Intervista con Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta, in scena al Teatro Manzoni di Milano con lo spettacolo “Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?”

Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta sono i protagonisti dello spettacolo “Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?”, in scena dal 10 dicembre 2021 al 2 gennaio 2022 al Teatro Manzoni di Milano.

Una commedia degli equivoci scritta e diretta dallo stesso attore e regista, che con ironia ci invita a riflettere sull’ossessione della visibilità e sulla brama di successo che caratterizzano i nostri tempi.

Pignotta dipinge infatti il ritratto della sua generazione, quella dei quarantenni di oggi, abbastanza cresciuta da poter vivere inseguendo il successo e la carriera, ma non abbastanza adulta da poter smettere di ridere ed ironizzare su se stessa. Ex ragazze ed ex ragazzi che senza accorgersene sono diventati donne e uomini con l’animo diviso tra le ambizioni ed i propri bisogni di affetto, ma anche in fondo persone portatrici sane di un fallimento sentimentale vissuto sui ritmi frenetici di un’esistenza ormai dipendente dalla tecnologia che non lascia spazio ad un normale e sano vivere i rapporti interpersonali. Cosa succederebbe se queste stesse persone, per uno scherzo di uno di loro, si ritrovassero protagonisti di un reality show televisivo?

Prima della conferenza stampa di presentazione abbiamo realizzato una video intervista con Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta.

Vanessa, in “Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?” interpreti Alice, cosa puoi raccontarci a riguardo?

“Alice è una donna multitasking, concentrata sul lavoro, indipendente, che va avanti senza paura nell’affrontare la vita. Non crede però nell’amore, cambia continuamente uomo, non resiste con uno per più di 72 ore e ha perso questa credibilità sull’amore. C’è una frase che rispecchia perfettamente il suo pensiero: la coppia è l’inizio della fine”.

Gabriele, invece il tuo personaggio si chiama Mattia…

“E’ un uomo che è rimasto un sognatore, un ambientalista, crede fermamente che il mondo debba essere migliore ed è un idealista anche in amore, infatti puntualmente viene preso in giro dai suoi amici perché non riesce a trovare un equilibrio. Ed è un po’ la cifra che accomuna tutti i personaggi, infatti nessuno ha trovato il centro esatto della propria esistenza e sono felici nel raccontarsi a vicenda questi 15 anni in cui non si sono visti”.

Questa commedia regala uno spaccato generazionale dei quarantenni di oggi che inseguono delle ambizioni lavorative ma allo stesso tempo hanno bisogno di affetto e sono portatori d fragilità…

Vanessa Incontrada: “Credo che tra i quarantenni di oggi ci sia una parte che non sa bene quello che vuole veramente, è alla ricerca di una realizzazione personale. Sono ancora dei Peter Pan”.

Una storia in cui tutti in qualche modo possono ritrovarsi…

Gabriele Pignotta: “Il primo atto dello spettacolo è un passaggio temporale di sentimenti, di emozioni, in cui questi cinque personaggi è come se rappresentassero tutti, nella seconda parte c’è invece la commedia degli equivoci e diventiamo delle marionette in mano a un deus ex machina, che non rivelo, che ci fa essere protagonisti di questo esperimento televisivo. Il pubblico vive un’esperienza coinvolgente sotto tutti i punti di vista”.

Sarete in scena al Teatro Manzoni di Milano fino al 2 gennaio, quindi darete il benvenuto al 2022 in sala insieme agli spettatori. Cosa vi augurate per il nuovo anno?

Vanessa Incontrada: “Di sicuro che questo momento così tragico finisca, che il covid sparisca anche se penso ci vorrà ancora un po’ perché tutto possa sistemarsi. Abbiamo ripreso a vivere quasi normalmente ma c’è sempre la paura”.

Gabriele Pignotta: “Dopo i grandi periodi bui solitamente c’è un rinascimento, spero accada anche stavolta. Secondo me il teatro che ha sofferto parecchio con la pandemia riesploderà e tornerà ad essere protagonista delle serate degli spettatori di tutto il mondo”.

di Francesca Monti

Grazie a Manola Sansalone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...