TABACCOBRUCIATO in concerto Sabato 2 dicembre alle ore 16,00 all’Auditorium della Biblioteca Polifunzionale di Opera

L’appuntamento è nel corso del pomeriggio dedicato alla premiazione del Concorso Letterario Nazionale “La lettera – ti scrivo perché”, organizzato dall’Associazione Caligari & Fiends, incentrato sulla presentazione di “Florilegium”, l’antologia che raccoglie i migliori testi pervenuti al concorso.

Giorgio Angelo Cazzola, voce solista e compositore di Tabaccobruciato, eseguirà in anteprima alcuni brani del nuovo cd, “Bello dove stavano gli hippies”, in uscita negli store dal prossimo mese di gennaio per l’etichetta Ultra Sound Record.

“Bello dove stavano gli hippes” è il quarto lavoro discografico di Tabaccobruciato.   L’album contiene 11 brani, eseguiti dal nucleo storico del gruppo: Stefano Bertolotti, Roberto Re, Alessandro Balladore, Lorenzo Bovo col supporto delle le voci femminili di Nadia Braito e Karoline Taraldsøy.

Il concerto si terrà sabato 2 dicembre alle 16.00 presso l’Auditorium della Biblioteca Polifunzionale di Opera, in via Gramsci 21.

La premiazione del concorso letterario sarà preceduta dalle letture di alcune poesie tratte dal libro di Yvonne Pellizzari”Il mio paese dentro un romanzo” e dalla raccolta “A vele spiegate”, l’ultima silloge  di Giusy Caligari.

Giorgio Cazzola/Tabaccobruciato farà da sottofondo, con la chitarra, alle letture ed eseguirà dei brani dell’ultimo album, interagendo con i testi e con la voce  di Giusy Caligari.

TABACCOBRUCIATO è l’alter ego musicale di Giorgio Angelo Cazzola.
Il nome è un omaggio al colore delle chitarre che hanno caratterizzato l’epopea del primo blues, il tobacco sunburst.  Tabaccobruciato ha realizzato tre album: “Punto e basta”, “Arte povera o povera arte?” e “Buena vida”, prodotti per l’etichetta indipendente Ultra Sound Records, specializzata in blues e jazz. Le canzoni di Tabaccobruciato sono caratterizzate da una forte impronta melodica; i testi, a volte velati di ironia, descrivono la realtà di tutti i giorni.

Le atmosfere di “BELLO DOVE STAVANO GLI HIPPIES” spaziano nelle produzioni storiche di Tabacco Bruciato dall’impronta blues di “Punto e basta”, a quella country rock di “Arte povera o povera arte?”, a quelle decisamente più articolate di “Buena Vida”.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...