L’Italia domina il medagliere dei Mondiali di nuoto paralimpico in corso a Madeira con 53 medaglie conquistate in sei giorni di gare

L’Italia domina il medagliere dei Mondiali di nuoto paralimpico in corso a Madeira con 22 ori, 18 argenti e 13 bronzi per un totale di 53 medaglie conquistate in sei giorni di gare.

La giornata è iniziata con il bronzo di Carlotta Gilli (GS FF.OO/Rari Nantes Torino) nei 400 stile libero S13: “Sono molto contenta, meglio di così proprio non potevo fare tenuto conto del mio stop forzato dovuto all’operazione al collo”.

Martina Rabbolini he invece centrato la sua seconda medaglia in una kermesse internazionale, vincendo l’argento nei 100 dorso S11 in 1’23”84: “Sto ancora realizzando per capire cosa è successo. Sul blocco ho pensato solo a dare il meglio di me. Non ho parole per la felicità”.

Terza medaglia iridata per Angela Procida, un argento nei 50 dorso S2: “Ritornare a vincere questa medaglia nei 50 dorso, dove ho conquistato il titolo di vice campionessa tre anni fa ai Mondiali di Londra, è una soddisfazione immensa e anche il tempo è stato ottimo”.

Xenia Francesca Palazzo (Fiamme Azzurre/Verona Swimming Team) si è laureata campionessa mondiale nei 200 misti SM8 (2’51”54): “ Non ci credo ancora, mi sembra davvero impossibile. Ringrazio il mio allenatore, la mia famiglia e tutte le persone che mi sono state sempre accanto. Questa per me è una grandissima soddisfazione oltre che personale anche per l’Italia”.

Argento anche per Monica Boggioni (GS FF.OO/Pavia nuoto) nei 200 stile libero S5 (2’54”20) e per Giulia Terzi nei 50 stile libero S7 (33”93). Bronzo per Federico Bicelli (Bresciana no Frontiere) nella finale diretta dei 50 stile libero S7.

Francesco Bocciardo (GS FF.OO/Nuotatori Genovesi) ha vinto il secondo oro nei 100 metri, classe S5. Bronzo invece per Vincenzo Boni, nella finale dei 200 stile, classe S3.

Poker di ori per Simone Barlaam che ha vinto il titolo iridato anche nei 100 dorso, classe S9, e ha stabilito il nuovo Record mondiale di categoria con il tempo di 59’72. “Sono davvero felice. Non me l’aspettavo”.

Argento infine per Stefano Raimondi (GS FF.OO/Verona Swimming Team) nella finale dei 100 stile libero, classe S10, in 51″17 alle spalle soltanto dell’australiano Rowan Crothers.

credit foto FINP- Augusto Bizzi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...