHEF ACADEMY – Pane e birra nel secondo appuntamento con l’Accademia di Antonino Cannavacciuolo

Appuntamento con il secondo ciclo di lezioni e prove dell’Accademia culinaria più sfidante della tv. Tra i banchi dell’Antonino Chef Academy, i giovani chef ascolteranno e seguiranno gli insegnamenti del professore più amato e temuto, Chef Antonino Cannavacciuolo, mettendo in campo tutte le loro conoscenze professionali e personali per dimostrare il proprio valore.

La produzione originale Endemol Shine Italy per Sky torna domenica 5 settembre – su Sky e NOW – per la seconda puntata con i giovani chef in gara per conquistare l’ambitissimo posto ai fornelli della celebre e prestigiosa cucina di Villa Crespi, ristorante stellato dello stesso Cannavacciuolo.

Dopo l’emozionante inizio d’anno accademico, i ragazzi vengono sottoposti al primo test delle tecniche di cucina. L’argomento di questa lezione è il pane, che dovrà essere trasformato dalla sua forma originale facendolo diventare l’ingrediente principale dei piatti dei giovani allievi. A portare la materia prima, per l’occasione, è uno dei più famosi panificatori d’Italia: Eugenio Pol, definito da molti “il padre del lievito madre”.

In seguito, la classe andrà in trasferta per il test fuori sede che avrà luogo nel suggestivo scenario dell’ex monastero di Astino, vicino Bergamo, luogo ricco di coltivazioni, soprattutto di luppolo. Il tema della prova sarà proprio la birra: gli allievi, divisi in tre squadre da tre, dovranno realizzare due piatti utilizzando la birra portata da Antonio Terzi, mastro birraio proprietario del birrificio Elav, premiato con il simbolo della Chiocciola, il più importante, da Slow Food, che l’ha definito “un modello per tutto il settore”.

Infine, a conclusione dell’episodio di domenica 5 settembre – alle 21.15 su Sky Uno (canale 108, digitale terrestre canale 455), sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go e in streaming su NOW – i ragazzi dovranno affrontare il test di approfondimento, incentrato su una delle tendenze più importanti della cucina contemporanea, la fermentazione. Per parlare di questo argomento, Antonino Cannavacciuolo ha invitato la Chef del ristorante stellato Venissa Chiara Pavan, premiata nel 2019 come Cuoca dell’anno per la Guida dell’Espresso e Chef Internacional per la rivista Elle in Spagna e, nel 2020, come Miglior chef donna per la guida Identità Golose 2020. I cuochi in gara dovranno realizzare un piatto utilizzando uno degli ingredienti fermentati portati dalla chef Pavan, un piatto che poi sarà sottoposto al giudizio di Chef Cannavacciuolo. Come sempre, l’obiettivo per tutti gli studenti sarà ottenere voti quanto più alti possibile, altrimenti rischieranno di abbandonare la classe e il sogno di approdare all’interno della prestigiosa cucina di Villa Crespi.

Il programma è stato realizzato nel pieno rispetto della normativa relativa alle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e delle direttive previste dal Protocollo condiviso per la tutela dei lavoratori del settore cine-audiovisivo del 07/07/2020.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...