L’11 gennaio arriva nei cinema  “Benedetta Follia”, il nuovo film di Carlo Verdone: “Oggi è molto più complicato far ridere la gente”. La protagonista Ilenia Pastorelli: “Un sogno lavorare con Carlo”

L’11 gennaio arriva nei cinema “Benedetta Follia”, il nuovo film di Carlo Verdone, che è anche protagonista insieme a Ilenia Pastorelli. Nel cast troviamo anche Lucrezia Lante Della Rovere, Maria Pia Calzone, Paola Minaccioni, Elisa D’Eusanio e Francesca Manzini. La pellicola è prodotta e distribuita dalla Filmauro di Luigi De Laurentiis e Aurelio De Laurentiis.

All’Anteo Spazio Cinema di Milano Carlo Verdone, Ilenia Pastorelli e il produttore Luigi De Laurentiis hanno raccontato il film alla stampa.

DSC_4278_1

L’idea di Benedetta Follia nasce dall’esigenza di confrontarmi di nuovo con l’universo femminile. Era tanto tempo che non recitavo con gruppi di donne e mi mancava. Perché la donna è sempre stata lo sparring partner migliore in tutte le mie commedie e la considero la mia carta vincente. E poi con le mie attrici mi sono sempre divertito molto ad esaltarle nelle loro caratteristiche. In realtà avevo voglia di cambiare, di tornare a esplorare le donne di oggi con i loro tic, le loro paturnie e con le loro qualità, e volevo farlo attraverso lo specchio del mio personaggio, con le sue fragilità e le sue nevrosi. Quando Nicola Guaglianone e Menotti mi hanno proposto questo soggetto, non ho avuto dubbi. Questo film nasce quindi dall’incontro con i due sceneggiatori e dalla mia voglia di tornare a fare una commedia più divertente, che avesse al centro un nucleo femminile. Torno a lavorare con tante donne, sono tutte brave attrici, perfette nel loro ruolo, che mi hanno aiutato a costruire un film divertente con una storia molto attuale in cui molti di voi potranno riconoscersi”, ha dichiarato il regista.

DSCF7336_ok

Un cast variegato e di grande qualità, quello di “Benedetta Follia”, come ha ricordato Verdone: “Credo che uno dei punti di forza del film sia stato l’ottimo casting che abbiamo costruito. Ritengo di non aver sbagliato un attore, tutti hanno dato il massimo e per me sono stati davvero importanti: non ho mai diretto così poco delle attrici come in questo film perché tutte erano perfettamente in parte e andavano per conto loro, avevo pochissime indicazioni da dare. Mia moglie è Lucrezia Lante della Rovere, impeccabile nel suo ruolo di donna sposata che a metà della sua vita scopre di essere una persona diversa e di amare un’altra donna. Ho conosciuto bene Maria Pia Calzone che ha un ruolo chiave ed è un’attrice fantastica e una donna amabile. C’è poi Paola Minaccioni, che ha una partecipazione, bravissima e con tempi comici perfetti. C’è Francesca Manzini alla sua prima prova in un film con me, e nei nostri duetti è stata assolutamente efficace. Elisa Di Eusanio che viene dal teatro è stata straordinaria. E poi Ilenia Pastorelli, che è stata veramente incredibile”.

DSCF7299

“Benedetta Follia” è una commedia che parla di rimpianti: “Tutta quella parte dello specchio, del balletto, che vede protagonista il mio personaggio Guglielmo, ha un marchio preciso: Guaglianone-Menotti, loro si sono introdotti nel mio modo di far commedia e ci siamo spinti in voli pindarici con la fantasia come non avevo mai fatto. Ci ho riflettuto un giorno poi ho deciso di fare qualcosa di differente”, ha raccontato Verdone, che vanta una carriera quarantennale. Rispetto a quando ha iniziato, oggi si fa più fatica a far ridere il pubblico: “Oggi è molto più complicato perché la società è cambiata, non c’è più il senso del ridicolo, già Alberto Sordi mi aveva detto questa cosa durante il nostro ultimo pranzo e ha avuto ragione. La società ha perso la sua fisionomia quindi bisogna essere attratti dal pedinare italiani e non italiani. Perché l’incrocio culturale è enorme. Per questo mi fermo sempre dal farmacista, dal macellaio, dal tabaccaio, dal giornalaio, si parla della Roma, dei problemi della città, è anche il modo di misurare la temperatura della gente che è un po’ più arrabbiata, c’è minor senso della battuta rispetto al passato. Poi oggi tutti sono uguali, si è omologata la società e quello che è successo nel mondo ha messo una cappa di malinconia, di depressione. Quindi per lo scrittore, il soggettista è una fatica perché quando scrivi una cosa divertente sembra inadeguata. Invece bisogna combattere perchè anche durante la guerra sono stati scritti film divertenti, dobbiamo soffermarci su debolezze, fragilità, che mutano continuamente, e andare avanti, anche se oggi la gente è più sola a causa dello smartphone, del pc, della rete e il film tocca un po’ l’argomento con gli incontri online”.

In questi anni il regista ha cambiato anche il modo di costruire i personaggi: “Prima creavo i miei film sui personaggi, adesso devo fare il contrario, però per me è fondamentale lavorare con giovani come Ilenia perché mi danno tanto del loro dinamismo, e io in cambio dono la mia esperienza quarantennale, c’è questo scambio importante. Chi fa ridere nella società di oggi è sempre la minoranza. Nella vita aggiorniamo i sentimenti come aggiorniamo i software, però bisogna raccontare anche come il mondo cambia”.

