Su Rai 3 “È solo acqua e vento”, un ritratto dell’esploratore Alex Bellini

“È solo acqua e vento” racconta i percorsi avventurosi dell’esploratore Alex Bellini attraverso oceani, deserti, ghiacciai e continenti per superare i propri limiti, illuminare le ombre e cercare una strada possibile oltre le insidie della condizione umana. Prodotto da Rai Documentari, scritto e diretto da Luca Rosini, il documentario va in onda venerdì 25 novembre alle 16 su Rai 3 e prende le mosse da Aprica, un piccolo paese della Valtellina dove Bellini è nato per poi seguirlo nelle scelte che, dal 2001, lo vedono abbandonare la facoltà di economia e commercio per correre la prima corsa di 250 km, la Marathon des Sables. Comincia così un’esplorazione del mondo e di se stesso: l’Alaska Ultrasport nel 2003, una traversata invernale di 1400 km a piedi, per la quale si è allenato per mesi in una cella frigorifera; la più lunga traversata a remi in solitaria mai registrata attraverso 18 mila chilometri nel Pacifico, dal Perù all’Australia, attraversando il Mediterraneo, l’Atlantico e il Pacifico a remi su una barca di 6 metri, senza assistenza; una corsa di 5400 km da Los Angeles a New York – due maratone al giorno per 70 giorni – attraversando per primo il più grande ghiacciaio d’Europa in inverno. 

Grazie all’archivio video che lui stesso ha girato nel corso delle sue avventure, il documentario offre uno sguardo intimo sul protagonista, che si è ripreso durante le azioni in barca, nei ghiacciai e in altri luoghi, concedendo un accesso altrimenti impossibile. Nella solitudine delle giornate oceaniche emergono tutte le emozioni che Bellini ha vissuto, mentre le interviste alla moglie Francesca Urso, al padre Nino e all’amico Folco Terzani aiutano a comprendere le motivazioni e i retroscena delle sue imprese.

Rispondi