Fiction Rai: i titoli della primavera 2022

Il nuovo anno porterà una stagione ricca di tante appassionanti serie tv in onda sulle reti Rai tra grandi ritorni, come Don Matteo 13, Màkari, Volevo fare la rockstar e Doc – Nelle tue mani, e interessanti novità.

Ecco i titoli delle fiction della primavera 2022:

NON MI LASCIARE Vittoria Puccini 4

Dal 9 e 10 gennaio NON MI LASCIARE 

Scritto da Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Ivano Fachin, Giovanni Galassi, Tommaso Matano
Con Vittoria Puccini, Alessandro Roia, Sarah Felberbaum
Regia di Ciro Visco
Una coproduzione Rai Fiction-PayperMoon Italia, prodotta da Mario Mauri
Serie in 4 serate – Thriller

Elena Zonin è una poliziotta, vive a Roma e si occupa di crimini informatici, in particolare, di reati contro l’infanzia. Segue, con una passione che rasenta l’ossessione, le indagini che riguardano la scomparsa di minori. Un nuovo caso, legato a un’indagine su cui sta lavorando da tempo, la porta a Venezia, la città della sua giovinezza, da cui è fuggita vent’anni prima e dove ritrova Daniele, suo grande amore diventato vicequestore di polizia, e Giulia, sua migliore amica ora moglie di Daniele. Venezia con i suoi palazzi, il mistero delle sue calli, il silenzio dei campielli sarà il naturale teatro dell’inchiesta che li vedrà lavorare fianco a fianco. La caccia ai criminali li spingerà tra le nebbie del Polesine, alla scoperta di segreti per anni tenuti nascosti e che ora tornano alla luce. L’intreccio tra passato e presente riapre vecchie ferite. Superarle, per ciascuno di loro, significa poter finalmente guardare al futuro.

DOC 2 - Luca Argentero - Matilde Gioli - Sara Lazzaro

Dal 13 gennaio DOC. NELLE TUE MANI – SECONDA STAGIONE 

Scritto da Francesco Arlanch, Viola Rispoli (soggetto di serie)
Con Luca Argentero, Matilde Gioli, Sara Lazzaro, Pierpaolo Spollon, Simona Tabasco, Silvia Mazzieri, Alberto Malanchino, Beatrice Grannò, Gianmarco Saurino, Marco Rossetti, Giusy Buscemi, Giovanni Scifoni, Alice Arcuri, Gaetano Bruno
Serie diretta da Beniamino Catena per le prime 4 serate e da Giacomo Martelli per le restanti 4
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 8 serate – Medical drama

Dopo lo straordinario successo della prima stagione, Luca Argentero torna su Rai 1 nel ruolo di Doc, il medico che ha perso la memoria degli ultimi dodici anni e che ha dovuto ricominciare tutto daccapo, nella vita privata come nel reparto di Medicina interna di cui è stato temibile primario. Nei nuovi episodi è proprio questo l’obiettivo di Andrea Fanti: tornare a essere primario per difendere la sua squadra e continuare senza riserve a mettersi in ascolto dei pazienti, capirli e accompagnarli alla guarigione. L’empatia, la vicinanza, sono gli stessi strumenti che Doc usa per convincere Giulia, un tempo amata assistente, a ritirare la richiesta di trasferimento, e per tentare di riconquistare Agnese, l’ex moglie a cui si sente ancora legato. Nel frattempo, il Policlinico Ambrosiano viene travolto dalle conseguenze della peggiore pandemia degli ultimi cento anni, che ha avuto Milano come epicentro mondiale (all’emergenza sanitaria è dedicato un episodio speciale). Doc e i suoi colleghi devono far fronte alla difficile sfida di tornare alla normalità senza isolarsi, senza perdere la fiducia e il piacere del contatto con gli altri. Ciascuno dei nostri medici avrà infatti una nuova ferita da elaborare: la perdita di una persona amata, la scoperta di una paura ignota, lo smarrimento nel trovarsi davanti a qualcosa che si può vincere soltanto camminando insieme, a testa alta e con la speranza nel cuore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dal 16 gennaio LA SPOSA 

Con Serena Rossi, Giorgio Marchesi

Regia di Giacomo Campiotti

Una coproduzione Rai Fiction-Endemol Shine Italy

Serie in 3 serate

La Sposa è una serie ambientata nel passato, ma che parla al presente. Affronta tematiche attualissime come l’emancipazione femminile, la parità di genere, e il rispetto delle differenze socio-culturali. Un racconto moderno, che ha per protagonista una figura femminile coraggiosa e forte, un grande esempio di tenacia e riscatto sociale.

