LA CRAZYRUN PORTA SU SKY E CIELO I ROMBI DEI MOTORI A CORTINA

L’evento di Cortina “Crazyrun” è stato seguito da una troupe di Sky e Cielo con le sue telecamere hypercars sulle Dolomiti. E’ stato realizzato un episodio all’interno della storica rubrica Icarus Ultra in onda da 18 anni su Sky Sport e nell’ultimo biennio visibile anche in chiaro su Cielo, tivùsat e digitale terrestre. 

Si è conclusa sabato scorso a Conegliano Veneto la Crazyrun X, la folle corsa nata dalle menti geniali dei fratelli Giulio e Lorenzo Barnini e David Mazza. Per la decima edizione cento macchine e relativi equipaggi, scelti tra le 250 richieste, hanno esplorato passi e tornanti delle Dolomiti con il quartier generale presso l’Hotel Savoia a Cortina d’Ampezzo.

Già mercoledì i primi crazyrunners hanno raggiunto Cortina per una sorta di warm up e Crazytour. Da giovedì si sono poi svolte le verifiche dei mezzi per questa corsa di regolarità articolata su 10 prove selettive.

In perfetto stile Crazyrun, solo la partenza dall’iconico Grand Hotel Savoia 5* di Cortina d’Ampezzo e l’arrivo a Conegliano (TV) in viale Carducci erano noti. Come da tradizione,  i crazy runners  erano chiamati a superare le prove più fantasiose, indovinelli e pazzeschi rompicapo per scoprire, tappa dopo tappa, l’itinerario da seguire.

“Nata come avventura tra amici appassionati di motori, la Crazyrun si è rivelata in pochissime edizioni una formula vincente che piace moltissimo perché oltre al gas, i concorrenti sono chiamati a far correre la fantasia, per presentarsi al via con la livrea più divertente, la macchina più particolare e osare l’impensabile per superare le varie prove”, racconta l’ideatore Giulio Barnini. “Sulle strade tortuose delle Dolomiti, sicuramene la potenza di una super car aiuta, ma la Crazyrun vuole essere anche divertimento e gioco di squadra”.

“Velocità e simpatia. Questa è la Crazyrun. Un evento unico per la fantasia e la grande personalità delle auto come degli equipaggi al via”, riassume così Italo Fontana di U-Boat, partner dell’evento, “ho sposato questa iniziativa perché la passione è il vero motore che muove gli ideatori e i partecipanti. La Crazyrun è un meraviglioso parco giochi per gli eterni Peter Pan che amano sognare…. perché chi non sogna è già morto”.

Ed è proprio la passione, come la creatività a spingere i cento equipaggi a sfidarsi per due giorni con le macchine più originali e i costumi più fantasiosi.

Il premio miglior camouflage è andato infatti a Davide Facchini, Gian Maria Montanari e Andrea Vanzini dei Dinosauri, vincitori assoluti dell’edizione 2021 che si era disputata all’Isola d’Elba. “La preparazione del mezzo è divertente quanto la corsa”, racconta Davide Facchini, il capitano del gruppo, “abbiamo passato le serate in officina tra colla, cartapesta, pelle per rivestire la Yaris GR e qualche birra!”. Il risultato è stato fantastico, perché i dinosauri, al via con costumi gonfiabili alti 2 metri, sono stati i più fotografati al paddock a Cortina come sui passi delle Dolomiti con i loro corni, artigli e denti aguzzi.

Ma la Crazyrun non è solo sana follia. Con le Pink4Defenders, uno degli equipaggi dello storico sponsor Peragnoli, c’era anche Caterina Milano 25, la fatina che a bordo di un vecchio taxi inglese accompagna gratuitamente i bambini bisognosi di cure e i loro genitori all’ospedale  Meyer di Firenze.

“La Crazyrun è una caccia al tesoro su quattro ruote che unisce motori e voglia di stare insieme, divertendoci” racconta Alberto Peragnoli, presente a tutte le 10 edizioni. “Per noi è anche sostenibilità e quest’anno abbiamo voluto supportare il progetto di Caterina Milano 25, una fatina che regala sorrisi mentre accompagna in ospedale i più piccoli, ma anche dare un messaggio di rispetto dell’ambiente. L’equipaggio tutto al femminile delle Pink4Defenders era infatti al via sulla nuova Defender 110 PHEV Ibrida”.

Inutile dire che i due giorni sono volati, tra prove divertenti come catturare una mosca viva, mantenere in equilibrio un piatto colmo d’acqua in funivia o riempire un palloncino d’acqua del peso esatto di 423 grammi.

Non è mancata neanche una prova gastronomica con la consegna degli ingredienti necesssari per preparare lo strudel, mentre a Conegliano i crazyrunners hanno festeggiato con il Prosecco dopo aver percorso la via del vino tra le dolci colline e i vigneti.

Per il prossimo appuntamento questa volta non occorrerà aspettare il prossimo anno. La Crazyrun raddoppia mettendo a calendario un nuovissimo evento: la Magnum che si disputerà ad ottobre in Toscana con vetture dall’animo vintage. Un evento tutto da scoprire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...