Mondiali atletica Londra 2017: Antonella Palmisano regala all’Italia un meraviglioso bronzo nella 20 km di marcia. Buona prova anche per Eleonora Anna Giorgi e Valentina Trapletti

Antonella Palmisano ha vinto una meravigliosa medaglia di bronzo nella 20 km di marcia, la prima della spedizione azzurra ai Mondiali di atletica leggera di Londra 2017. Un terzo posto eccezionale, voluto, inseguito e conquistato dalla campionessa pugliese, che anche oggi ha mostrato di avere un talento sopraffino e una impeccabile tecnica di marcia. Ventisei anni compiuti lo scorso 6 agosto, originaria di Mottola (Ta), Antonella Palmisano, che ha corso con il fermaglio portafortuna a forma di fiore tra i capelli, preparato da mamma Maria, ha chiuso i 20 km lungo le strade londinesi con il tempo di 1h26:36, demolendo il primato personale di 1 minuto e 15 secondi, centrando la seconda prestazione italiana di tutti i tempi. L’oro è andato alla cinese Yang Jiayu in 1h26:18 davanti alla messicana Maria Gonzalez (1h26:19), argento. Fermata dai giudici in dirittura d’arrivo, alla terza proposta di squalifica, l’altra cinese Lyu Xiuzhi, mentre era terza. Ma i tecnici e i commentatori hanno notato che la marcia delle prime due classificate era diversa dai movimenti regolari che prevede questo sport e quindi entrambe potevano essere passibili di squalifica. Ottima prestazione anche per Eleonora Anna Giorgi, che dopo un periodo complicato a causa di un infortunio è rientrata alla grande e ha chiuso in quattordicesima posizione, in 1h30:34, e per Valentina Trapletti, 15esima, in 1h30:35.

Antonella Palmisano, soddisfatta per il bronzo iridato, ha dichiarato: “Sono contenta, anche se… Ho dato tutto fino alla fine e mi sono accorta solo a due metri dall’arrivo che avevano squalificato la cinese e che quindi ero sul podio. Il rammarico è perché mi è mancato l’ultimo km per essere lì con loro, ero un po’ delusa perché non ho lottato fino alla fine per l’oro. Ma sono felice per la medaglia. I cartellini arrivavano, vedevo questo. Ma ho pensato solo alla mia gara. Polemiche? Preferisco sempre pensare solo a me stessa, poi forse quando rivedrò la gara me ne renderò conto. Volevo essere lì con loro fino alla fine, ma me la godo lo stesso questa medaglia”.
Antonella ha poi fatto una dedica ai microfoni di RaiSport: “Dedico la medaglia al mio fisioterapista che compie gli anni e alla mia nonna, che è stata poco bene. Non ho mai pensato alle avversarie, non ho sentito la pressione, va bene così. Non sono più una bambina, sono una donna. Da dopodomani tornerò in Puglia e penserò al matrimonio con Lorenzo (che le aveva chiesto di sposarlo dopo Rio 2016). Ho tutto. Ho visto che sul percorso c’erano tanti italiani, grazie a tutta l’Italia per il supporto”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...