Woodstock Dum Dum: A Paestum Pau dei Negrita, Dario Sansone, Francesco di Bella, Riccardo Sinigallia, Gnut, Mondocane, Tonino Tremila

L’impatto sonoro della piccola Woodstock sul mare è pronto ad esplodere in un happening trascinate, per un week end di grande musica dal vivo al Dum Dum Republic: dal live set “Zona Bastarda” del gigante del rock, Pau dei Negrita, al cantautorato di “Canzoni al Vento” con Dario Sansone (Foja), Francesco Di Bella (24 Grana), Gnut e Riccardo Sinigallia, per poi aprirsi alla world music di Mondocane e al digital punk di Tonino Tremila, ma anche spazio all’arte circense con il Beach Circus di Lucignolo e il Fuoco.

Un crossover di generi, tra contaminazioni, suoni ancestrali ed esplorazioni di nuove avanguardie. “Collaborazione” è la parola chiave del cartellone 2022 del Dum Dum Republic, sempre più punto di riferimento in Campania e nel Sud d’Italia, con iniziative nate in partnership con i maggiori festival musicali.

Il Dum Dum Republic si contraddistingue a sempre più “factory a cielo aperto” in cui il genio creativo può trovare espressione, che si tratti di giovani musicisti o artisti emergenti o di grandi star internazionali.

“La diversità per noi è sempre stata ricchezza, perché ci aiuta ad ampliare il nostro sguardo sul mondo – sottolinea Biancaluna Bifulco, titolare del beach club del Cilento – La nostra forza sono le persone e il legame con l’altro, vero, autentico, senza pregiudizi o barriere. Crediamo nella bellezza dell’essere umano, nell’unicità di ogni persona e proviamo a trasmettere i nostri valori, attraverso la musica, il più universale dei linguaggi. Questo fine settimana sarà una grande festa, perché sulla nostra spiaggia ritornano alcuni dei nostri amici più cari, che tante volte hanno calcato l’arena sul mare, regalandoci meravigliose performance e sensazioni magiche”.

SABATO

Si parte sabato 18 giugno alle ore 18, con il concerto al tramonto di “Canzoni al Vento”, il primo campus estivo per cantautori, organizzato e prodotto da Nu’Tracks. Ideatori del campus sono gli artisti Claudio “GNUT” Domestico (cantautore, chitarrista, produttore artistico e compositore di colonne sonore dalla lunga militanza nel circuito musicale italiano), il frontman del gruppo folk/rock Foja Dario Sansone (cantautore nonché disegnatore e regista presso la factory Mad Enterteinment) e Francesco Di Bella noto sin dagli anni ‘90 come cantante, compositore e leader della storica band partenopea 24 Grana.

Un vero e proprio Festival della canzone d’autore, tra masterclass, concerti serali (fruibili anche a chi non è iscritto al camp) e dibattiti per rendere l’intero evento un incubatore culturale di rilevanza nazionale, per concludersi proprio con il concerto dal vivo al Dum Dum Republic: insieme ai 3 ideatori anche Riccardo Sinigallia e gli allievi del camp.

Dalle ore 23 si cambia mood, con “Zona Bastarda Tour” di Pau frontman dei Negrita ed artista eclettico, che fa tappa al Dum Dum, dopo l’apertura di primavera. Un live set tutto rock’n’roll, tra sonorità dancehall che farà ballare ed emozionare. Il dancefloor inizierà a vibrare tra sonorità latin jazz, funk, rock in una contaminazione estrema, in un’atmosfera happy con il ritmo in levare nel sangue e un groove travolgente per lasciarsi trasportare dal suono.

DOMENICA

Domenica 19 Giugno a partire dalle 16, sulla riva degli spiriti liberi approda il pirata del sette mari, Andrea Cota aka Mondocane, musicista ed ispiratore della programmazione musicale di Dum Dum Radio, la webradio del Dum Dum Republic.

Il range sonoro di Mondocane, sofisticato cultore musicale, affascinerà il parterre del Dum Dum: la sua è una selezione musicale che spazia dal soul al funk, all’afrobeat, con un groove raro e un funk molto tropical, in un mash up dirompente, che farà esplodere le vibrazione del floor sul mare, tra world music e beat selvaggio.

Suo compagno d’avventura, Tonino Tremila, fondatore del collettivo Falafel Fazz Familia 5.0, un collettivo digital punk fondato in Romagna Armato solo di microfono, computer e tastiera laser, farà ascoltare live inni disperati e mantra incoraggianti composti rimescolando brandelli di brani africani.

E, infine, spazio alla meraviglia con l’arte circense dello sputafuoco Lucignolo e il suo spettacolo di fuoco, per far tornare tutti bambini.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...