Amsterdam e Zaanse Schans, tra mulini a vento, tulipani e cioccolato

La quinta tappa del nostro viaggio tra le città del mondo ci porta ad Amsterdam, tra mulini a vento,  tulipani e cioccolato.

Ecco alcune cose da vedere nella città olandese.

Niuewe Kerk, è la chiesa in cui dal 1814 si svolgono le incoronazioni. Al suo interno si trovano il Grande Organo, il Pulpito intarsiato e la tomba dell’ammiraglio Michiel De Ruyter, morto nel 1676 nella battaglia navale di Messina contro i francesi. In tutta la città sono parcheggiate centinaia di biciclette, che è possibile noleggiare per pochi euro, per godersi in tranquillità ogni angolo della capitale.

amsterdam-10-126-300x225

Kalverstraat, una vivace area commerciale che prende il nome dal mercato del bestiame che si teneva in questa zona in passato.

Il Van Gogh Museum è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 e il venerdì dalle 10 alle 22. L’ingresso costa 14 euro. Tra i quadri più importanti conservati al Van Gogh Museum ci sono i Girasoli, La camera da letto di Arles, i Corvi nel campo di grano e la Pietá.

Il Bloemenmarkt è un bellissimo mercato dei fiori sul canale, aperto tutti i giorni, un tripudio di profumi e colori, dove ho comprato dei bulbi di tulipano da portare a casa come souvenir.

La casa di Anna Frank, nella cerchia dei canali ovest. Il museo è aperto dalle 9 alle 19 e il biglietto di ingresso costa 8 euro. E’ uno dei luoghi più toccanti della città: durante il nazismo le famiglie Frank e Van Daan si nascosero per anni in questa casa, dal 1942 al 1944, al buio e nel silenzio più totale fino al momento del loro arresto, quando qualcuno rivelò alle autorità tedesche il nascondiglio e tutta la famiglia, compresi i proprietari di casa, complici dei Frank, fu deportata nel campo di concentramento di Auschwitz. Solo Otto Frank sopravvisse allo sterminio, e con lui il diario dell’ allora bimba Anne Frank. Attraverso un passaggio segreto, nascosto da una libreria, si accede alle due stanze dove Anna scrisse il suo diario. Dal 1960 l’edificio è stato adibito a Museo e, attraverso filmati, fotografie, documenti storici ed oggetti personali, testimonia non solo gli avvenimenti della casa ma anche le vicende dell’Olanda di quegli anni.

I canali del quartiere del Joordan, tra affascinanti case colorate che si affacciano sul fiume Amstel. Diverse compagnie offrono gite di un’ora a circa 13 euro, a bordo di un battello, per ammirare il tramonto navigando tra i canali di Amsterdam. Ogni ponte, ogni canale offre degli scorci indimenticabili.

amsterdam-10-006-300x225

Piazza Dam, la piazza principale della città e il luogo dove ci sono artisti di strada, fiere, giostre che intrattengono i turisti e la gente del posto in qualsiasi stagione e a qualunque ora del giorno. Negozi, ristoranti e venditori rendono Piazza Dam il fulcro della vita commerciale della città, dal quale si diramano le principali strade dello shopping.

amsterdam-10-071-300x225

Non solo divertimento, ma anche tante attrazioni culturali: il Palazzo Reale e il Nationaal Monument, si affacciano direttamente sulla Piazza. Costruito nel XVII secolo come Municipio per testimoniare la ricchezza della Repubblica Olandese, l’edificio venne trasformato nel 1808 da Luigi Bonaparte in Palazzo Reale. Per evitare attacchi dai rivoltosi, l’ingresso è ben nascosto sotto il portico destro. Le sculture della facciata sono opera dell’artista fiammingo Artur Quellijn, mentre le decorazioni dei soffitti sono state realizzate da artisti come Ferdinand Bol, Jan Lievens, Jacob Jordaens e Govert Flinck.

amsterdam-10-149-225x300

Il Quartiere a Luci Rosse prende il nome dalle luci rosse delle vetrine dove sono esposte le prostitute. La prostituzione, così come le droghe leggere, qui è perfettamente legale. Le prostitute hanno regolare licenza, sono sottoposte a continui controlli medici e hanno rappresentanti presso la Camera di Commercio.

La parte più vecchia della città ne ospita il lato più liberale e permissivo, ma è sempre bene prestare molta attenzione quando ci si addentra in questa zona, soprattutto di sera perché questi vicoli sono spesso frequentati da spacciatori, gente ubriaca e loschi individui. Nella zona sono concentrati anche i coffee shop, locali in cui si vende e fuma liberamente marijuana e hashish.

amsterdam-10-198

Vicino ad Amsterdam, a circa 10 km, si trova un gioiellino chiamato Zaanse Schans ed è facilmente raggiungibile col treno o con il pullman.

amsterdam-10-179-300x225

All’arrivo in questo grazioso paesino, il profumo di cioccolata accoglie ed inebria i visitatori e li trasporta in una sorta di mondo fiabesco, in un tempo incantato, con splendide casette di legno del XVIII secolo dipinte in verde ed una serie di mulini a vento che si estendono lungo il fiume Zaan, creando un’atmosfera suggestiva.

amsterdam-10-218-300x225

Una tavolozza di colori che si fonde con l’acqua del fiume dando luogo ad un effetto straordinario che lascia senza parole.

amsterdam-10-223-300x225

Una visita ai mulini ancora in funzione, alla fabbrica di zoccoli e al museo storico delle campane è un appuntamento immancabile.

Testo e foto di Francesca Monti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...