Redress Design Award 2022: il vincitore è Federico Badini Confalonieri

Redress, la ONG ambientalista che che promuove la riduzione dei rifiuti della moda, annuncia i vincitori del Redress Design Award, il più grande concorso di design di moda sostenibile del mondo moda sostenibile più grande al mondo, sostenuto da Create Hong Kong (CreateHK) del Governo della Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong come sponsor principale.

Redress educa i designer al design sostenibile e circolare per trasformare le pratiche inquinanti della moda. Questo 12° concorso ha gettato una rete globale e ha ricevuto domande di partecipazione da parte di designer di 47 Paesi e regioni. Il concorso è culminato in una presentazione finale di moda a un esclusivo evento VIP in persona e in livestream globale il 7 settembre a Hong Kong.

“Questo premio è molto più che vincere un concorso”, ha dichiarato il vincitore del primo premio, Federico Badini.
vincitore del primo premio, l’italiano Federico Badini Confalonieri, che ha che ha superato otto altri designer finalisti provenienti da Sri Lanka, Hong Kong, India, Spagna, Cile e Brasile, India, Spagna, Cile e Brasile. “Mi darà ancora più energia e determinazione a lavorare per costruire insieme un’industria della moda più sostenibile.
sostenibile dell’industria della moda. Sono onorato che la giuria mi abbia selezionato tra stilisti così stilisti così bravi! Noi stilisti sostenibili possiamo aver gareggiato, ma la realtà è che la realtà è che la collaborazione crea una moda migliore. Collaborare con uno dei marchi più iconici del mondo, Timberland, è un’enorme opportunità per me.

Con un’attenzione particolare alla fase di progettazione, il concorso ha invitato designer emergenti a livello mondiale a creare utilizzando tecniche di design circolare, tra cui l’azzeramento dei rifiuti, l’upcycling e la ricostruzione. I look dei finalisti di questo ciclo finalisti di questo ciclo hanno attinto anche da vari flussi di rifiuti tessili, tra cui le eccedenze di fine bobina dell’industria, gli scarti di taglio e cucito, gli scarti di filato, e gli indumenti dismessi dai consumatori, trasformando i materiali indesiderati in moda accattivante, dal casual all’alta moda.

L’industria della moda, nella sua forma attuale, non è sostenibile. Ridurre i rifiuti è fondamentale. Dal 2002, la produzione globale di abbigliamento è più che raddoppiata, il consumatore medio acquista il 60% in più e ogni indumento viene conservato per la metà del tempo. Ogni secondo, l’equivalente di un camion di rifiuti di tessuti viene smaltito in discarica o bruciato, e solo l’1% degli indumenti viene riciclato.

“L’intera industria della moda e il mondo accademico devono prendere sul serio la formazione degli stilisti. Si pensa che l’80% dell’impatto ambientale di un prodotto di un prodotto sia deciso in fase di progettazione5”, ha dichiarato Christina Dean, fondatrice di Redress.
“Dalla nostra sede di Hong Kong, abbiamo istruito in diverse lingue migliaia di stilisti a livello lingue diverse migliaia di designer in tutto il mondo, che consideriamo più come attivisti che come artisti. Guardando al futuro, cerchiamo sempre più di raddoppiare gli sforzi per accedere a un maggior numero di Paesi asiatici, che ospitano i più grandi asiatici, che ospitano le più grandi basi di produzione e consumo di abbigliamento del mondo.

Jersey Yuen, Assistant Head di CreateHK, ha commentato: “Sono grata per l’impegno di Redress nel creare un’opportunità di lavoro per i giovani. Redress di creare una piattaforma unica per promuovere le teorie e le tecniche del design sostenibile tra gli stilisti emergenti di tutto il mondo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...