SANREMO 2022 – Ascolti da record per il Festival. Stasera la finale con ospiti Marco Mengoni, Fabio Rovazzi, Orietta Berti, la Banda della Guardia di Finanza. Ci sarà anche un omaggio a Raffaella Carrà. Amadeus sarà affiancato da Sabrina Ferilli

Mai così bene dal 1995: la quarta serata del Festival di Sanremo 2022 ha fatto segnare un ascolto complessivo di 11 milioni 378 mila spettatori con uno share del 60.6 per cento (nella prima parte (21.29 – 23.39) 14 milioni 731 mila spettatori, con uno share del 59.2 % e nella seconda parte (23.44–01.41)  7 milioni 543 mila spettatori, con uno share del 63.5 %).

“Ho assistito e ho sentito che tutto era al suo posto, che c’era un risultato di compiutezza, perchè la tv generalista di cui tanto parliamo è molto viva e si accende in maniera così eccezionale quando dietro c’è un lavoro di scrittura composita che si mette al fianco dell’accuratezza di ogni dettaglio. Nella serata delle cover c’è stata la condensazione di quando il sentimento, la scrittura testuale, la memoria, il presente e il futuro raggiungono il mix migliore possibile. L’altro pensiero che mi accompagnava era che questa meraviglia non sarà più ripetibile, con questa permanenza attenta. Di Sabrina Ferilli apprezzo l’intelligenza oltre che la sua bellezza e stasera avremo uno step in più di questa leggerezza di cui il Paese sente il bisogno”, ha esordito il direttore di Rai 1 Stefano Coletta in conferenza stampa.

Nella serata finale Amadeus sarà affiancato nella conduzione da Sabrina Ferilli, tra le più brave attrici italiane, dotata di bellezza, simpatia e talento: “Non ho più parole, sono felicissimo, è più di quello che avrei mai sognato, è qualcosa di fantastico. Quella delle cover è stata una serata indimenticabile, che mi sarei registrato su una vhs e mi sarei conservato nei ricordi. E’ un lavoro pensato e costruito da questa fantastica squadra. Un ringraziamento va ai meravigliosi artisti in gara e poi tutto il resto aggiunge bellezza, classe, intelligenza. Stasera sarò affiancato da Sabrina Ferilli, è un’attrice bellissima, ironica, simpatica, divertente, è in linea con il target del Festival perché piace tanto a tutti, anche ai giovanissimi. Infatti è stato mio figlio Josè che ha 13 anni a chiedermi di invitarla”, ha detto Amadeus.

“Sono qui grazie a suo figlio”, ha scherzato Sabrina Ferilli che ha poi raccontato un aneddoto divertente relativo alla ricezione della telefonata per il Festival: “Non ho mai sofferto di niente, ma a un certo punto durante le festività ho sentito un dolore forte al collo. Sarà il torcicollo, ho pensato. Poi ho fatto le analisi, i controlli e mi hanno detto che si trattava di cervicale. Mi hanno dato cortisone, fans, ho passato sette, otto giorni come se fossi drogata. Mi chiama Lucio Presta e mi chiede: “Faresti il festival?” E dico subito sì. Poi parlavo con mio padre e lui mi diceva che ieri non ci eravamo sentiti dunque mi è venuto il dubbio che non fosse vero e che mi fossi sognata quella chiamata. Inoltre quando devi fare Sanremo devi tenere il segreto, non puoi dirlo a nessuno fino all’annuncio ufficiale, è come se fossi catturata dal Kgb. Così nel dubbio ho scritto a Presta: “Sono felice di fare Sanremo” e lui mi ha risposto: “Anch’io sono felice”. Allora ho capito che era tutto vero. Sono contenta di essere qui e rivedere persone con cui ho lavorato 30 anni fa. Amadeus si è strutturato in modo unico, conosce la musica, e ha la gentilezza di chi sa accogliere, mettendo tutti a proprio agio. Ed è una caratteristica unica, oltre che un valore aggiunto. Io la sfacciataggine ad esempio l’ho presa nel tempo, facendo teatro”.

L’attrice ha poi parlato di quello che farà sul palco dell’Ariston: “Avevo proposto ad Amadeus di spogliarci e fare un trenino brasiliano, ma non c’è ancora un Sanremo così avanti… soltanto che qui poi l’impalcatura non regge ancora per tanto”, ha scherzato. “Non canto e non ballo, faremo insieme una conversazione. Le canzoni di Sanremo hanno una melodia tale che nel momento in cui inizi ad ascoltarle entrano in testa. Ad esempio “Maledetta primavera” di Loretta Goggi ha accompagnato il mio periodo adolescenziale e i primi amori. Chi attacca Sanremo a sproposito mi dà fastidio perché questa manifestazione è un patrimonio nazionale. Si può criticare per migliorare, i giudizi non obiettivi mi fanno sempre male. Condurre Sanremo? Sono sempre stata nel mio campo e preferisco rimanerci. Io voglio fare l’attrice e migliorarmi, crescere ancora. Essere un supporto mi fa piacere, ma presentare è un’altra cosa. Non mi piace questa deriva in cui le persone fanno di tutto. Ognuno deve fare il suo”.

dsc12

Nella quinta e ultima serata del Festival di Sanremo 2022 saranno in gara tutti e 25 i Big, mentre saranno ospiti Marco Mengoni, Fabio Rovazzi e Orietta Berti, la Banda della Guardia di Finanza.

Ci sarà infine un omaggio a Raffaella Carrà con la prima mondiale del musical Ballo Ballo: “La produzione è di Valeria Arzenton con sedici ballerini più uno come diceva Raffaella, il coreografo è Laccio e l’amichevole coordinamento artistico è di Sergio Japino”, ha chiosato Claudio Fasulo, vice direttore di Rai 1.

di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...