Italia, fine degli anni ’60. Sono anni di grandi cambiamenti e di trasformazioni, dal costume alla politica. Ma in alcune zone del Paese sono ancora diffuse pratiche arcaiche come i matrimoni per procura, in cui giovani donne del Sud vengono date in spose a uomini del Nord, per lo più agricoltori. È questa la premessa che innesca il racconto de La Sposa, la nuova serie di Rai 1 in tre serate (6×50’) coprodotta da Rai Fiction ed Endemol Shine Italy che ha per protagonista Serena Rossi, con la regia di Giacomo Campiotti. Un toccante racconto sulla crescita personale e famigliare di una donna ed una struggente storia d’amore, che vede nel cast anche Giorgio Marchesi e Maurizio Donadoni. Il soggetto di serie è di  Valia Santella, che firma anche le sceneggiature insieme a Eleonora Cimpanelli e Antonio Manca.

Maria (Serena Rossi) è una giovane donna calabrese che, per salvare la famiglia dall’indigenza, decide di accettare il matrimonio per procura voluto dal rude agricoltore vicentino Vittorio Bassi (Maurizio Donadoni). La famiglia di Maria è fortemente indebitata con Zi’ Michele e sua moglie Carmela, che hanno combinato il matrimonio, e, accettarlo, è l’unica soluzione per pagare il debito. La prima scelta di Zi’ Michele è Luisa (Giulia D’Aloia), sorella minore di Maria, ma la ragazza è già fidanzata e Maria, per consentirle di vivere il suo amore, si offre di prendere il suo posto. Pur di aiutare la madre (Mariella Lo Sardo) e i fratelli, Maria è disposta a tutto, anche a rinunciare alle sue radici e al suo sogno romantico con Antonio (Mario Sgueglia), il primo amore, di cui però non ha notizie da tempo dopo il suo trasferimento in Belgio. Maria stila un accordo con Vittorio, con il quale l’uomo si impegna a saldare il debito, a pagare l’affitto, gli studi di suo fratello Giuseppe (Matteo Valentini), e a organizzare anche il matrimonio della sorella. Giunta all’altare, però, Maria scopre che non sposerà Vittorio, ma suo nipote Italo (Giorgio Marchesi), che non ha mai visto. Arrivata al Nord, Maria deve fare subito i conti con una realtà totalmente ostile, dovuta al suo essere meridionale e donna, al duro lavoro nei campi, ma soprattutto al rifiuto di Italo, ancora troppo sconvolto dalla misteriosa scomparsa della prima moglie, Giorgia, di cui è ritenuto responsabile dai compaesani. Italo non vuole saperne di Maria: è stato lo zio Vittorio a fargli firmare le carte del matrimonio per procura con l’inganno, per assicurarsi una discendenza “sana”. In realtà, Italo ha già un figlio, Paolino (Antonio Nicolai), un bambino molto intelligente che soffre, però, di crisi epilettiche e che, traumatizzato dalla scomparsa della madre, si è chiuso in sé stesso, passa il suo tempo nella stalla con gli animali e ha smesso di andare a scuola.

Nonostante questo contesto così difficile, Maria non si lascia andare. Anzi. Resiliente e generosa, cerca un modo per migliorare la vita di tutti, rendere la casa dove vive più accogliente e le persone con cui abita migliori. Il rapporto con Paolino – e il desiderio di aiutarlo – è per lei un raggio di sole. Con spirito pratico e grande dolcezza, Maria costruisce per sé e per gli altri una vita vera, felice. La sua determinazione, la sua intelligenza e il suo grande cuore riusciranno a portare un cambiamento nelle vite di chi la circonda, rendendola artefice di una profonda trasformazione familiare e nelle relazioni con i contadini della tenuta Bassi.

A turbare questa rinascita, arriverà Antonio, l’ex fidanzato di Maria, tornato in Italia dal Belgio e diventato nel frattempo un rampante imprenditore edile, che ha deciso di coinvolgere nella sua attività Giuseppe, il fratello minore di Maria e che non sembra disposto a rinunciare al suo primo amore.

A fare da sfondo alla storia dei protagonisti il contrasto fra i valori e le dinamiche del mondo contadino e quelli, spesso controversi, dell’Italia più industrializzata, con le conseguenti infiammate lotte sociali di fine anni Sessanta: gli scioperi di braccianti e operai, le rivendicazioni sindacali per condizioni di lavoro più eque, il sogno di un nuovo modello economico che concili tradizione e progresso.

TUTTO PER MIO FIGLIO 9C3A0270

TUTTO PER MIO FIGLIO
Scritto da Umberto Marino
Con Giuseppe Zeno, Antonia Truppo
Regia di Umberto Marino
Una coproduzione Rai Fiction-Compagnia Leone Cinematografica
Tv movie – Civile

Raffaele Acampora è un allevatore campano che “fa” i mercati e che, stanco delle continue vessazioni dei camorristi, organizza i suoi colleghi e fonda un sindacato. Si ribella al pizzo, al racket, e va anche oltre. Collabora con la polizia e la magistratura, denuncia, fa nomi. La camorra cerca in ogni modo di farlo smettere, arrivando a minacciare la sua famiglia. La moglie fa di tutto per farlo rinunciare alla sua battaglia quando capisce che è in pericolo. Ma Raffaele ha detto agli iscritti del sindacato che avrebbe difeso i loro interessi e soprattutto vuole dare al figlio adolescente un esempio morale forte, garantirgli una vita libera dalla paura e dalla violenza. Per questo viene ucciso, pagando con la vita il proprio senso di giustizia.

