Arriva al cinema il 20 gennaio “Aline”, film ispirato alla vita di Céline Dion, diretto da Valérie Lemercier

Arriva al cinema il 20 gennaio “Aline”, film ispirato alla vita di Céline Dion, diretto da Valérie Lemercier, che è anche la protagonista, affiancata da Sylvain Marcel, Danielle Fichaud, Roc Lafortune, Antoine Vézina, Pascale Desrochers, Jean_Noel Brouté, Victoria Sio.

Aline ha il dono di una voce straordinaria. Quando il produttore musicale Guy-Claude la ascolta per la prima volta, si prefigge un unico scopo: fare di Aline la più grande cantante del mondo. Sostenuta dalla sua famiglia e guidata dall’esperienza e poi dall’amore crescente di Guy-Claude, Aline vivrà un destino straordinario.

“Quando il mio agente mi ha parlato dell’offerta di Valérie, ho pensato che mi stesse prendendo in giro. Invece no: Valérie è venuta a Montreal, era proprio lei! Avevo fatto un po’ di ricerche su Internet: stava preparando un film su Céline. Mi sono sentito sollevato… e sono rimasto anche molto colpito. Dopo tutto Céline e René sono stati la coppia più famosa del mondo… Ho chiesto a Valérie come mi avesse trovato e la risposta è stata abbastanza divertente: aveva digitato “attore comico” e la mia foto era stata la prima a comparire su Internet. Sono venuto a Parigi a fare qualche screen test e tre giorni dopo Valérie ha telefonato per dirmi che la parte era mia. Abbiamo festeggiato un bel po’ quando sono tornato a casa”, ha detto Sylvain Marcel.

“Valérie mi ha trovata attraverso il mio agente e mi ha mandato quattro lunghe scene da preparare per un’audizione. Ho impiegato 60 ore a prepararmi per quell’audizione! Ho lavorato sul quel testo rivoltandolo come un calzino, ho letto tutto il possibile sulla signora Dion. Avevo avuto una settimana di lavoro intensa, per alcune conferenze ed altri impegni, e due giorni prima dell’audizione l’ordine del lungo monologo nel quale chiedo a Guy-Claude di lasciar perdere mia figlia era stato cambiato: le parole erano le stesse ma messe in un ordine diverso! Ho dovuto rifare da capo tutto il lavoro. Ma a me piace lavorare, analizzare un testo… Quando ho incontrato Valérie è stato amore a prima vista: ci siamo piaciute fin dall’inizio. In Québec non abbiamo molti fondi per il cinema, e neanche una vasta platea di spettatori, per cui siamo abituati a girare in fretta, seppure in modo efficiente. Qui da noi comportarsi bene è essenziale, e un attore che recita male o che non prende le cose seriamente è giudicato molto negativamente. Riusciamo a girare quarantacinque pagine di testo in un solo giorno. Sylvain, che interpreta Guy-Claude, ed io siamo vecchi amici. Per me Sylvette è un po’ la regina del paese, con suo marito e i suoi quattordici figli. L’ho immaginata come una donna d’affari. E come il sole, in grado di offrire amore incondizionato”, ha detto Danielle Fichaud.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...