Integration Heroes Match, a San Siro una parata di grandi stelle per dire basta ad ogni forma di discriminazione. Il racconto e le foto della partita benefica organizzata da Eto’o

“Non ci sono neri, bianchi, gialli, rossi, non c’è una persona superiore ad un’altra, siamo tutti uguali e lo sport ci insegna che non ci sono differenze né confini. Essere qui in uno stadio bellissimo come San Siro è sempre speciale e ringrazio gli amici e le amiche che hanno voluto prendere parte a questa partita”. Con queste parole pronunciate in mixed zone prima dell’inizio del match Samuel Eto’o ha riassunto perfettamente l’importante significato di Integration Heroes Match, da lui organizzata attraverso Stars On Field e nata per sostenere l’impegno per l’integrazione e l’educazione contro ogni forma di discriminazione.

Alla Scala del Calcio, lunedì 23 maggio, è andata in scena una parata di stelle, che hanno brillato sul campo da calcio, divise in due squadre, la United Icons composta da Julio Cesar, Maicon, Kimpembe, Thuram, Valentina Bergamaschi, Sneijder, Pirlo, Totti, Dybala (applauditissimo da tutto lo stadio, in particolare dai tifosi nerazzurri), Filippo Inzaghi, Kluivert, Frey, Cocetta, Galante, Chivu, Serginho, Ambrosini, Castagnaviz, Lamouchi, Djorkaeff, Lindsey Thomas, Cahill, Pazzini, Mboma, con allenatori Vincenzo Montella e Roberto D’Aversa, e la Inclusion Icons formata da Onana, Javier Zanetti, Sara Gama, Materazzi, Candela, Seedorf, Cambiasso, Deco, Matri, Shevchenko (che ha parlato di un’importante iniziativa a favore delle famiglie ucraine arrivate in Italia con la creazione di un’associazione che le aiuterà a imparare l’italiano), Dida, Zaccardo, Lisa Alborghetti, Barbara Bonansea, Boban, Baronio, Martina Brustia, Ajara Nchtout Njoya, Fadiga e Gilardino, con Fabio Capello e Demetrio Albertini in panchina. Samuel Eto’o ha giocato con entrambi i team.

Questo slideshow richiede JavaScript.

credit foto SM

A dirigere la partita è stata l’arbitro Maria Marotta, coadiuvata dalle assistenti Veronica Martinelli e Giulia Tempestilli e dal IV Ufficiale Martina Molinaro.

Nel corso della serata si sono esibiti artisti del calibro di Ghali, Sergio Sylvestre e Jimmy Sax, e sono scesi in campo anche due ospiti speciali: Alessandro Borghi e Alessandro Cattelan.

Questo slideshow richiede JavaScript.

credit foto SM

Tutti i partecipanti, dai calciatori, ai cantanti, ai tifosi che hanno partecipato al match sono uniti sotto la bandiera degli Integration Heroes, condividono i valori che stanno alla base dell’iniziativa e si impegnano per l’inizio di un percorso di educazione all’integrazione che abbracci ogni individuo in tutto il mondo, per dire stop ad ogni forma di razzismo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

credit foto SM

Il match, composto da due tempi da 35 minuti ciascuno, ha visto imporsi le Inclusion Icons per 4-2 grazie alle reti messe a segno da Seedorf, per lui una doppietta, da Matri e da Gilardino con un bel pallonetto dalla distanza, mentre per le United Icons sono andati in rete Filippo Inzaghi al 5′, apparso in grande forma, ed Eto’o nella ripresa.

Una serata di grande calcio, di emozioni e di spettacolo, dove a vincere è stata soprattutto la solidarietà. Infatti parte del ricavato dell’evento sarà devoluto alla Samuel Eto’o Foundation, che ha condotto vari progetti legati all’istruzione, educazione, cooperazione e sviluppo dei bambini in Camerun, utilizzando il calcio come strumento sociale (http://hosteum.com/etoo/a_index.html), e a Slums Dunk di Bruno Cerella e Tommaso Marino, il primo cestista argentino in forza al Reyer Venezia Mestre, il secondo giocatore del Legnano Basket Knights. L’associazione è nata per migliorare le condizioni di vita di ragazzi e bambini che abitano le zone socialmente ed economicamente più arretrate del pianeta e che opera anche in Italia, con progetti di rigenerazione urbana (https://www.slumsdunk.org/it/progetto/).

di Francesca Monti e Samuel Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...