MAKARI 2 - Claudio Gioè

MÀKARI – SECONDA STAGIONE  

Scritto da Francesco Bruni, Salvatore De Mola, Leonardo Marini, Attilio Caselli, Carlotta Massimi, Ottavia Madeddu

Tratto dalle opere di Gaetano Savatteri, edite da Sellerio

Con Claudio Gioè, Ester Pantano, Domenico Centamore

Regia di Michele Soavi
Prodotto da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra con Max Gusberti per Palomar in collaborazione con Rai Fiction

Serie in 3 serate – Giallo

Saverio, insieme al caro Piccionello, continua la sua bella vita di scrittore squattrinato e orgoglioso nullafacente a Màkari. Peccato che Suleima sia a Milano da quasi un anno, ma – miracolo – un progetto la riporta in Sicilia, anche se purtroppo insieme al suo fascinoso e ricchissimo capo, Teodoro Bartoli, di cui Saverio è gelosissimo. Ma non è solo Teodoro a minacciare la felicità di Saverio: Suleima è ormai pronta a spiccare il volo e lui dovrà lottare non poco per non perderla e soprattutto per non cadere nei suoi soliti maledetti errori. In questa nuova stagione dell’amore, Saverio non smetterà comunque i panni dell’investigatore e i tre nuovi casi che dovrà risolvere con l’inseparabile Piccionello lo confermeranno un detective, magari un po’ strampalato e picaresco, ma straordinariamente acuto e tenace. Il primo caso lo porta nella Valle dei Templi di Agrigento, dove un famoso archeologo, il Professor Demetrio Alù, viene ritrovato ucciso. Saverio si rende subito conto che l’omicidio è legato ad interessi economici che riguardano i misteriosi resti dell’antico teatro di Agrigento, ma non farà in tempo a sbrogliare la complicata matassa che sarà di nuovo coinvolto in un altro caso. Questa volta si tratterà di Alberto Triassi, simbolo della lotta alla criminalità organizzata, presente a un convegno sul contrasto alla mafia che si svolge in un convento. Mentre Piccionello ritrova la giornalista Marina Tadde ed è di nuovo subito amore, Saverio non solo dovrà risolvere il difficile caso, ma si troverà anche ad affrontare un pezzo scottante del suo recente passato: al convegno infatti c’è Sammarco, il potente sottosegretario all’origine della sua rovina. Ma per Saverio le sfide non sono terminate: il “rivale”, Teodoro Bartoli, viene trovato morto in circostanze misteriose. Il manager, insieme a Suleima e a un gruppo di ragazzi, stava realizzando un progetto proprio vicino a Màkari che avrebbe ridato opportunità e spazio a tanti giovani talenti fuggiti dalla Sicilia. Suleima stretta nel lutto, sembra sempre più lontana, mentre Saverio fa luce sull’insospettabile assassino. Solo allora sapremo se per loro è ancora possibile continuare ad amarsi.

LAG STORIA DI CHI FUGGE E DI CHI RESTA - Gaia Girace - Margherita Mazzucco

L’AMICA GENIALE – STORIA DI CHI FUGGE E DI CHI RESTA  

Scritto da Elena Ferrante, Francesco Piccolo, Laura Paolucci, Saverio Costanzo
Tratto dal romanzo Storia di chi fugge e di chi resta di Elena Ferrante, Edizioni E/O
Con Margherita Mazzucco, Gaia Girace
Regia di Daniele Luchetti
Una serie HBO-Rai Fiction, prodotta da Domenico Procacci per Fandango e Lorenzo Mieli per The Apartment, da Wildside – entrambe società del gruppo Fremantle – e FremantleMedia Italia, in collaborazione con Rai Fiction e HBO Entertainment

Distributori internazionali: Fremantle in collaborazione con Rai Com
Evento in 4 serate – Drama

Elena e Lila sono diventate donne. Lo sono diventate molto presto: Lila si è sposata a sedici anni, ha un figlio piccolo, ha lasciato il marito e l’agiatezza, lavora come operaia in condizioni durissime; Elena è andata via dal rione, ha studiato alla Normale di Pisa e ha pubblicato un romanzo di successo che le ha aperto le porte di un mondo benestante e colto. Ambedue hanno provato a forzare le barriere che le volevano chiuse in un destino di miseria, ignoranza e sottomissione. Ora navigano, con i ritmi travolgenti a cui Elena Ferrante ci ha abituati, nel grande mare aperto degli anni Settanta, uno scenario di speranze e incertezze, di tensioni e sfide fino ad allora impensabili, sempre unite da un legame fortissimo e ambivalente, a volte evidente nella dolorosa e inevitabile alternanza di esplosioni violente o di incontri che gli riservano prospettive inattese.

