Gli appuntamenti del secondo weekend della XI edizione del Festival della Biodiversità

Il secondo weekend della XI edizione del Festival della Biodiversità sarà ricchissimo di iniziative nei cinque luoghi del festival (Cascina Centro Parco, OrtoComune di Niguarda, Villa Lonati del Comune di Milano, che vede all’interno il progetto Comunemente Verde e poco distante il nuovo Museo Botanico di Milano, Oxy.gen, e MIC – Museo Interattivo del Cinema).

Questa XI edizione, che sta riscuotendo molto successo di pubblico e critica, si ispira ai valori e agli intenti stabiliti dall’ONU che ha proclamato il 2017 Anno Internazionale del Turismo Sostenibile , per diffondere la consapevolezza del grande patrimonio delle varie civiltà e per promuovere l’apprezzamento dei valori intrinsechi ai diversi ambienti naturali in relazione alle diverse culture, contribuendo al rafforzamento della pace nel mondo.

Il Festival è dunque un’impagabile occasione di turismo a km 0, una vacanza, un’esperienza a contatto con la natura ad un passo da casa, mai come quest’anno un Festival itinerante, in continuo cammino e movimento.

Sul versante degli spettacoli teatrali, musicali e percorsi esperienziali da non perdere  sabato 23 settembre alle 18.00 uno spettacolo/progetto nuovissimo che dopo fortunate anteprime nei festival estivi debutta al Parco nella forma definitiva: Elsinor Centro di Produzione Teatrale presenta Farsi silenzio di e con Marco Cacciola per la drammaturgia di Tindaro Granata e con il raffinato progetto sonoro di Marco Mantovani. Un viaggio “immobile” alla riscoperta della lentezza, del silenzio e della sacralità della vita. Il pubblico di 50 persone verrà dotato di cuffie, un particolare tipo di ascolto per cercare ed attivare nuove relazioni tra lo spazio esterno/pubblico e quello interno/privato. Segue, alle ore 19, in una location davvero inusuale come quella dei Bunker Breda del Parco Nord, la performance musicale I suoni della guerra, a cura di Ecomuseo EUMM, un concerto poetico con le musiche di Cristiano Calcagnile nel quale il Bunker diviene uno strumento, sperimentando che tipo di suono si può ottenere in un luogo con delle caratteristiche così specifiche ed uniche; e alle ore 20.30, il concerto del duo musicale Ely & The Prophet Jama, con rivisitazioni acustiche di Black Music, Blues e Soul con forti influenze Jazz, mix di stile e spontaneità.

Domenica 24 settembre ancora teatro con il monologo Il prato infinito (alle ore 16) a cura di Teatro Aulò di Padova, ispirato all’omonimo capitolo in Palomar di Italo Calvino e alla Metamorfosidelle Piante di Goethe; l’Associazione culturale Lucylab propone Cartoline dal corpo, un gioco performativo di Cinzia Severino e Rosita Mariani con protagonisti una danzatrice, un timer da cucina e le persone del pubblico; alle ore 18.00 torna una figura storica del festival, Sista Bramini di O’ Thiasos  TeatroNatura con il nuovo spettacolo Viaggio di Psiche in cui la sua narrazione potente si apre alla sperimentazione dell’incontro con la musica elettronica di Giovanna Natalini. Una narrazione orale delle origini da ascoltare dal vivo, un racconto che attraverso il suono della parola, voce universale dell’anima, svela la sua radice iniziatica. Infine, chiude la giornata la One Boy Band con la INTO THE WILD NIGHT, spettacolo itinerante ispirato all’omonimo film di Sean Penn e dedicato alla produzione solista di Eddie Vedder. Lo show segue un climax che parte da un inizio intimista con brani ukulele e voce e termina in esecuzioni corali elettriche e con la proiezioni – durante il live – di immagini tratte dal film.

Sul versante cinematografico, presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema continua la rassegna in 10 titoli che trattano il tema del turismo sostenibile attraverso viaggi inusuali e luoghi incontaminati dove la macchina arriva per la prima volta: in programma nel secondo weekend Les Saisons (2015) di Jacques Perrin e Jacques Cluzaud, Strangers on the Heart(2016) di Cook Tristan e per tutta la famiglia il recentissimo Richard – Missione Africa(2017) di Toby Genkel e Reza Memari.

