CINEMA – Paolo Del Brocco: “Bene Diabolik in contesto incassi preoccupante”

“Pur essendo consapevoli che nessuno può essere felice dell’andamento del mercato natalizio, mi piace sottolineare che Diabolik è il primo film italiano negli incassi del periodo festivo natalizio (16 dicembre-6 gennaio) con un boxoffice vicino ai 2,5 milioni di euro e il terzo incasso in assoluto. Non possiamo che rallegrarcene, considerando la situazione oggettiva del mercato e il calo generalizzato del pubblico”. Così Paolo Del Brocco, ad di Rai Cinema, commenta il risultato del film tratto dell’omonimo fumetto creato dalle sorelle Angela e Luciana Giussani e prodotto da Carlo Macchitella e Manetti Bros, Mompracem con Rai Cinema in associazione con Astorina e Luigi de Vecchi.    “Diabolik – spiega Del Brocco – non partiva per vincere la sfida dei film di Natale, è un film di genere, che si rivolge a un pubblico medio alto; i registi hanno seguito la strada della ricostruzione filologica da autentici cultori del fumetto e delle sue atmosfere, non hanno intenzionalmente voluto strizzare l’occhio al cinema da effetti speciali e supereroi. Per questo, malgrado la sensibile diminuzione del pubblico e un box office che in condizioni normali sarebbe stato sicuramentepiù alto, possiamo essere contenti del risultato”.    “Confrontando gli incassi di questo periodo con quelli del 2019 – prosegue Del Brocco -, constatiamo che la perdita generalizzata di pubblico si attesta intorno il 60%, dato attenuato – per giunta – dall’exploit da oltre 20 milioni di boxoffice di Spider-Man. Alla luce di questi dati certamente preoccupanti per tutti, penso sia necessario sollecitare una riflessione profonda tra tutti gli operatori della nostra industria”.    “Aggiungo inoltre – sottolinea ancora l’ad di Rai Cinema -, che la competizione tra i film italiani in questo periodo è stata molto forte se valutiamo che tutti i 7 titoli italiani usciti avevano grandi ambizioni commerciali. In conclusione,Diabolik ha pur perdendo come tutti una parte del suo pubblico potenziale, si è battuto molto bene e ha performato meglio, in termini percentuali, della perdita generale di tutto il mercato”.    Va avanti, intanto, il progetto della trilogia, ispirata al fumetto creato delle sorelle Giussani. “Stanno girando gli altri due film, saranno pronti più avanti – fa sapere Del Brocco -. E’una piccola saga con un respiro molto identitario anche nelle immagini, perché è immerso nella realtà milanese, e rappresenta lo spaccato di un’epoca, rievocata anche attraverso gli abiti e le bellezze della moda”.

Rispondi