Da oggi, mercoledì 20 dicembre, è online il video del brano “Hallelujah” del pianista e compositore Remo Anzovino, ispirato dalle parole di Papa Francesco

Da oggi, mercoledì 20 dicembre, è online il video del brano “Hallelujah” del pianista e compositore Remo Anzovino, tratto dal suo ultimo album “Nocturne” (Sony Music).

“Hallelujah” è una composizione ispirata dalle parole di Papa Francesco, che vuole esprimere il concetto di come la vera bellezza della vita sia semplicemente l’aver vita. Scelta appositamente per accompagnare il periodo di Natale, è un invito per chi ascolta a condividere la gioia di sentirsi umano, ovvero di appartenere a quell’insieme di vite passate, presenti e future in cui intelletto, passioni, corpo e spirito si fondono. «La vita non è bella per necessità – afferma il compositore – e di fatto “bella” in assoluto non lo è mai, ma è bella perché è unica e nella sua unicità contiene contraddizioni di bene e male».

Racconta Remo Anzovino a proposito della nascita di questo brano: «Chi sono io per giudicare? Sento questa frase pronunciata da Bergoglio, mentre distrattamente in una stanza d’albergo guardo un telegiornale. Lui è in aereo e sta rispondendo ad una domanda di un giornalista riguardo il tema degli omosessuali e della disciplina giuridica delle loro unioni. La frase mi colpisce, perché pur amando follemente la musica sacra, resto sostanzialmente un laico, profondamente attratto da tutto ciò che è spirituale, assai meno da ciò che è confessionale. Il mattino seguente sono con Taketo Gohara, il mio produttore. Metto le mani sul pianoforte e senza sapere perché, suono dalla prima all’ultima nota il brano che sarebbe poi diventato “Hallelujah”, lo suono come fosse sempre esistito. Taketo si avvicina chiedendomi cosa fosse e mentre risuono questa musica fa un video col telefono, perché non la perdessimo. È la mia prima composizione sacra, un brano che si basa su una melodia senza sviluppo che si ripete tre volte, con un lavoro semplice di contrappunto tra le due voci – la mano destra e la mano sinistra – nella terza esposizione. Nulla ho modificato, l’ho registrata esattamente come la suonai quella mattina. È un dono che ho ricevuto, e i doni si accettano.»

Remo Anzovino, considerato fra gli esponenti più affermati e innovativi della musica strumentale contemporanea e recentemente entrato nella grande famiglia degli Yamaha Artist, è in tour con uno show unico: uno spettacolo multisensoriale che rappresenta il racconto di una notte che cambia la vita. La prossima tappa sarà il 24 gennaio al Teatro Puccini di Firenze. I biglietti in prevendita sono disponibili sul circuito Ticketone e nei punti vendita abituali

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...