Stasera su Rai 3 a Ulisse, il piacere della scoperta: Viaggio speciale alla scoperta del Colosseo

Viaggio molto speciale alla scoperta del Colosseo, il monumento più famoso dell’antica Roma. Da quasi duemila anni la sua possente mole si staglia nel panorama di Roma, e ancora oggi questa eccezionale costruzione lascia meravigliati milioni di visitatori (oltre 6 milioni nel 2016) provenienti da ogni parte del mondo.
In anteprima con “Ulisse” di sabato 28 ottobre, alle 21.15, su Rai3,  i telespettatori potranno godere dell’affaccio dal magnifico attico dell’Anfiteatro con la sua vista mozzafiato che dai primi di novembre sarà aperto anche al pubblico.

Come fu realizzato il Colosseo e perché? E’ quello che si scoprirà insieme ad Alberto Angela che racconterà le vicende dei tre grandi imperatori che sono stati determinanti per la costruzione di questa meraviglia dell’antichità. Tre nomi che riecheggiano ancora oggi nei libri di storia: Nerone, Vespasiano e Tito.

Sarà un percorso ricco di sorprese, con eventi drammatici, intrighi di corte, tradimenti, grandi battaglie, in cui saranno sfatati anche tanti luoghi comuni e false notizie, come quelli che circolavano su Nerone, vittima ante litteram di una campagna diffamatoria basata su quelle che oggi si chiamerebbero fake news.

Il racconto comincerà dall’incendio di Roma ai tempi di Nerone, che costruì la propria maestosa Domus Aurea proprio dove oggi sorge il Colosseo, per proseguire fino ai confini dell’impero, nella “Città Santa”, la Gerusalemme assediata dalle truppe di Vespasiano e Tito. Alberto Angela, dall’Arco di Tito nel Foro Palatino, racconterà la rivolta ebraica in Palestina che si concluse con la distruzione ed il saccheggio del tempio di Gerusalemme le cui ricchezze furono utilizzate proprio per la costruzione del Colosseo.

Un’opera mai vista prima, che poteva contenere dai 50 ai 70mila spettatori: un’impresa titanica portata a termine dal figlio di Vespasiano, l’imperatore Tito. Si andranno poi a scoprire i sotterranei e montacarichi che portavano sull’arena gladiatori ed animali sorprendendo la folla negli spalti.

Dopo la caduta dell’impero e la fine dei giochi gladiatori, il Colosseo è stato totalmente abbandonato. I suoi archi nel tempo hanno ospitato artigiani, bottegai, ospedali, confraternite, persino eremiti, con tanto di orto e poi anche un cimitero.

Sono passati quasi duemila anni dalla sua costruzione e la sua mole, così imponente e affascinante, è ancora lì. E’ dovere di tutti preservarla e far sì che le generazioni future abbiano la possibilità di ammirarla e conoscere la sua storia.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...