Laura Locatelli arriva al cinema dal 7 dicembre nel film Mollo tutto e apro un Chiringuito

Laura Locatelli arriva al cinema dal 7 dicembre nel film Mollo tutto e apro un Chiringuito, distribuito da Medusa Film, dove interpreta il personaggio di nome Laura, la moglie del Milanese Imbruttito, una serie Youtube che da anni spopola sul web con un enorme successo di pubblico.

Il Signor Imbruttito (Germano Lanzoni), dirigente di spicco di una grande multinazionale, vive la routine nella sua frenetica Milano seguendo fedelmente il mantra della doppia F, F*** e Fatturato. A rompere questo equilibrio ci pensa Brusini (Paolo Calabresi), eccentrico imprenditore a capo di un impero economico, che per una ragione assurda fa saltare quello che per l’Imbruttito è l’affare della vita. L’Imbruttito per la prima volta accusa il colpo, cade in depressione, non riesce più a trovare una ragione per svegliarsi al mattino.

La svolta arriva da Brera (Alessandro Betti) un amico di vecchia data, che propone all’Imbruttito l’acquisto di un Chiringuito in Sardegna, per fare business in infradito e poter finalmente dire: “mollo tutto e apro un chiringuito!”.

L’affare è fatto e, malgrado lo scetticismo del Nano (Leonardo Uslengo), il figlio dodicenne, e la furia della moglie Laura (Laura Locatelli), l’Imbruttito si lancia con entusiasmo in questa nuova avventura in compagnia del fidato Giargiana (Valerio Airò Rochelmeyer), suo “stagista di una vita”.

Con l’arrivo in Sardegna però il sogno si trasforma presto in un incubo: il chiringuito c’è e l’ambiente intorno è paradisiaco, ma si trova in una zona a dir poco remota dell’isola e gli abitanti del paese, Garroneddu, sono una comunità di semplici pastori avversi a ogni novità.

L’Imbruttito e i Sardi riusciranno a trovare un modo per convivere pur essendo così diversi?

NOTE DI LAURA LOCATELLI:

“Non potevo desiderare di meglio: girare con Il Terzo Segreto di Satira, con Germano, Leonardo e il resto della famiglia dei video web, era già di base come sentirsi a casa, e devo dire che anche il feeling con il resto del cast artistico e tecnico è stato speciale fin dai primi ciak.

Divertirsi e affidarsi sul set non è per nulla di scontato, è un po’ una magia, e spero che questo affiatamento si percepisca anche guardando il film. A fine riprese avevo una nostalgia enorme, tipica delle esperienze memorabili: sembrava l’ultimo giorno delle vacanze.

Nel film il mio personaggio ha la funzione di un ‘ponte’, aiuta a mettere in collegamento i due universi contrapposti: quello sardo e quello imbruttito. Insieme al Nano, aiuto mio marito a svoltare la situazione. E fin qui, tutto regolare, direi un classico da moglie. Però amo che questo miracolo sia possibile grazie ad un’arma segreta che uso spesso anche io nella vita: l’empatia. Quel dono di saper comprendere il punto di vista degli altri, magari percependone proprio le emozioni.

Da attrice, l’empatia è un muscolo da tenere in costante allenamento. Nella vita, quando si tramuta in eccessiva partecipazione può rivelarsi persino un limite forse, ma resta un super potere che crea meraviglie. Per coltivarlo, metterei i laboratori teatrali nel programma didattico fin dalle scuole primarie. Calarsi nei ruoli altrui è una palestra di armonia, e ce n’è un gran bisogno.

Con la moglie imbruttita non ho molto altro in comune, devo ammetterlo, a parte la passione per Graziano Paresi…”

(Laura Locatelli)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...