REALTA’ DEBORA MANCINI A BOOKCITY MILANO IL 19 E IL 20 NOVEMBRE

In occasione dell’edizione 2022 di BookCity Milano, Realtà Debora Mancini presenterà due appuntamenti “PARLAUTORE”, che è un’azione che fa parte del progetto culturale “Ad alta voce…per piacere!” vincitore del bando Cepell Centro per il libro e la lettura.

“Ad alta voce…per piacere!” intende amplificare la dimensione della lettura ad alta voce attraverso un articolato ventaglio di eventi di carattere spettacolare, artistico, formativo, educativo.

La lettura diventa nel progetto un’esperienza ricca, piena, sociale, socializzante, vicina alle dimensioni pratiche e condivise della festa, del teatro, del laboratorio, del gruppo di discussione.

I cittadini potranno collegare la pratica della lettura al divertimento e alla gioia di stare insieme: il libro, nuovo focolare intorno a cui sedere e creare.

Sabato 19 novembre ore 15.30

Teatro Menotti 

Via Ciro Menotti, 11 – Milano

Per tutti

MASSIMO GIUNTOLI con PAOLO SORACI

Massimo Giuntoli compositore, performer, creativo urbano e artista multimediale, mente viva, dialoga con Paolo Soraci, responsabile ufficio stampa presso PDE promozione

E presentano 

CRONACHE MOLKAYANE – microracconti filopatafisici (Giazira Scritture Edizioni)

Con letture a cura di Debora Mancini

La ragazza obliqua riceve l’oggetto verde, nel teatro più piccolo mai costruito attrice e spettatrice si alternano sulla scena, il cappello di vek conserva i ricordi alla giusta temperatura, la dama in discesa non tornerà mai più a salire. Questi e molti altri accadimenti hanno luogo nei territori della Molkaya, la cui estensione varia a seconda dell’umore delle popolazioni che vi abitano. Gente dedita alla fabbricazione di inutensili, capace di parlare lingue dai significati multipli.

Cronache Molkayane è il primo libro che racconta di una terra della quale in pochi hanno fatto esperienza e di cui mai nessuno ha osato scrivere.

“È scontato affermare che la Molkaya rappresenti l’ennesima espressione dell’intramontabile desiderio di immaginare un altrove. Ma, al di là dell’aver scelto di “rifugiarmi” in un altrove bizzarro e nonsense, quello esplorato nelle Cronache molkayane si è fin da subito rivelato – agli occhi stupiti e disillusi di chi scrive – non propriamente idealizzato. Si è al contrario manifestato come un altrove irrimediabilmente imperfetto, a partire dalle dinamiche relazionali dei propri abitanti, che, per quanto assurdi e stravaganti, non sono affatto immuni da sentimenti e comportamenti che risentono delle debolezze proprie dell’animo umano (ovvero della specie loro gemella, che abita l’indirettamente evocato e non meglio definito Antialtrove)”, dichiara Massimo Giuntoli.

Ingresso Libero

Info e prenotazioni: 

Teatro Menotti

biglietteria@tieffeteatro.it

0236592544

Domenica 20 novembre ore 11.00

Teatro Menotti 

Via Ciro Menotti, 11 – Milano

Per tutti

ENRICO ERNST E LE 1500 REGINE

Incontro con l’autore Enrico Ernst, che racconta il suo percorso formativo e professionale, presenta i suoi metodi e forme di scrittura anche con esempi pratici per il pubblico che sarà presente.

In anteprima nazionale viene presentato l’albo illustrato 

LE 1500 REGINE (Edizioni Fingerpicking.net / Distribuito da Curci Edizioni)

Intervengono

Daniela Tediosi, illustratrice con live painting

Daniele Longo, musicista e compositore 

Debora Mancini, attrice con letture e ascolti delle canzoni originali.

In mezzo al Lago Lontano, su un’isola spoglia nascosta da un fitto nebbione vivevano 1500 regine. Un giorno, improvviso, un puntino cambiò la loro vita per sempre…

Da un racconto di Enrico Ernst nasce un audiolibro di accoglienza e meraviglia, tutto da assaporare nelle illustrazioni di Daniela Tediosi, nelle musiche e canzoni originali di Daniele Longo intrecciate alla narrazione di Debora Mancini. Da un sogno condiviso degli autori nascono pensieri, fioriscono parole e germoglia una storia per nutrire la fantasia dei piccoli, lo stupore dei grandi, il cuore di tutti. Un progetto di RealtàDeboraMancini e Fingerpicking.net, all’interno della collana Fiabole ideata da Debora Mancini.

“Volevo sognare una fiaba classica con una difficoltà iniziale e un lieto fine, dall’isolamento all’incontro. Volevo una storia come un ponte. I primi personaggi che ho incontrato nel giardino della mia immaginazione sono state le Regine Isolane e le Regine Tristi. Sovrane Coronate che non comandano su nessuno. La loro terra doveva essere arida, pelata: ci avrebbe pensato la storia a offrire loro una vita e un paesaggio diversi. E questa svolta felice sarebbe arrivata dal cielo e grazie a uno ‘straniero’. Al suo entusiasmo per una cosa piccola: tirare noccioli di susine. La mia è una fiaba del cambiamento e del ponte. Come tante altre fiabe in fondo”, dichiara Enrico Ernst.

Un adattamento teatrale de Le 1500 Regine è parte dello spettacolo “Fioriscono parole” di Debora Mancini e Daniele Longo, prodotto da Realtà Debora Mancini.

Ingresso Libero

Rispondi