Lea - Un nuovo giorno_Anna Valle co Rausy Giangarè, Manuela Ventura, Daniela Morozzi, Marina Crialesi_credits obbligatori Banijay Studios Italy, foto di Pierfrancesco Bruni

credits Banijay Studios Italy, foto di Pierfrancesco Bruni

LEA UN NUOVO GIORNO
Scritto da Peter Exacustos, Anna Mittone, Mauro Casiraghi
Con Anna Valle, Giorgio Pasotti, Mehmet Gunsur, Eleonora Giovanardi, Primo Reggiani, Daniela Morozzi.
Regia di Isabella Leoni
Una coproduzione Rai Fiction – Banijay Studios Italy Srl
Serie in 4 serate – Hospital-melò

Quando Lea ritorna a Ferrara per prendere servizio come infermiera pediatrica, dopo un anno di aspettativa, non sa che rincontrerà l’ex marito Marco, brillante pediatra appena nominato primario proprio nello stesso reparto. Il matrimonio era naufragato dopo la morte del loro bambino, a poche settimane dal parto e dal tradimento di Marco con Anna, amica di Lea e ginecologa nello stesso ospedale. Nonostante il forte desiderio di maternità e la consapevolezza di non poter più avere figli, Lea è decisa a ricominciare una nuova vita, partendo proprio dal suo lavoro e dai piccoli pazienti che accudisce con amore e che diventano per lei come una famiglia. L’incontro inaspettato con Arturo, un affascinante bassista e cantante rock che s’innamora di lei, le fa provare emozioni profonde che non sfuggono a Marco, consapevole di essere ancora innamorato di Lea e di non poter più nascondere i propri sentimenti. In un attimo i due sono di nuovo insieme, il loro amore è una fiamma che non si è mai spenta e che travolge entrambi. Finché non arriverà un duro colpo per Lea che rimetterà tutto in discussione.

NOI Lino Guanciale - Aurora Ruffino - Dario Aita - Claudia Marsicano Livio Kone

NOI
Scritto da Sandro Petraglia, Flaminia Gressi, Michela Straniero
Adattamento italiano della serie americana This Is Us targata 20th Television (parte dei Disney Television Studios), creata da Dan Fogelman
Con Lino Guanciale, Aurora Ruffino, Dario Aita, Claudia Marsicano, Livio Kone, Angela Ciaburri, Leonardo Lidi, Flavio Furno, Timothy Martin, Francesca Agostini, Liliana Fiorelli, Giordano Faggiano, Massimo Wertmuller
Regia di Luca Ribuoli
Prodotta da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz, Claudia Aloisi per Cattleya in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 6 serate – Family drama

Ognuno ha una famiglia. E ogni famiglia ha una storia. Noi è la storia della famiglia Peirò attraverso i decenni: da Pietro e Rebecca, giovane coppia che negli 80’ affronta la sfida di crescere tre figli fino ai nostri giorni, in cui Claudio, Caterina e Daniele cercano la propria strada verso la felicità. Tutto ha inizio nel 1984, a Torino. È il compleanno di Pietro. Rebecca, che aspetta tre gemelli, comincia ad avere le doglie. È un parto difficile, uno dei gemelli non ce la fa e Pietro, che ha promesso a se stesso e a sua moglie che da quell’ospedale usciranno con tre bambini, prende la decisione che cambierà il corso delle loro vite: adottare Daniele, un neonato nero, che qualcuno ha abbandonato fuori da una caserma dei pompieri. E così, nel passato, seguiamo Pietro e Rebecca neo-genitori nel difficile compito di crescere tre neonati, poi tre bambini e infine tre adolescenti. Di episodio in episodio, li scopriremo sempre più in bilico e divisi tra l’amore per la famiglia e il bisogno di non sacrificare i propri sogni e le proprie ambizioni. Nel presente Claudio, Caterina e Daniele cercano la propria strada: Daniele, marito e padre felice e uomo di successo, decide di cercare il proprio padre biologico; Claudio lascia una carriera ormai consolidata come attore televisivo per scoprire il proprio talento teatrale, mentre Caterina, sola e sovrappeso decide di dimagrire per ritrovare l’autostima. Scavando nel passato e affrontando il presente, ciascuno di loro si troverà di fronte ai dolori e ai segreti che non ha voluto o potuto affrontare fino a quel momento, scoprendosi vulnerabile e insieme più forte di quello che credeva.

MALINCONICO AVVOCATO Massimiliano Gallo_credit foto FABRIZIO DI GIULIO

credit foto Fabrizio Di Giulio

VINCENZO MALINCONICO AVVOCATO

Scritto da Diego De Silva, Gualtiero Rosella, Massimo Reale, Valerio Vestoso (dai romanzi e racconti di Diego De Silva)
Con Massimiliano Gallo, Denise Capezza, Teresa Saponangelo, Francesco Di Leva, Lina Sastri, Luca Gallone, Giovanni Ludeno, Carlo Massarini, Ana Caterina Moriaru, Michele Placido.
Regia Alessandro Angelini
Una coproduzione Rai Fiction-Viola Film
Serie in 4 serate – Commedia/giallo

