Il 25 dicembre in prima serata su Rai 1 Alberto Angela conduce “Stanotte a Napoli”: “Questa città ci insegna ad aver fiducia nel futuro”

Dopo le serate-evento degli scorsi anni al Museo Egizio, a Firenze, a Venezia, al Vaticano e a Pompei, Alberto Angela con la sua troupe, nel silenzio della sera, si muoverà nei vicoli di Napoli, alla scoperta dei luoghi incantati della città in “Stanotte a Napoli”, in onda su Rai 1 il 25 dicembre. Castel dell’Ovo, Piazza del Plebiscito, il Palazzo Reale, il Teatro San Carlo, la Certosa di San Martino. E poi, San Gennaro e il suo tesoro, il Cristo Velato, il monastero di Santa Chiara, i presepi di via San Gregorio Armeno. Lontani dal flusso turistico, i telespettatori potranno vederli con calma, conoscere la loro storia e ammirarli nella loro straordinaria bellezza, complice la notte.
A punteggiare il viaggio di Alberto Angela saranno personaggi illustri, attori, cantanti e sportivi, che incarnano lo spirito della città.
Giancarlo Giannini vestirà i panni di Carlo di Borbone, il re che nel Settecento ha forgiato la città. La sua presenza accompagnerà il racconto del conduttore a sottolinearlo, correggerlo, integrarlo. Massimo Ranieri invece, con la sua voce ricorderà l’importanza e la diffusione nel mondo della canzone napoletana. Marisa Laurito racconterà i tanti Natali trascorsi nel capoluogo partenopeo in compagnia di personaggi indimenticabili. E ancora, Serena Rossi, in musica, illustrerà il legame che Napoli ha da sempre con il caffè, mentre il mito di Maradona sarà fatto rivivere da Salvatore Bagni, suo compagno di squadra. Serena Autieri, infine, rievocherà l’atmosfera del Cafè Chantant
nel Salone Margherita, uno dei luoghi più suggestivi di Napoli.

Alberto Angela è un fiore all’occhiello della programmazione Rai. Lo seguo fin dai tempi di Rai 3, la sua non è solo divulgazione ma è un emotainment divulgativo di testo, di immagini, di musica attraverso cui cerca di raccontare ed emozionare. A tre anni dall’ultimo viaggio fatto a Pompei si torna in onda con questo appuntamento notturno molto atteso dal pubblico. Nella semplicità di Alberto Angela c’è una missione democratica. Come diceva Gramsci “è un racconto per tutti ed è importante””, ha esordito Stefano Coletta, direttore di Rai 1 in conferenza stampa.

Ringrazio la Rai per aver scelto di mandare in onda “Stanotte a Napoli” il 25 dicembre. Le sfide ci piacciono ed è una scelta che condividiamo pienamente. E’ stata un’avventura meravigliosa. Ho girato il mondo, ma le cose più incredibili si trovano in Italia. E’ bello esplorare Napoli con chi la conosce perché ci vive. Abbiamo lavorato notte e giorno per cinque settimane e devo ringraziare la mia fantastica squadra. A Napoli ci sono il caffè, che viene dall’Etiopia ma è diventato simbolo della città, così come la pizza, col pomodoro che arriva dall’America. Napoli ha assorbito il meglio per poi restituirlo. Oppure pensiamo a Diego Armando Maradona, Napoli ha dato tanto anche a lui. Questa città è intrisa di storia, ha luci ed ombre, noi ci concentriamo sulle prime. Napoli ci insegna ad aver fiducia nel futuro”, ha detto Alberto Angela.

Stanotte a Napoli è diretta da Gabriele Cipollitti ed è una produzione realizzata dalla RAI in 4K HDR. La fotografia è di Vincenzo Calò. Una puntata scritta da Aldo Piro, Fabio Buttarelli, Ilaria Degano, Vito Lamberti ed Emilio Quinto.

di Francesca Monti

credit foto Ufficio Stampa Rai

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...