SICK LUKE: ESCE IL 2 DICEMBRE “X2 DELUXE”

Sick Luke conclude l’anno con la pubblicazione di “X2 DELUXE” (Carosello Records; distribuzione Virgin/Universal), esce il 2 dicembre e disponibile fin da subito in presave e preorder al link https://sickluke.lnk.to/X2-DELUXE, la deluxe edition dell’album che è diventato un vero e proprio manifesto dello stato attuale della musica italiana.
Un disco che ha saputo reinventare i codici della musica italiana e che anche nella sua nuova versione mostra la capacità del producer multiplatino di contaminare mondi musicali diversi grazie a combinazioni inedite che travalicano ogni confine di genere e che ha coinvolto oltre 50 tra i più interessanti artisti della scena attuale.

La “nuova wave” – come ama definirla Sick Luke – inaugurata con “X2”, si arricchisce infatti di 6 nuovi brani, tra cui il singolo “VUOTO DENTRO” in feat. con Mara Sattei e Bresh che in sole due settimane ha superato il milione di stream.

L’album “X2” è già certificato disco di platino e classificato come il 5° album più venduto del primo semestre dell’anno con oltre 175 milioni di stream complessivi, collezionando anche le certificazioni di doppio disco di platino con il brano “Solite pare”, disco di platino con “Dream team” e disco d’oro con “Falena” e “La Strega del frutteto”. Tutte le tracce del disco, inoltre, hanno già ampiamente superato il milione di stream sulle piattaforme.

“X2 DELUXE” sarà quindi disponibile dal 2 dicembre in digitale e in fisico in diversi formati:

  • CD
  • LP con CD
  • LP autografato con CD (in esclusiva per Amazon)
  • CD con manga volume 2 (in esclusiva per Amazon): il sequel dell’apprezzatissimo manga “Sick Luke: Il potere del farfastrello” curato da Andrea Scanarini e Roberta Trocchia, andato subito sold out con la prima tiratura del disco
  • CD con felpa longsleeve (in esclusiva per Universal Music Shop)

Nella deluxe edition, l’originale copertina del disco muta forma e appare ora in chiave gotica grazie al contribuito del graphic artist Sathyan Rizzo. Un immaginario, quello dark e horror, da sempre caro al produce italo americano.

Rispondi