Avvocato d’insuccesso, nella vita Vincenzo Malinconico non raggiunge mai la piena sufficienza. Separato, due figli, piace alle donne per la sua insicurezza ma, pur intrecciando ogni volta delle relazioni significative, sembra che non riesca a realizzare una vita sentimentale compiuta. C’è solo una cosa che sa fare davvero (e senza che mai nessuno glielo chieda): filosofeggiare. Vincenzo ha sempre un pensiero in testa. Generalmente, un pensiero fuori tema. Il suo portafoglio clienti ha un profilo decisamente leggero, si occupa di contenziosi non particolarmente impegnativi (sinistri stradali, liti di condominio, separazioni, recupero crediti non ingenti) e non sempre porta a casa delle vittorie. Eppure, suo malgrado, si trova invischiato in cause più grandi di lui: nel primo episodio, Vincenzo è costretto a difendere un macellaio di camorra nel cui giardino è stata ritrovata una mano; nel secondo, un vicino di casa accusato di omicidio; nel terzo aiuterà un padre disperato il cui figlio è rimasto ucciso per errore in un regolamento di conti; nel quarto, verrà chiamato ad occuparsi di una causa di divorzio dalla moglie del più importante avvocato di Napoli. Ma, soprattutto, nel corso della serie Malinconico si impegnerà con tutti i mezzi a sua disposizione pur di scoprire l’assassino di una ragazzina di appena sedici anni che gli ricorda tanto sua figlia Alagia.

A MUSO DURO - Flavio Insinna 943A0164

A MUSO DURO
Scritto da Grazia Giardiello, Roberto Jannone, Marco Pontecorvo
Con Flavio Insinna, Paola Minaccioni, Claudia Vismara, Massimo Wertmüller
Regia di Marco Pontecorvo
Una coproduzione Rai Fiction-Elysia Productions con la collaborazione di L’Alveare Producecinema
Tv movie – Biografico

L’edificante storia di Antonio Maglio, medico e dirigente dell’INAIL, che ha dedicato la vita intera al pieno recupero delle persone disabili. Partendo dall’idea che lo sport possa essere un potente ed essenziale strumento riabilitativo, alla fine degli anni Cinquanta il professor Maglio crea una struttura all’avanguardia apprezzata a livello nazionale e internazionale, che si distingue per la capacità di recupero fisico e psichico dei pazienti paraplegici: cambiando completamente il metodo di cura, ridà loro una motivazione per vivere nonostante la malattia. Il passo successivo è nel 1960, quando Maglio riesce a far disputare a Roma la prima Paralimpiade, sfruttando gli impianti sportivi costruiti per le Olimpiadi appena concluse. Con pochi mezzi e superando difficoltà di ogni genere, Maglio immagina, concepisce e organizza un Torneo Internazionale ribaltando il concetto di disabilità, facendo uscire dall’ombra e ponendo per la prima volta al centro di una grande manifestazione sportiva persone con handicap fisici.

STUDIO BATTAGLIA DSC02460

STUDIO BATTAGLIA
Scritto da Lisa Nur Sultan
Con Barbora Bobulova, Lunetta Savino, Miriam Dalmazio, Giorgio Marchesi, Marina Occhionero, e con Carla Signoris, e con Thomas Trabacchi, con la partecipazione di Massimo Ghini
Regia di Simone Spada, Jacopo Bonvicini
Una produzione Palomar Spa in collaborazione con Rai Fiction e Tempesta Srl
Serie in 4 serate – Legal, dramedy

Un legal dramedy che ci farà osservare le relazioni sentimentali da uno spioncino particolare: lo studio dell’avvocato divorzista. Qui di avvocate ne abbiamo tante e sono le migliori di Milano: a partire da Anna Battaglia, che lascia il prestigioso studio della madre Marina, in cui lavora anche la sorella Nina, per un nuovo incarico nei grattacieli di Porta Nuova, allo Studio Zander. Qui ritroverà Massimo, vecchio flirt dei tempi dell’università, a cui all’epoca aveva preferito Alberto, diventato poi suo marito. Ed è arrivata l’ora di chiedersi se sia stata la scelta giusta. Oltre al loro triangolo, cuore del racconto sono le donne Battaglia, tre divorziste e una futura sposa, la sorella Viola. Quattro donne in diverse fasi della vita, ognuna coi propri sogni e turbamenti, unite da un amore profondo e un’invincibile ironia che le ha sempre salvate, anche quando tutto sembrava crollare, come quando venticinque anni prima erano state abbandonate dal padre, Giorgio, che adesso è ritornato nelle loro vite. Il racconto intreccia, con un linguaggio e un’estetica fortemente contemporanei, casi legali dai risvolti inediti riguardo gli aspetti più attuali del diritto di famiglia: accordi di riservatezza, nuove forme di genitorialità, privacy, tutela dell’immagine.

