Giorgio Chiellini concluderà la sua carriera in Nazionale mercoledì a Wembley nella ‘Finalissima’ che vedrà l’Italia affrontare l’Argentina: “Non avrei mai potuto immaginare di fare un percorso del genere”

Giorgio Chiellini concluderà la sua carriera in Nazionale mercoledì a Wembley nella ‘Finalissima’ che vedrà l’Italia campione d’Europa affrontare l’Argentina, vincitrice della Copa America.

La sua prima partita in maglia azzurra risale al 7 aprile 2000 a Wellingborough, quando con la Nazionale Under 15 giocò in amichevole contro l’Inghilterra. Dopo aver conquistato un Europeo Under 19 nel 2003 in Liechtenstein e una medaglia di bronzo con l’Under 21 ai Giochi Olimpici di Atene 2004, Chiellini ha esordito in Nazionale maggiore con Marcello Lippi nel novembre 2004 in occasione di un’amichevole con la Finlandia, inanellando 117 presenze in totale e vincendo l’Europeo nel 2021.

“Mi mancheranno tutti i ragazzi, la quotidianità, l’emozione, il confronto. Ho avuto il piacere di condividere lo spogliatoio con tanti giovani, che ho trattato sempre come dei fratellini. Mi è piaciuto entrare in questo ruolo di fratello maggiore. Con gli anni sono riuscito a vivere con un po’ più di leggerezza e serenità tutto ciò che facciamo, l’esperienza ti forma e ti migliora. Credo sarà così anche per i ventenni di oggi. Tra i ricordi più belli metto la vittoria dell’Europeo e la serata di mercoledì, sono tanto felice. Poi c’è l’esordio, che è sempre bello e magico. Ho avuto una carriera inimmaginabile. La Nazionale è il sogno di tutti i bambini e non avrei mai potuto immaginare di fare un percorso del genere”, ha detto il difensore in conferenza stampa.

“Io credo nel destino. Nel 2006 ero parte del gruppo, ma poi giustamente non andai in Germania. Nel 2010 e nel 2014 abbiamo vissuto Mondiali deludenti. Volevo cambiare la mia storia con i Mondiali, ma purtroppo non ce l’ho fatta. Al contrario, gli Europei li ho sempre vissuti da protagonista. Non ho rimpianti. Mi sto godendo le ultime settimane, prima alla Juventus e poi con la Nazionale”, ha aggiunto Chiellini parlando della mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali di Qatar 2022.

Riguardo i giovani calciatori che andranno a rinforzare la Nazionale Chiellini ha detto: “I giovani ci sono e quelli bravi stanno anche giocando. Tante volte si esaspera un problema che io non vedo. Ci sono alcuni reparti più affollati, altri meno, ma fa parte del momento. Questi ragazzi stanno portando avanti un percorso nelle Under con una qualità tecnica molto alta. Sono molto fiducioso. Alessandro Bastoni, ad esempio, credo che abbia un futuro radioso dinanzi a lui. Deve solo giocare, sbagliare e migliorare. Ha tutto per fare almeno 10-12 anni in maglia azzurra. Mancini è garanzia di crescita, con lui si potrà difendere il titolo europeo tra due anni”.

La fascia di capitano passerà ora sul braccio di Leonardo Bonucci: “Per ogni capitano e persona, la cosa importante è essere se stessi ed essere di aiuto e supporto per i compagni, ma ognuno ha le proprie caratteristiche e Leo lo farà bene”.

Questi i convocati per la Finalissima con l’Argentina:

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Genoa);
Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Davide Calabria (Milan), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Federico Dimarco (Inter), Emerson Palmieri Dos Santos (Olympique Lyonnais), Alessandro Florenzi (Milan), Federico Gatti (Frosinone), Manuel Lazzari (Lazio), Luiz Felipe (Lazio), Gianluca Mancini (Roma), Giorgio Scalvini (Atalanta), Leonardo Spinazzola (Roma);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Salvatore Esposito (Spal), Davide Frattesi (Sassuolo), Jorginho Frello Jorge Luiz (Chelsea), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Tommaso Pobega (Torino), Samuele Ricci (Torino), Sandro Tonali (Milan), Marco Verratti (Paris Saint Germain);
Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Federico Bernardeschi (Juventus), Matteo Cancellieri (Verona), Gianluca Caprari (Verona), Wilfried Gnonto (Zurigo), Lorenzo Insigne (Napoli), Matteo Politano (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo), Gianluca Scamacca (Sassuolo), Mattia Zaccagni (Lazio), Alessio Zerbin (Frosinone).

credit foto FIGC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...