Ultima puntata su Rai 1 di “Meraviglie, la penisola dei tesori”

Quarto e ultimo appuntamento del viaggio di Alberto Angela attraverso le bellezze del nostro Paese. Martedì 18 gennaio alle 21.25 su Rai1 torna  “Meraviglie, la penisola dei tesori” e la partenza sarà da Padova da uno dei luoghi simbolo della città: Palazzo della Ragione, un gioiello dell’arte e dell’architettura medievale. Poi la Basilica di Sant’Antonio, con le sue cupole in stile bizantino, e qui, nella “Basilica del Santo”, si potranno ammirare capolavori come le sette statue bronzee opera di Donatello che ne decorano il grande altare centrale. Immancabile, la Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto e di recente inserita nell’elenco dei siti Unesco. Sempre a Padova, protagonisti alcuni dei luoghi più celebri dell’università, come il Teatro Anatomico a Palazzo Bo e l’orto botanico, realizzato in epoca rinascimentale e ancora importante centro di ricerca. La campionessa di nuoto Novella Calligaris, originaria di Padova, racconterà aspetti nascosti della vita nella sua città, mentre l’attore Mariano Rigillo farà rivivere uno dei più famosi professori dell’Università patavina: Galileo Galilei. Il viaggio di Alberto Angela proseguirà tra le meraviglie del Miglio d’Oro nel Golfo di Napoli, partendo da Ercolano, a Villa Campolieto, uno degli esempi più rappresentativi delle ville vesuviane edificate in questa zona nel Settecento. Proprio all’inizio del Settecento lì venne fatta una delle scoperte che avrebbero per sempre cambiato la storia dell’archeologia: l’antico teatro romano rimasto per secoli sommerso dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Dopo aver esplorato questo suggestivo luogo sotterraneo, si arriverà alla città romana di Ercolano. Ultima tappa è il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, con alcuni dei reperti più belli legati alla storia della ferrovia italiana. L’attore e regista Lello Arena racconterà alcuni aneddoti suvilla Campolieto, mentre l’attore Remo Girone, farà rivivere il celebre architetto Luigi Vanvitelli. Dai tesori campani all’Umbria: il percorso di Alberto Angela comincia nella Cattedrale di Spoleto e dagli stupendi affreschi di Filippo Lippi. La notte spoletina vedrà quindi l’incontro con Uto Ughi, con cui Angela dialogherà sugli incanti senza confini della musica. Il famoso violinista proporrà inoltre le note di Beethoven. Altra tappa sarà Todi con la sua piazza Del Popolo e la perfetta armonia tra palazzi laici e religiosi. Qui, con l’attore Giulio Scarpati, prende vita il suo poeta contestatore, Jacopone, mentre si potrà ammirare, dall’alto, la chiesa di Santa Maria della Consolazione, un meraviglioso fiore di pietra che per la sua perfezione architettonica ha fatto pensare a un intervento del Bramante. Sarà Spello, infine, a rivelare le sue mura romane con la monumentale bellezza della Porta Venere e poi la Cappella Baglioni, affrescata nel 1501 nella chiesa di Santa Maria Maggiore, un capolavoro assoluto del Pinturicchio, il pittore reduce dalla Cappella Sistina che a Spello volle raggiungere una dimensione intima della propria arte.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...