ERI TUTTA ROMA è la nuova ballata rock di ARTÙ

Dolce in apertura e potente nel ritornello, “Eri tutta Roma” è la nuova ballad rock di Artù. Una canzone travolgente, da ascoltare guardando Roma dai finestrini di una macchina, in una giornata di sole.

Campo de’ fiori, Giordano Bruno, l’asfalto, i muri, una rosa rossa. Ogni dettaglio è allo stesso tempo scenografia e protagonista di una storia senza tempo, viscerale e libera. E se Giordano Bruno è la libertà di pensiero, l’eresia, l’amore descritto da Artù, all’ombra della sua statua, è quanto di più potente possa esistere.

Dopo “Astronave” e “Mezzanotte meno un quarto”, mostra ancora una volta la sua indole pop-rock, che ben traduce gli aspetti più intimi e schietti della sua vena cantautorale.

Artù (pseudonimo di Alessio Dari), è un cantautore romano attivo dal 2013 nella scena indie pop italiana. Urla con velata dolcezza la sua rabbia, traducendo in suoni e versi una poetica schietta e mai banale. Tre i dischi all’attivo: “Artù”, “Tutto passa” e “Vola Ale!”. Nella sua intensa carriera live, ha affrontato grandi palchi, come quello del Coca Cola Summer Festival e del Concertone del Primo Maggio, e ha affiancato artisti come Mannarino, Brunori Sas, Niccolò Fabi e Max Gazzè.

ARTÙ PARLA DI “ERI TUTTA ROMA”:
Due persone fanno l’amore a Campo de’ Fiori sotto la statua di Giordano Bruno. Un rituale laico.
Un amore potente, libero, al di sopra del bene e del male.
Nei loro occhi tutta Roma, le stelle e una fiamma che non si spegnerà mai.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...