Linea Verde Explora alla scoperta della Sabina

Nonostante sia a pochi chilometri dalla capitale, la Sabina ha mantenuto intatto il carattere selvaggio e la sacralità. È quello che andranno a documentare Federico Quaranta e Daria Luppino nella puntata di “Linea Verde Explora”, il programma “branded content” alla scoperta delle bellezze d’Italia, in onda sabato 12 novembre alle  11.55 su Rai 1. 
Federico parte dalla Rocca Guidonesca, a Torri in Sabina, un luogo dall’atmosfera fiabesca che sembra uscito da un romanzo fantasy. È quello che resta di un castello medievale sorto a difesa di un territorio strategico, tra la valle del Tevere e la piana reatina, di fronte al borgo di Rocchette. 
Il conduttore attraversa poi le Pozze del Diavolo, lungo il torrente Galantina, nel comune di Monte San Giovanni in Sabina, e da qui sale verso i ruderi di Rocca Tancia. Un’area di grande valore paesaggistico, dove ancora si conservano le antiche tradizioni agricole e pastorali. 
Daria Luppino si spingerà invece sulle tracce del sacro, visitando dapprima il romitorio di San Michele Arcangelo, lungo il Sentiero degli Eremi, e poi il santuario rupestre di San Cataldo, nel paese di Cottanello. L’escursione della conduttrice termina a Montenero Sabino, il suggestivo borgo arroccato su una montagna, dall’aspetto di un treno che corre lungo il crinale. Un paesino lungo e stretto, compreso fra due edifici che rappresentano il potere temporale e quello religioso: il Castello Orsini e la chiesa di San Cataldo.

Rispondi