BAUTISTA – esce venerdì 14 gennaio “EMOTON”, l’album d’esordio

BAUTISTA, l’eclettico duo fuori dagli schemi composto dal produttore pugliese Machweo e dal cantante peruviano 999asura, pubblica venerdì 14 gennaio l’album d’esordio “EMOTON”  (Carosello Records/The Orchard).

Il progetto discografico si compone di 11 tracce e include i singoli “Callao”, “Coca” e “Caramelle”, con cui gli artisti hanno regalato un’anteprima nelle ultime settimane.

“EMOTON”, il cui titolo rimanda all’essenza della musica che i BAUTISTA stessi hanno creato, si presenta come un album sui generis, con cui Machweo e 999asura sfatano il mito di reggaeton da “hit estiva”, facendo confluire in un nuovo genere musicale l’essenza originaria della latin music, in particolar modo quella del Perù, a cui aggiungono narrazioni intense ed emotive, le cui tematiche e i contenuti si rifanno al genere Emo.

Con questo ambizioso progetto, i due artisti hanno scelto di intraprendere un percorso di crescita interiore intenso, sorprendente e carico di significato, diventando narratori erranti di una storia raccontata attraverso le tre fasi che compongono gli shōnen, i “viaggi dell’eroe” della cultura dei manga giapponesi: la “consapevolezza”, essenziale per comprendere sé stessi, il “conflitto”, indispensabile per migliorare e compiere la propria realizzazione, e la “comprensione”, imprescindibile al raggiungimento della maturità necessaria per convivere con le proprie debolezze e trovare la pace.

L’album si apre con “Bandera”, brano che, come suggerisce il titolo, è una vera e propria “bandiera” del genere “emoton”, una danza nostalgica in cui i BAUTISTA esprimonola voglia di scappare, la sensazione di sentirsi costantemente outsider e il desiderio di vivere una vita piena e appagante.

Segue “Coca”, che trasporta l’ascoltatore nelle affollate e caotiche strade di Bogotà rendendolo partecipe dell’instancabile ricerca della persona amata, in una sorta di astinenza sentimentale che irretisce e al contempo porta a girovagare senza meta nei meandri dei propri ricordi.

Il viaggio continua con “Pregherò anche per te”, in cui si canta quel tipo di relazione difficile che, per volontà del destino, non riesce a trovare futuro, ma in cui, nonostante tutto, si mettono da parte l’odio e i torti subiti, gestendo con maturità ciò che ne deriva dopo.

La quarta traccia è “Congratulazioni”, dove si dà spazio a un’altra sfumatura del tema dell’amore perduto. I versi danno voce ai ricordi, i quali alimentano un sentimento di mancanza e portano a sperare nel ritorno della persona amata.

A seguire “Caramelle”, cheracconta la sofferenza della quotidianità e la nostalgia di sporadici momenti adrenalinici e pienamente felici.

“Giorni brutti” è invece un brano dalle sonorità pacate che, attraverso la melodia e i versi cantati, trasportano l’ascoltatore in un’atmosfera dalle sfumature oniriche. Il titolo si riferisce a quei giorni che ognuno di noi, purtroppo, ha vissuto almeno una volta nella vita. I versi si caricano di parole di conforto, sottolineando che si tratta di emozioni normali e condivise.

La traccia successiva è “Callao”, il primo singolo con cui i BAUTISTA hanno aperto la strada al loro progetto discografico cantando orgogliosamente che “emoton” è roba loro. Il singolo è avvalorato anche dalla partecipazione di Charlie KDM di Machete Crew, che presta la sua voce nello skit iniziale.

Segue “Pretesto”, un brano che invita a non lasciarsi abbattere dalle difficoltà che si possono presentare lungo il cammino e a reagire ad esse dimostrando il proprio valore. Il pezzo è impreziosito dal feat. con Guesan che, con le sue strofe rappate, aggiunge valore alle sonorità latine.

Il singolo successivo “Senna”, pubblicato nel settembre 2020, parla invece di una relazione a tre, un “poliamore-odio” che vive di ansia, depressione e paura. Facendo riferimento al celebre pilota e al suo sguardo in griglia di partenza, i BAUTISTA ammettono senza vergogna di essere fragili e quanto sia difficile guardare attraverso lo specchio più impenetrabile che ci sia, quello interiore.

Il singolo “Una buona storia” è un brano che affronta il delicato tema della nostalgia per un amore perduto. Come 999asura canta, non è tanto la storia quanto saperla raccontare, ed è per questo che vengono disseminati nel testo frammenti di vita attraverso immagini e metafore evocative, perfettamente in grado di descrivere lo stato d’animo tormentato dai rimorsi e dalle sensazioni contrastanti che una relazione finita lascia inevitabilmente dentro di sé.

Degna conclusione dell’album è “Venerdì”, una traccia personale, una confessione fatta in un momento in cui si fanno i conti con sé stessi, uno sfogo in cui si chiede perdono a Dio per tutte le volte che ci si è fatti del male.

Tracklist

  1. “Bandera”;
  2. “Coca”;
  3. “Pregherò anche per te”;
  4. “Congratulazioni”;
  5. “Caramelle”;
  6. “Giorni brutti”;
  7. “Callao”;
  8. “Pretesto” feat. Guesan;
  9. “Senna”;
  10. “Una buona storia”;
  11. “Venerdì”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...