NUOVE TERRE 2022: il programma della X edizione

“Le parole d’ordine della stagione X sono POESIA e PRESENTE – dichiara Marco Pasquinucci – Tra canto e prosa, abbiamo cercato una sintesi di arte ed emozione che restituisca la complessità della vita e del reale: per essere presenti, come è proprio della performance, consapevoli e in ascolto di tutto quello che ci circonda”.

In occasione del decennale, Nuove Terre moltiplica per due eventi e paesi. Alle location storiche di Framura, Bonassola, Deiva Marina, Moneglia e Sestri Levante, tutte affacciate sulle scogliere e le spiagge della riviera, si aggiungono Brugnato, Levanto, Carro, Sesta Godano e Varese Ligure: territori che hanno scelto di condividere l’iniziativa di Officine Papage con il desiderio di costruire grazie all’arte un ponte tra costa ed entroterra. Il risultato ottenuto oggi sancisce la riuscita della grande scommessa lanciata dieci anni fa dalla compagnia diretta da Marco Pasquinucci (direttore artistico) e Annastella Giannelli (direttrice organizzativa): portare in rassegna estiva il meglio del nuovo teatro italiano, di solito chiuso nella cornice sperimentale dei festival dedicati. Grazie all’allargamento della rete ligure e al consolidamento di quella toscana – con le piazze del Festival delle Colline Geotermiche, altro successo firmato Papage – si è creato un vero e proprio circuito transregionale che offre agli artisti l’opportunità di incontrare un pubblico nuovo.

Ad aprire i giochi sarà Framura il 22 luglio, con il nuovo spettacolo degli Omini, “Trucioli”, nato dai tanti brandelli di storie verosimili e assurde raccolte dal gruppo nel corso degli anni, e lavorate nella fucina della loro bizzarra ‘segheria’. Si continua sul filo dell’ascolto e della leggerezza con la narrazione in levare di Francesca Sarteanesi nel suo “Sergio. Un frammento minuscolo di una vita qualsiasi” (Bonassola, 31 luglio). Tra comicità e impegno, “Il pelo nell’uovo” di Ribalta Teatro ci porta sul fronte, sempre pieno di sorprese, del cibo sostenibile (Varese Ligure, 1° agosto). “Liberatutti” di Michelangelo Frola e Marta Abate (Deiva Marina, 2 agosto) si interroga sul senso del gioco in un mondo dove vincere sembra ormai molto più importante che partecipare. La quotidianità e il presente irrompono anche nell’immaginario del Flaubert rivisitato in chiave piemontese da Lorena Senestro in “Madama Bovary” (Sesta Godano, 3 agosto), successo storico del Teatro della Caduta.

Tra gli appuntamenti più attesi, Babilonia Teatri e il suo “Mulinobianco. Back to the green future” (Framura, 4 agosto), il ritorno di Enrico Bonavera nel suo cavallo di battaglia più popolare, “I segreti di Arlecchino” (Brugnato, 8 agosto), e l’irresistibile Beatrice Schiros di Carrozzeria Orfeo in “Stupida Show!” (Moneglia, 9 agosto). Il celebre ‘paesologo’ e poeta Franco Arminio porterà direttamente in spiaggia (tra Deiva e Framura, il 10 agosto) la sua nuova stand up poetica, “Presente”, prodotta da Officine Papage. Tornano a grande richiesta le incredibili metamorfosi “Anapoda” di Federica Aloisio e Sabrina Vicari in “Anapoda” (Sestri Levante, 14 agosto), e Renato / Bosetti (Iraa Theatre) con “Dickinson’s Walk. Dalle poesie e lettere di Emily Dickinson”, tra le vie del centro storico di Levanto (17 agosto).

Si conferma anche quest’anno la collaborazione con Electropark per una serata magica sotto le stelle sul lungomare di Deiva, in concerto Karamu Trio e Nairobi D Dj, un sound vicino alla nuova scena Jazz UK, dove World Music e Jazz incontrano i beat HipHop (18 agosto). Dopo la surreale teologia della “Apocalisse tascabile” di Fettarappa Sandri e Guerrieri (Framura, 19 agosto), è la volta di una singolare sperimentazione firmata Officine Papage, tutta dedicata all’intimità e all’ascolto: “Rebecca. Uno spettacolo al Buio”, dal romanzo La vita accanto di Mariapia Veladiano, interpretato – a luci rigorosamente spente – da Marco Pasquinucci, tra le mura di Casa Nasca a Carro (21 agosto), realizzato con la consulenza di Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari. In “Dolce Salato” di Circo Carpa Diem la magia del quotidiano resta al centro della scena, ma esplode nelle vorticose performance acrobatiche di Katharina Gruener e Luca Sartor (Bonassola, 23 agosto). Chiude il Festival a Framura (25 agosto) uno degli artisti più interessanti del teatro contemporaneo italiano, Francesco Alberici, in scena con Astrid Casali nello spettacolo “Diario di un dolore”, una ricerca intima e profonda sul rapporto tra realtà e rappresentazione.

Il progetto Nuove Terre 2022 è sostenuto da Regione Liguria e dalle Amministrazioni dei territori coinvolti, Maggior sostenitore Fondazione Compagnia di San Paolo, con il contributo di Fondazione Carispezia nell’ambito del Bando Aperto 2022, Camera di Commercio Riviere di Liguria, Cna La Spezia, Confartigianato La Spezia, Confcommercio Imprese per l’Italia, Confesercenti Provincia di La Spezia, Confindustria La Spezia, Unione Provinciale Agricoltori di La Spezia. Il programma è articolato in 2 azioni, una estiva e una autunnale (ottobre-dicembre 2022), ciascuna delle quali mette al centro la programmazione di spettacoli di alta qualità, affiancandoli ad iniziative collaterali alla visione.

BIGLIETTERIA
Ingresso gratuito a tutti gli spettacoli, tranne dove segnalato

Acquisto biglietti online su liveticket.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...