RINASCERE
Scritto da Umberto Marino, Michela Straniero
Tratto dal libro Rinascere di Manuel Bortuzzo, edito da Rizzoli
Con Giancarlo Commare, Alessio Boni, Gea Dall’Orto, Davide Coco
Regia di Umberto Marino

Una coproduzione Rai Fiction-Moviheart
Tv movie – Biografico

La vita di Manuel Bortuzzo, giovane promessa del nuoto, cambia completamente il 2 febbraio 2019: rimane vittima innocente e inconsapevole di un regolamento di conti fra balordi. A causa di uno scambio di persona, il giovane nuotatore viene colpito alla schiena da un proiettile mentre sta comprando le sigarette a un distributore automatico insieme con Martina, la sua giovanissima fidanzata. La corsa in ospedale e la diagnosi: lesione midollare completa. Una notizia terribile, Manuel non potrà più usare le gambe, ma se il proiettile lo avesse colpito dodici millimetri più in basso, avrebbe leso l’arteria addominale e in ospedale non ci sarebbe nemmeno arrivato! La sua carriera sembra finita e il sogno di partecipare alle Olimpiadi svanito per sempre. Niente è più come prima, Manuel allontana Martina e i vecchi amici accettando solo il sostegno del padre e di Alfonso, un ragazzo conosciuto in clinica riabilitativa. Dopo la sofferenza, lo sconforto, la rabbia, il giovane atleta scopre dentro di sé la forza di andare avanti e di rinascere. La nuova passione per il pianoforte e il ritorno con Martina sono l’inizio di una nuova vita.

Don Matteo 11

DON MATTEO 13 

Scritto da Mario Ruggeri, Umberto Gnoli, Dario Sardelli (soggetto di serie)
Con Terence Hill, Nino Frassica, Natalie Guettà, Maria Chiara Giannetta, Maurizio Lastrico, Pamela Villoresi, Flavio Insinna, Raoul Bova
Regia di Francesco Vicario, Luca Brignone
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 10 serate – Giallo, commedia

Torna su Rai1 Don Matteo, un viaggio nella vita e nella società di oggi raccontato attraverso lo sguardo di un uomo che crede nella possibilità di cambiare e perdonare. Al centro della serie ritroviamo Don Matteo, la Capitana e il Maresciallo, un triangolo capace di creare un racconto dove risate, emozioni e commozione convivono, dando vita a un mondo unico. Accanto a loro Nardi, Natalina, Pippo, la piccola Ines e Anceschi, arrivato in città per un’occasione speciale. Alla fine della precedente stagione Marco ha finalmente ricevuto il perdono di Anna dopo averla tradita, ma non il suo amore, perché lei ha deciso di dare un’opportunità a Sergio, aspettando che finisse di scontare la sua pena. Ora Anna è in attesa di Sergio, pronta a iniziare la loro vita insieme, mentre Marco si è accontentato di essere il suo migliore amico. Mille complicazioni, però, attendono i due “amici”, tra cui l’arrivo di Valentina, figlia di Anceschi e figlioccia del Maresciallo, che dietro l’apparenza di una ragazza allegra nasconde un segreto che la logora e la fa soffrire. Cecchini, con l’affetto di un padre, aiuterà Valentina a sanare la sua ferita e a fare pace con il passato. Marco si avvicinerà a lei, riscoprendo dei lati di sé che non ricordava di avere. La piccola Ines intanto continua a vivere in canonica con Don Matteo: in assenza di Sergio, Anna le ha fatto da mamma e, proprio grazie a questo rapporto, capirà che cosa vuol dire amare davvero. Infine, a movimentare la vita della canonica, ci sarà anche Federico, un ragazzone pieno di rabbia che nasconde un cuore d’oro. Federico è stato abbandonato dalla persona che amava di più e adesso ha un solo obiettivo: prendere in affidamento suo fratello, un neonato di dieci mesi ricoverato in ospedale. Don Matteo, Pippo e Natalina aiuteranno questo ragazzo che pensa di non meritarsi nulla a darsi una seconda possibilità.

Sopravvissuti_Partenza Arianna_MB-3193-2

SOPRAVVISSUTI 

Da un’idea di Sofia Bruschetta, Giovanni Galassi, Ivano Fachin, Tommaso Matano
Scritto da Viola Rispoli, Massimo Bacchini, Sofia Bruschetta, Giovanni Galassi, Ivano Fachin, Tommaso Matano

Con Lino Guanciale, Barbora Bobulova, Stéfi Celma, Vincenzo Ferrera, Florian Fitz, Giacomo Giorgio, Pia Lanciotti, Sophie Pfennigtorf, Elena Radonocich, Fausto Maria Sciarappa, Camilla Semino Favro, Alessio Vassallo, Adèle Wismes
Regia Carmine Elia
Una coproduzione Rai Fiction, Rodeo Drive, France Télévisions, Cinétévé, ZDFneo
Serie in 6 serate – Mistery drama

