200 cimeli inediti e firmati in Canton Ticino 200 esposti nel weekend

Una chitarra di Keith Richards dei Rolling Stones, un basso dei Kiss, un disco d’oro dei Guns N’Roses, il cappello di Slash… Ci sono in tutto oltre 200 memorabilia del rock firmati e inediti di artisti del calibro di Metallica, AC-DC, Pink Floyd, The Police, Jimi Hendrix, Aerosmith, Iron Maiden, Bob Dylan, Iggy Pop, Bon Jovi, Queen e molto  altro alla mostra “The Long Road of rock: 40 anni di memorabilia del rock” presente a Morcote, in Canton Ticino.

Dal 18 al 21 agosto, a Morcote (Canton Ticino) la straordinaria mostra voluta fortemente dal borgo ticinese, uno dei più belli e dei più rock della Svizzera, e da Grant Benson (speaker radiofonico internazionale che lavorò sulla famosa radio pirata, Radio Caroline) proietta i visitatori in un lungo viaggio che inizia dagli anni ‘60 e si conclude con i 2000 nel quale vengono raccontate le tappe più importanti della storia del Rock descrivendo quello che il Rock è stato e continuerà ad essere all’interno della nostra società attraverso cimeli e oggetti firmati ed esclusivi.

La mostra è la storia di due giovani sognatori ticinesi, Eros Girardi e Cladio Mollekopf, da sempre appassionati al mondo della musica che, in 40 anni di amicizia e di girovagare in giro per il mondo e per concerti, hanno collezionato oltre 400 cimeli del mondo del rock.

Ma è anche la storia di un borgo, Morcote per l’appunto, sinonimo di cultura, musica e tradizione che fin dagli anni ‘60 è sempre stato frequentato dal mondo del jetset e in particolar modo da George Harrison, che si fece immortale sul lungolago con la sua Olivia.

Morcote è da sempre rock: A Morcote esiste l’unica altalena al mondo a suon di rockandroll, si è svolto il concerto “Get Back to Morcote. Dal tetto di Londra al tetto di Morcote” dove su una terrazza panoramica fronte lago e fronte villaggio si è riprodotto il famoso concertro dei The Beatles del 30 gennaio 1969 sul tetto dei loro uffici di Londra con tanto di arrivo della polizia e interruzione della musica! A  Morcote ha esposto il fotografo milanese “Massimo Rana” con le sue immagini inedite in bianco e nero che ritraggono i miti del rock dalla posizione priviligiate del palco (da David Bowie a Lenny Kravitz)

E infine a Morcote, è in corso la mostra “The Long Road of Rock”, mostra promossa dal Comune nell’ambito della stagione di eventi “SUMMER IN MORCOTE” e da Grant Benson che proprio a Morcote ha fondato la radio rock più ascoltata in Ticino, Radio Morcote International.

Dal 18 al 21 agosto Jürg Schwerzmann, Capo Dicastero Turismo di Morcote, Claudio Mollekopf, Eros Girardi e Grant Benson avranno modo di raccontare anedotti, curiosità ed episodi riguardati la storia del rock, dagli anni ‘60 al 2000.

I visitatori potranno perdersi nei decenni raccontati attraverso immagini, dischi d’oro, chitarre firmate e molto altro scoprendo e riscoprendo il mondo del rockandroll

La colonna sonora dell’evento sarà nelle mani di ben 4 jukebox originali degli anni ‘50 arrivati direttamente dalla Svizzera interna. Non mancherà il rock  di Radio Morcote International, la radio rock nata proprio a Morcote da una idea di Grant Benson, speaker a livello internazionale e Daniela Moroni, pr e ufficio stampa.

“Morcote è da sempre sinonimo di cultura e di musica” ha dichiarato Jürg Schwerzmann, municipale del Comune di Morcote, “Quest’anno, nell’ambito della rassegna SUMMER IN MORCOTE 2022 abbiamo deciso di puntare sul rock anche grazie alla collaborazione con Grant Benson, che ha casa proprio nel borgo. Dopo aver solcato i mari del nord con Radio Caroline, la più famosa radio pirata della storia, Benson ha lavorato con i più grandi network radiofonici a livello internazionale intervistando i più importanti personaggi del rock fino ad arrivare a Morcote dove ha fondato Radio Morcote International, rendendo così il nostro borgo ancora più rock” e continua “Quando Benson ci ha proposto di organizzare l’evento dedicato ai Beatles, la mostra di Massimo Rana e infine l’esposizione di Rockdream, abbiamo accettato subito con grande entusiasmo, certi che sarebbero stati eventi di successo” e conclude “Ci siamo accorti, in quest’ultima mostra che il pubblico è composto, inizialmente, da persone over 40 che, spesso e volentieri tornato portando con se genitori per ripercorrere insieme a loro le tappe fondamentali della loro storia familiare attraverso la musica. Molti nonni vengono a Morcote insieme ai nipoti: li vediamo raccontare ai più piccoli il funzionamento del juxebox o le emozioni che hanno provato al concerto di Jimi Hendrix o dei Rolling Stones. La mostra è davvero la storia della nostra vita e siamo molto orgogliosi di far provare così tante emozioni a tutti i visitatori, dai più piccoli ai più grandi”, conclude Schwerzmann.

Nel 2022 a Morcote non mancheranno ovviamente iniziative e serate dedicati a tutta la famiglia, alla cultura e ai concerti di musica classica. Morcote è un piccolo borgo con una grande cultura e il nostro desiderio è quello di continuare la tradizione del paese” conclude Schwerzmann.

La mostra

The Long Road of Road. 40 anni di memorabilia del rock

Dove

Comune di Morcote – Sala Sergio Maspoli

Riva da S.Antoni 10

Morcote

Giovedì, venerdì, sabato e domenica (dalle ore 17.00 alle ore 21.00) nella Sala Sergio Maspoli del Comune di Morcote (Riva di S.Antoni 10) sarà possibile ammirare oltre 200 cimeli e ricordi collezionati in 40 anni di concerti e di viaggi in giro per il mondo da due giovani sognatori ticinesi, Claudio Mollekopf ed Eros Girardi.

Rispondi