DSCF5118_1

Ilenia Pastorelli, David di Donatello come miglior attrice protagonista per Lo Chiamavano Jeeg Robot, in “Benedetta Follia” interpreta Luna, e si è detta entusiasta di questo ruolo: “Aurelio De Laurentiis mi ha chiamata e mi ha detto vieni che c’è una sorpresa per te, arrivata nel suo ufficio insieme a lui e a Luigi De Laurentiis ho trovato anche Carlo Verdone. Per me è stata una sorpresa e un’emozione grandissima, sono da sempre una fan scatenata di Carlo, lo seguo da tantissimi anni, sono cresciuta con i suoi film, conosco tutte le battute, ed è stato bellissimo lavorare con lui. La cosa più complicata è stata non ridere mentre giravo con lui, delle volte quando reagiva a delle mie battute facendo determinate espressioni ho dovuto pensare a delle cose tristi. Un’altra difficoltà è stata fare un salto da spettatrice ad attrice, Carlo mi ha messa a mio agio, mi ha dato tantissima libertà e fiducia, ho cercato di mettercela tutta, ci ho messo il cuore e spero che il pubblico veda tutto questo”.

Carlo Verdone ha aggiunto: “Ilenia è l’attrice che ho diretto di meno in tutta la mia carriera perché già il primo giorno che abbiamo girato una scena drammatica, al mare, in estate, con 39 inquadrature e 40 gradi era molto preparata nei tempi, nelle pause, nella gestualità, quindi sono intervenuto poche volte. Ha fatto suo il personaggio, ci siamo ispirati anche a lei nella scrittura di Luna. Ilenia è una ragazza piena di poesia, nei suoi racconti c’è qualcosa di tradizionale, di periferia bella, umana, sincera, vera, riesce a trasportare nel personaggio in modo naturale anche cose private. Io l’ho presa perché è una ragazza dinamica, molto forte, con un’anima poetica, questo mi piace di lei”.

DSC_6185

Ilenia Pastorelli ha quindi raccontato di aver molto amato il suo personaggio, rispecchiandosi in alcuni suoi tratti: “Sono stata molto fortunata perché è un personaggio che è stato scritto da Carlo ma anche da Guaglianone e Menotti che sono gli sceneggiatori di Lo chiamavano Jeeg Robot e mi conoscono da qualche anno. Luna ha delle sfumature che mi rispecchiano molto. Quando mi approccio a un nuovo ruolo faccio una sorta di paragone tra il personaggio e me stessa e cerco di condividere con lei alcune cose, è come se parlassi con un’amica in quel momento e le raccontassi se mi è successa una cosa bella o brutta. C’era ad esempio la scena in cui dovevo piangere quando vedevo mio padre che non è mai stato presente ed il bello di questo lavoro è che alla fine tiri fuori cose che nella vita hai represso, hai nascosto per sopravvivenza, ti costringe ad essere sincera con te stessa, in qualche modo. Secondo me il punto focale della recitazione al di là del linguaggio è riprodurre sentimenti divertenti, o bui, o di rabbia, devi per forza confrontarti con te stessa e al regista devi portare una tavolozza piena di colori e dirgli quale ti serve”.

Il produttore Luigi De Laurentiis ha parlato del lungo e proficuo rapporto di collaborazione con Carlo Verdone: “Fin dall’inizio c’è stato sempre un bellissimo rapporto con Carlo cercando di raccontare storie per il grande pubblico. In questi anni abbiamo provato a dare una continuità artistica ai vari film. La lavorazione di “Benedetta Follia” è stata lunga quasi due anni, c’era bisogno di trovare nuovi collaboratori, quindi abbiamo scelto Guaglianone e Menotti e quando sono arrivati si è creato subito con Carlo un grande affiatamento. Il nostro obiettivo è cercare continuamente di innovarci”.

 

SINOSSI: Guglielmo, uomo di specchiata virtù e fedina cristiana immacolata, è proprietario di un negozio di articoli religiosi e alta moda per vescovi e cardinali: è uno di quelli che “una moglie è per sempre”.
Se non fosse che la sua Lidia, devota consorte per 25 anni, decide di mollarlo proprio nel giorno del loro anniversario, stravolgendo il suo mondo e tutte le sue certezze. Ma poi nel suo negozio arriva un’imprevedibile candidata commessa: Luna, ragazza sfrontatissima e travolgente, volenterosa ma altrettanto incapace, e adatta a lavorare in un negozio di arredi sacri come una cubista in un convento.
Da quel giorno niente sarà più come prima: Luna lo iscrive a “Lovit”, la app più hot del momento, e Guglielmo scoprirà il sorprendente mondo degli appuntamenti al buio e gli esilaranti tentativi di donne disposte a tutto pur di trovare l’anima gemella. Letizia, Raffaella, Adriana: incontri imbarazzanti, buffi e sorprendenti o incontri casuali come quello con Ornella (Maria Pia Calzone).
E visto che la realtà supera l’immaginazione, le vite di Guglielmo e Luna avranno dei risvolti totalmente inaspettati. Perché le vie dell’amore sono infinite.

di Francesca Monti

 

 

Annunci

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...