Una nuova grande coproduzione a guida italiana dell’Alleanza Europea tra Rai, France Télévisions e ZDF. Una barca a vela di nome Arianna, elegante e moderna, salpa dal porto di Genova per una traversata oceanica, con dodici passeggeri. Ciascuno di loro sale a bordo col bagaglio della propria storia, complessa e a volte dolorosa, con la speranza che quell’avventura segni un nuovo inizio. Tra legami già esistenti e nuove conoscenze, il gruppo inizia il viaggio, ignaro del destino che lo attende, cosi come lo sono i familiari che li hanno salutati, felici, dalla banchina. Dopo pochi giorni di navigazione l’Arianna scompare dai radar. Un anno dopo, quando ormai le speranze di ritrovarla sono state del tutto abbandonate, eccola riapparire misteriosamente, ridotta a un relitto con a bordo solo sette persone. Cosa è successo agli altri? Come hanno fatto i superstiti a restare in vita? A che prezzo? Mentre le vite dei sopravvissuti e dei loro cari riprendono a fatica, su tutti loro incombe il peso della tragedia vissuta e di una misteriosa catena di logoranti segreti che gli ex naufraghi sono costretti a mantenere. Sopravvissuti è un viaggio nei labirinti della psiche e nell’intimità delle relazioni umane.  La storia del ritorno a una vita che non ci appartiene più, cercando di ritrovare il legame con chi credevamo un compagno di vita e che ora a stento riconosciamo. Sopravvissuti è la risposta a una domanda semplice ma terribile: cosa sei disposto a fare per sopravvivere?

Romazo_radicale_di MimmoCalopresti_nella_foto_AndreaBosca_foto_di_Chiara_Calabrò

credit foto Chiara Calabro

ROMANZO RADICALE

Scritto da Monica Zapelli, Luca Lancise con la collaborazione di Mimmo Calopresti
Con Andrea Bosca
Regia Mimmo Calopresti
Una coproduzione Rai Fiction-Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano
Docufiction – Biografico

Nel 1959 l’Italia è un Paese dove non è possibile divorziare, l’aborto è un reato, il servizio militare un obbligo. Meno di vent’anni dopo, divorzio, aborto, obiezione di coscienza sono diventati diritti irrinunciabili che nessun partito oserebbe mettere in discussione. Dietro questa rivoluzione c’è un uomo che, quando inizia tutto questo, non è un deputato, non ha spazi televisivi pronti a dargli voce o un grande partito che lo protegga. Eppure, Marco Pannella riesce a scuotere l’Italia e a vincere la battaglia referendaria del divorzio perché è mosso dalla convinzione, semplice e rivoluzionaria, che la politica debba occuparsi della vita delle persone e della loro felicità. E per farsi ascoltare, inventa un nuovo linguaggio della politica fatto di digiuni, arresti, provocazioni. Romanzo radicale è il racconto dell’avventura di Marco Pannella e del Partito Radicale attraverso le risorse espressive della fiction per i momenti più intimi; il repertorio per i gesti di Marco Pannella che hanno fatto epoca e che nessuna rappresentazione riuscirebbe a restituire con la stessa forza; la voce degli amici o di chi con lui ha discusso e a lui si è opposto. Un controcanto utile e necessario per restituire, almeno in parte, la vita e la complessità di uno straordinario uomo del Novecento.

VOSTRO ONORE - Stefano Accorsi DSC04877

VOSTRO ONORE

Scritto da Donatella Diamanti, Laura Grimaldi, Paolo Piccirillo, Gianluca Gloria e Mario Cristiani
Con Stefano Accorsi, Barbara Ronchi, Francesco Colella, Matteo Oscar Giuggioli, Betti Pedrazzi, Camilla Semino Favro, Leonardo Capuano, Isabella Mottinelli, Gabriele Falsetta, Roberto Oliveri, Simon Rizzoni, Riccardo Vicardi, Remo Girone.
Regia di Alessandro Casale
Regia 2^ unità Lyda Patitucci
Una coproduzione Rai Fiction – Indiana
Serie in 4 serate – Drama

Rifacimento italiano della miniserie israeliana Kvodo, VOSTRO ONORE è un legal thriller che vedrà Stefano Accorsi come protagonista. Vittorio Pagani è un giudice milanese noto per la sua integrità, in corsa per la carica di presidente del Tribunale di Milano. La recente scomparsa della moglie, ha segnato dolorosamente la sua vita e complicato il già difficile rapporto con suo figlio Matteo. Ma quando Matteo investe con la macchina il giovane esponente di una famiglia criminale, i Silva, Vittorio si scopre pronto a tutto pur di proteggere il figlio, anche a costo di una terribile discesa agli inferi. I Silva sono una vecchia conoscenza del giudice: è stato lui infatti quando era PM, a smantellarne l’organizzazione arrestandone il capoclan. Per questo sa bene che, se i Silva scoprissero chi è stato a causare l’incidente, non esiterebbero un solo istante a vendicarsi, uccidendo Matteo. Vittorio allora, coinvolgendo un suo vecchio amico poliziotto, da giudice stimato e rispettato si avvia a infrangere quella Legge della quale è stato da sempre integerrimo paladino, combattuto tra questa e quella del cuore.

