Don Matteo guarda al futuro nel segno del passato

Don Matteo colpisce ancora: la serie si rinnova ma il successo è quello di sempre. Giovedì 31 marzo è andata in onda su Rai1 la prima puntata della nuova stagione che ha sfiorato il 30% di share con una media di 6 milioni 541mila telespettatori. Prodotto da Rai Fiction e Lux Vide, ‘Don Matteo 13’ ha così consolidato il successo delle passate edizioni. 
Maria Pia Ammirati, direttore di Rai Fiction: “Un esordio che è una straordinaria conferma per Don Matteo 13. Il risultato della prima serata – con picchi di share che raggiungono il 33.7% – dice di un’inossidabile affezione per il personaggio di Don Matteo e per il suo storico interprete, Terence Hill, un testimonial della fiction Rai e della collaborazione con la Lux Vide. Significativi di un appeal intergenerazionale gli ascolti sui target più giovani e pregiati: 34.1% di share sugli uomini e 31.4% sulle donne d’età compresa tra i 15 e i 24 e 29.3% sul target dei laureati.  Don Matteo ha la forza del grande racconto popolare che con leggerezza tocca i problemi, li àncora a una bussola di valori e a un volto affidabile, accogliente, capace di comprende il bene e il mondo. È il felice inizio per una nuova appassionante stagione che chiamerà il grande pubblico a conoscere personaggi nuovi che si aggiungono a una squadra ormai consolidata – a cominciare dal maresciallo Cecchini di Nino Frassica e dal ritorno di Flavio Insinna – ma anche a una svolta importante nel segno del rinnovamento di una solida tradizione”. 
Le fa eco Luca Bernabei, AD di Lux Vide: “Ciò che rende possibile, dopo 13 serie, il successo di Don Matteo è la fedeltà. La fedeltà e l’amore di un gruppo di persone che da più di 20 anni si dedica a questa serie con passione. Pensiamo a quelle dei propri personaggi di Terence Hill, Nino Frassica, Natalie Guetta e Flavio Insinna o quelle delle diverse figure editoriali. Una fedeltà e un amore che ha contagiato anche Maria Chiara Giannetta, Maurizio Lastrico. Solo così si può rimanere nel cuore degli spettatori di Rai1, anche loro rimasti fedeli per più di 20 anni. Don Matteo solleva i cuori degli italiani con grazia ed intelligenza”.
Stefano Coletta, direttore di Rai1, afferma: “Don Matteo è la famiglia per il pubblico mainstream, consegna riferimenti e riconoscimenti identitari al pubblico della rete ammiraglia. Dopo un biennio di realtà oppressiva e spaesante per ogni esistenza che ha dovuto rivedere l’ordine delle priorità, poter fruire di una narrazione positiva e valoriale come quella di Don Matteo è un antidoto alla paura, allo smarrimento. Abbiamo tutti bisogno di maggiore leggerezza, di volti amicali, di un linguaggio lontano dall’ambivalenza. E Rai Fiction con Lux Vide hanno saputo ben intercettare questa domanda mostrando, in questo nuovo ciclo della popolare fiction, il coraggio di innovare lavorando soprattutto al registro comedy, a partire dalla scrittura fino alla regia”. 

Rispondi