Fred!, il nuovo spettacolo su Fred Buscaglione con Matthias Martelli e Roy Paci al Teatro Comunale di Vicenza giovedì 26 gennaio

Torna a Vicenza con un nuovissimo spettacolo, un artista che è sicuramente un beniamino del pubblico della Città: dopo lo straordinario successo di “Mistero Buffo” ecco Matthias Martelli con “Fred!” il lavoro dedicato a Fred Buscaglione, da lui scritto e interpretato, in coppia con il musicista Roy Paci, regia di Arturo Brachetti; l’originale spettacolo – una doppia biografia teatrale e musicale – sarà al Teatro Comunale di Vicenza, giovedì 26 gennaio alle 20.45, prima data veneta della tournée invernale, nell’ambito della stagione di prosa del Tcvi. Fresco di debutto (avvenuto al Teatro dei Marsi ad Avezzano, l’8 dicembre) lo spettacolo, una produzione Il Parioli  e Enfiteatro, oltre che del talento del regista-fantasista e dello straordinario duo di interpreti costituito per l’occasione, si impreziosisce delle musiche dal vivo eseguite dalla band formata da Roberto De Nittis (pianoforte), Paolo Vicari (batteria), Gianmarco Straniero (contrabasso), Didier Yon (trombone).

La storia è quella di un artista eccezionale e acclamato, Fred Buscaglione, che ha segnato la storia culturale e musicale del nostro Paese. Ma chi era veramente Fred? Un uomo irrequieto e geniale, un artista ironico e provocatorio, che ha cambiato la storia della canzone italiana in pochissimi anni e ha inciso profondamente, con il suo stile indimenticabile, sul costume e sulla società italiana. Attraverso il teatro di Matthias Martelli, che mescola in modo sapiente gestualità, mimica e parola, la musica dal vivo della tromba di Roy Paci e della band, le invenzioni registiche di Arturo Brachetti, “Fred!” accompagna lo spettatore attraverso la vita e le canzoni di un genio assoluto, in una miscela di note, parole e immagini che faranno scoprire un altro volto dell’artista, potente e fragile, simbolo della sua epoca ma capace di parlare al futuro.

Lo spettacolo è un racconto in parole e musica in cui si staglia il genio di Fred Buscaglione, per tracciarne con ironia dirompente la parabola, ricordarne le difficoltà, sottolineando gli scherzi del destino, come lo straordinario successo arrivato solo negli ultimi due anni della breve vita dell’artista (1921- 1960). È costruito sulla vivida, fisica, irruente, avvincente narrazione di  Matthias Martelli e sulla qualità artistica della tromba di Roy Paci, visto che entrambi interpretano Fred Buscaglione, capacità guidate sapientemente dall’intuito registico di Arturo Brachetti. Nello spettacolo c’è tutto: tanta improvvisazione e divertimento, disincanto, storia del costume e buona musica con l’ottima band e il talento di Roy Paci. Ma ci sono anche tanta dedizione e immedesimazione di Martelli autore-interprete, con la sua narrazione scanzonata, che molto deve a Semplicemente Fred, Vita, morte e “miracoli” di Fred Buscaglione, il libro del giornalista torinese Maurizio Ternavasio a cui Martelli si è ispirato, che racconta l’esistenza artistica e privata di Fred Buscaglione nella sua breve ma intensa parabola: dagli esordi nel mondo della musica, alla gavetta tra i pionieri del jazz, fino ai primi successi, il matrimonio, la notorietà e infine la morte improvvisa e inaspettata.

Fred Buscaglione fu infatti un talento assoluto per la musica, polistrumentista, innovatore per lo swing, per i testi, ironici e folgoranti, in grado di rivoluzionare la melodia italiana alla fine degli anni ’50. Il suo mito proseguirà infatti ben oltre il tragico incidente con la sua Ford Thunderbird rosa e lo schianto nella notte contro un camion carico di porfido, a Roma, dove si era trasferito, dalla sua città natale, Torino. Lo spirito e le canzoni di Fred Buscaglione riecheggiano in questo spettacolo, festosa celebrazione, ricca di sorprese e di titoli che sono diventati dei veri e propri cult della canzone italiana, come Che bambola, Eri piccola così, Guarda che luna, scritti da Fred Buscaglione con l’amico e paroliere Leo Chiosso. Un appuntamento imperdibile per chi ama questo genere musicale e vuole apprezzare, nella sua nuova prova autoriale e d’interprete, l’irriverenza e l’umorismo trascinante di Matthias Martelli.

Per “Fred!” in programma al Tcvi giovedì 26 gennaio alle 20.45, restano pochi biglietti.

credit foto Marco Fato Maiorana

Rispondi