VOLEVO FARE LA ROCKSTAR 2 - Valentina Bellè

VOLEVO FARE LA ROCKSTAR – SECONDA STAGIONE

Scritto da Alessandro Sermoneta (headwriter), Giacomo Bisanti, Matteo Visconti, Claudia De Angelis
Con Giuseppe Battiston, Valentina Bellè, Angela Finocchiaro, Emanuela Grimalda e con Anna Ferzetti
Regia di Matteo Oleotto
Una coproduzione Rai Fiction-Pepito Produzioni, prodotta da Maria Grazia Saccà e Agostino Saccà
Serie in 4 serate – Family, commedia

Alla fine della prima stagione abbiamo lasciato Olivia e Francesco alle prese con la loro relazione in stallo. Mentre lei è occupata a sopravvivere ai suoi mille lavori e alle ormai adolescenti Emma e Viola, Francesco ha intenzioni serie, ma con un’altra donna: la professoressa Silvia. Come se i problemi di cuore non bastassero, Nice torna alla carica nella nuova versione di super nonna amorevole, forse un po’ sospetta, minando l’autorità di Olivia per convertire le gemelle in Elti-Zignoni. La necessità di farsi valere spinge Olivia ad iscriversi alla scuola serale dove incontra Silvia. La sua nemica numero uno che invece si rivelerà il miglior mentore che abbia mai avuto. Come farà Olivia a combatterla e vincere il cuore di Francesco? Anche per suo fratello Eros è tempo di decidersi ad amare. Fabio, un artista energico e talentuoso si innamora di lui. Eros ce la farà o manderà tutto all’aria in pieno stile Mazzuccato?

BANGLA - LA SERIE - Phaim Bhuiyan

BANGLA – LA SERIE

Scritto da Emanuele Scaringi, Vanessa Picciarelli, Phaim Bhuiyan, Dario D’Amato, Giulia Gianni, Giulio Carrieri
Con Phaim Bhuiyan, Carlotta Antonelli, Simone Liberati e con Pietro Sermonti
Regia di Emanuele Scaringi, Phaim Bhuiyan
Prodotto da Domenico Procacci per Fandango in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 8 episodi da 30’ – Commedia

Cosa vuol dire per un giovane di vent’anni, italiano di seconda generazione e musulmano praticante, vivere in un mondo così lontano dai precetti dell’Islam, soprattutto per quanto riguarda il sesso e le relazioni amorose? Cosa accade quando il desiderio bussa alla sua porta? Queste le domande a cui sono chiamati a rispondere Phaim e i suoi amici, un gruppo di ragazzi di origine bengalese. Nati e cresciuti in Italia, si sentono italiani a tutti gli effetti, pur conservando un forte sentimento di appartenenza alla propria cultura di origine. La serie racconta i conflitti religiosi, familiari, sentimentali di cui Phaim è protagonista e il suo tentativo non sempre facile di conciliare queste due diverse identità: l’urto con il mondo occidentale, il difficile equilibrio da trovare con la famiglia che vorrebbe vederlo conservare la propria cultura di provenienza e l’arrivo dell’amore con Asia, un’intraprendente e curiosa ragazza di Roma nord che scombina le carte e crea più di una complicazione. I mondi di Phaim e di Asia appaiono subito inconciliabili. Ma lo sono davvero? A fare da sfondo, la complessità del microcosmo in cui i personaggi si muovono, il quartiere multietnico di Torpignattara e la sua straordinaria ricchezza umana. Un mondo con regole complesse, spesso contraddittorie, in cui il solo modo per farla franca e sopravvivere è in verità semplicissimo: improvvisare. E Phaim è un campione in questo.

IL SANTONE #LEPIÙBELLEFRASIDIOSCIO

Scritto da Simona Ercolani, Luca Vendruscolo, Giacomo Ciarrapico, Tommaso Capolicchio, Filippo Gentili, Federico Palmaroli, Giulio Carreri, Giulia Gianni, Vanessa Picciarelli, Pietro Seghetti, Laura Grimaldi
Con Neri Marcorè, Carlotta Natoli
Regia di Laura Muscardin
Prodotto da Simona Ercolani per Stand by me in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 10 episodi da 25’- Commedia

Enzo Baroni è sempre stato un uomo buono, forse troppo, uno che quando gli mettono i piedi in testa risponde con un sorriso ma dentro lo avvolge un velo di tristezza. Poi, un giorno, qualcosa gli stravolge la vita ed Enzo sparisce per mesi. Quando torna perfino la moglie fatica a riconoscerlo: indossa un mundu indiano, ha la barba lunga e l’aria serafica di un santone. Nessuno sa dove sia stato, ma ora che ha questo aspetto, gli abitanti del quartiere sembrano ascoltarlo, anzi, pendono dalle sue labbra: le vecchie frasi di saggezza popolare romana a cui lui affidava da una vita la sua genuina ironia, ora le ascoltano con la devozione che si riserva alle massime di acuta profondità. Queste e una fortuita serie di coincidenze trasformano Enzo in un guru di quartiere, prima, e di tutta Roma, poi. In poco tempo diventa per tutti “il santone di Centocelle”. Le uniche che non gli credono – e che lo rivogliono come era prima – sono la moglie Teresa e la figlia adolescente, Novella; per loro Enzo andava benissimo anche senza dispensare profondi aforismi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...