MARINO BARTOLETTI – “LA DISCESA DEGLI DEI” E’ IL NUOVO ATTESO ROMANZO

 Atteso da quasi un anno, esce finalmente in libreria e negli store on line, il nuovo romanzo di Marino Bartoletti “La discesa degli Dei”, che arriva dopo il grande successo dell’originale e fantasioso “La cena degli Dei” (vincitore del Premio Selezione Bancarella 2021) e dopo il commovente “Il ritorno degli Dei” (vincitore del Premio Bancarella Sport 2022).

Terza opera dell’inedita trilogia narrativa dedicata ad alcuni dei più grandi personaggi dello sport e dello spettacolo, “La discesa degli Dei” sarà presentato in anteprima nazionale il 28 ottobre a Bologna (ore 18), presso la Libreria Feltrinelli in piazza di Porta Ravegnana 1 (sotto le Due Torri) con la partecipazione della giornalista Sabrina Orlandi in veste di conduttrice, della cantante Silvia Mezzanotte, madrina dell’evento, e del Duo Idea.

Vera e propria icona del giornalismo sportivo, conduttore radiotelevisivo, critico musicale, scrittore e opinionista, Bartoletti è uno dei personaggi italiani più amati dal grande pubblico e anche dai tanti personaggi dello sport e dello spettacolo che ha avuto l’opportunità di conoscere umanamente. Da qui nasce la fiabesca narrazione legata ai “Grandi” dello spettacolo e dello sport, veri e propri miti per intere generazioni che tornano a vivere e a volte a riscattarsi nei suoi romanzi dove, citando Maurizio de Giovanni, “tutto è vero e tutto è fiabesco allo stesso tempo”.

“La discesa degli Dei” è un racconto appassionante e originale, per donne e uomini che vogliono trascorrere qualche serata in compagnia dei grandi personaggi dello sport e dello spettacolo più amati, scoprirne i sentimenti più sinceri e conoscerne qualche aneddoto inedito, dalla penna di uno scrittore che, come pochi, sa raccontare storie che sembrano favole e favole che sembrano storie.

IL LIBRO. C’è una Scala Celeste che collega il Luogo alla Terra. È percorrendo quella scala che alcuni dèi, convocati dal Grande Vecchio, tornano per dare una mano a chi ne ha invocato l’aiuto: come la bravissima cantautrice napoletana che sogna di essere finalmente capita e apprezzata; il pilota di talento e senza mezzi che aspira a guidare un giorno una Ferrari in Formula Uno; il campione affermato che vorrebbe recuperare la propria dignità dopo che la sua vita si è ribaltata per una maldicenza ingiusta; la piccola atleta che desidera con tutte le sue forze arrivare alle Olimpiadi; il famoso anchorman, ferito dall’inusitata cattiveria degli uomini, che vuole farla finita…  Ed ecco che, con grande generosità, si mobilitano Gigi, Pietro, Pino, Mimmo, Gilles, Fausto, Massimo, guidati dalla più sensibile, umana e coraggiosa di tutti loro…

“…Possiamo essere soddisfatti, Raffaella, non crede? Abbiamo aiutato ragazzi che lo meritavano, abbiamo rivisto amici meravigliosi. E – per assurdo – se anche fosse stato tutto un sogno, sarebbe stato un sogno bellissimo”. Il Grande Vecchio – seduto sulla sua poltrona –  si guardò attorno, ma Raffaella non c’era. E per la verità non c’era nessun altro: né Gigi, né Mimmo, né Pino, né Massimo, né Pietro, né Fausto, né Gilles, né… A parte ovviamente il buon Francangelo, come sempre, premurosamente accanto a lui…”

Rispondi