“Linea Verde” esplora la Calabria

“Linea verde” viaggia in questa puntata sull’onda dei ricordi. Ricordi d’estate, di infanzia e adolescenza, ricordi di vacanze trascorse sia da Peppone che da Beppe Convertini a Roseto Capo Spulico, splendida località costiera sul Mar Ionio, nel Nord della Calabria. Proprio prendendo spunto da questi ricordi, nella puntata di domenica 30 gennaio, in onda alle 12.20 su Rai1, i due conduttori compiono un viaggio in questa regione, adagiata fra le alture del Parco Nazionale del Pollino ed il mare. Beppe Convertini andrà alla scoperta di Morano Calabro, città di antichissime tradizioni, usi e costumi, dominata dalla mole imponente del castello normanno-svevo. Qui riscoprirà anche la vecchia tradizione delle ricette a base di stoccafisso, ingrediente insostituibile nelle diete dei popoli appenninici. Poi, prima di ricongiungersi con Peppone a Roseto, farà tappa a Civita, antico borgo di origini albanesi che svetta fra le alture a strapiombo sulle Gole del Raganello, scoprendo anche uno splendido ed inconsueto meleto d’alta montagna. Peppone partirà invece da Cerchiara, patria del famoso ed omonimo pane, per poi giungere a Trebisacce, culla degli antichi Enotri, raccontando rigogliose coltivazioni di ulivo ed agrumi. Fra un passaggio e l’altro dei due conduttori, anche tre finestre speciali: una sull’attività dei Carabinieri Forestali e delle guide escursionistiche nel cuore del Pollino, il Parco più esteso d’Italia; l’altra sul borgo di Rocca Imperiale, ai confini con la Basilicata, con il suo maestoso castello e le coltivazioni di limoni IGP; un’altra ancora sulle virtù del peperoncino calabrese declamate da Ciro Vestita. Beppe e Peppone si ricongiungeranno infine a Roseto Capo Spulico, patria delle ciliegie e cittadina con molti riconoscimenti ambientali, dovuti alla qualità del mare e alla bontà di vari progetti legati allo sviluppo sostenibile.

Rispondi