Sul fronte laboratori per bambini e animazione per le famiglie continuano le iniziative proposte da Bì – La Fabbrica del Gioco e delle Arti che propone tantissime attività fra cui la mostra a cura del Museo dei Giocattolo e del Bambino dedicata ai giochi antichi, Il gioco è un viaggio, non una destinazione, il laboratorio Andar per aria, sull’esplorazione di differenti materiali che hanno come caratteristica comune la “leggerezza” per costruire oggetti volanti e fantastici animali alati, le letture animate presso la Biblioteca Civica dei Ragazzi, l’incontro teatrale a cura del Teatro del Buratto Storie in viaggio tra orti e giardino, l’originale e interessante laboratorio creativo Viaggi(amo) nella natura, dove si costruiranno pop-up coloratissimi con timbri, colori e tanta immaginazione, per raccontare come viviamo il parco e come si vorrebbe viverlo.

Sempre fra le attività per le famiglie, da non perdere la passeggiata visionaria Notte di draghi e di stelle a cura della Coop. Koinè, una camminata nei boschi e nei campi agricoli in una notte dedicata a scoprire nomi antichi e nuove leggende (sabato 23 alle ore 20.30).

Fra i workshop e i laboratori per adulti, in programma nel secondo weekend Poeti in viaggio tra natura e parole del cuore, laboratorio di scrittura creativa poetica a cura di Angela Morgese, durante il quale si proveranno a scrivere poesie e pensieri non partendo da una pagina bianca ma da testi già scritti; Reach Italia Onlus, che da anni opera in paesi dell’Africa Nera, propone Viaggia alla scoperta dell’Africa, per promuovere attraverso laboratori rivolti ai bambini la conoscenza delle diverse culture e accrescere il desiderio di visitarle; e ancora, LaSericletta va all’orto e l’Ass. Landskap propongono due laboratori di autoproduzione di “souvenirs” (shoppers, magliette e tessile casa personalizzati) attraverso la tecnica della stampa serigrafica, nella splendida cornice di OrtoComune Niguarda e presso la stessa Cascina e tanti altri ancora. Ancora presso l’Orto Comune Niguarda vengono allestiti laboratori e appuntamenti per grandi e per piccini, come il bellissimo incontro Il meraviglioso mondo della api, un modo unico per entrare in confidenza con questi splendidi insetti, imparare a non temerli e rispettarli.

Fra gli eventi sportivi non competitivi e adatti a tutti non mancate al BIKE TOUR di ECOMUSEOEUMM (domenica 24 alle ore 10.30) per scoprire i segni dello sviluppo industriale dentro al Parco dagli anni 30 ad oggi, dai Bunker Breda al Monumento al Deportato, fino a Villa Manzoni costeggiando il fiume Seveso, Oxy.Gen e i giardini della Scienza e il Museo Zambon.

E ancora, presso il Museo Botanico e le serre di Villa Lonati tantissime iniziative nel secondo weekend, in concomitanza con Greencity Milano: percorsi tematici nel regno vegetale, incontri con esperti alle “radici dei nomi botanici”, una vera e propria Festa del mais con visite guidate al labirinto di mais, reading in italiano e spagnolo a tema, raccolta delle pannocchie, dimostrazioni di metodi tradizionali e “particolari” per la raccolta e il trattamento del mais, colori, musiche e danze dalla Bolivia (sabato 23 dalle ore 10.00). Si prosegue domenica 24 con un laboratorio di acquarelli, percorsi tematici nel regno vegetale per scoprire le caratteristiche botaniche, gli utilizzi e le curiosità di specie proveniente da luoghi lontani, le strategie naturali e le tecniche colturali.

Lunedì 25 settembre, fra le 11 e le 17, siete tutti invitati al Cocktail Biodiverso Meeting presso i Daiquiri Cocktail Bar (Via Clerici 5, Cormano – MI) per un Post Festival dove potremo vedere insieme le foto e i filmati del Festival e darci appuntamento al 2018!

Le iniziative inserite in programma sono state selezionate attraverso un Concorso di Idee, grazie al quale Enti di qualsiasi natura e privati cittadini hanno potuto presentare le loro proposte.

Il Festival, reso possibile grazie ad un largo partenariato di Enti pubblici e privati (Parco Nord Milano, Regione Lombardia, ERSAF, Comune di Milano, Università di Milano-Bicocca, Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano, Fondazione Cineteca Italiana, Zambon, Slow Food, OrtoComune Niguarda, Villa Lonati, Oxy.gen, Ecomuseo EUMM, Associazione Casa Testori e Associazione Idea) si è affermato nel tempo come un evento culturale di qualità, divenendo una delle iniziative di riferimento per le tematiche legate alla biodiversità e conquistando il primato di osservatorio metropolitano sullo stato di sensibilizzazione circa le materie ambientali.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...