Mercoledì 14 marzo alle ore 21 presso Area Metropolis 2.0 proiezione del film Cruxman

Fondazione Cineteca Italiana è lieta di presentare mercoledì 14 marzo alle ore 21 presso Area Metropolis 2.0 il film Cruxman del regista di Lissone Filippo Grilli (Italia, 2018), un film per tutta la famiglia girato con un budget minimo dalla Gpg, una casa cinematografica tutta brianzola, i cui proventi serviranno per costruire due scuole elementari in Costa d’Avorio e nella Repubblica Centrafricana.

La pellicola è patrocinata dall’Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana di Milano e dal Sermig Fraternità della Speranza di Torino con la benedizione della Diocesi di Milano e di Como. Nello staff del film, tra i tecnici, c’è anche Christian Salvatore, il brianzolo menzionato dalla prestigiosa rivista Forbes tra i trenta under 30 più influenti d’Europa in ambito Scientifico e della Salute.

Il film racconta la storia di don Beppe (il padernese Luigi Vitale), un giovane prete supereroe che — a metà strada tra Bud Spencer, Terence Hill e don Camillo — aiuta i buoni e neutralizza i cattivi a suon di cazzotti.

Era il 25 settembre 2004 e il regista, Filippo Grilli, faceva l’educatore del gruppo adolescenti in un’aula dell’oratorio dei Santi Pietro e Paolo di Lissone. Pensò così di utilizzare il cinema nello stile di don Bosco, cioè come uno strumento educativo. Un sogno che si è realizzato: Cruxman è stato distribuito dalla GPG Film in 170 sale di Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna.

Il ricavato del film andrà in opere sociali, come gli altri quattro lungometraggi finora realizzati dalla GPG Film, che hanno sostenuto tanti progetti solidali, riuscendo a finanziare ospedali, scuole e strutture sociali in Zambia, Bolivia, Giordania, Sudan e una comunità per tossicodipendenti a Palazzolo sull’Oglio in provincia di Brescia.

Note dell’autore Filippo Grilli
Insegnante di Lettere dai Salesiani di Sesto San Giovanni

“Tutto è iniziato nel 2003. Era un’estate caldissima e insieme al mio amico Dario Perego decidemmo di girare un piccolo video per educare i nostri ragazzi al lavoro di gruppo. Fu un successo clamoroso e inaspettato. I ragazzi vissero un’esperienza indimenticabile e intuimmo la potenza educativa del cinema. Oggi tutti noi tendiamo a giudicare d’istinto e affidandoci alle apparenze. Ma ciò ci impedisce di sapere chi sono davvero gli altri. Inoltre, l’invito è a non affidarci solo ai sogni e ai super eroi. Se vogliamo che la realtà dove viviamo cambi, e su di noi che dobbiamo affidarci, trasformando noi stessi in supereroi.
La pellicola ha anche un significato religioso. E’ una riflessione sul significato della presenza di un sacerdote in una comunità, oggi. Una volta il prete era una sorta di supereroe, al quale gli uomini di un tempo si affidavano per risolvere ogni problema. Oggi invece il sacerdote è soprattutto un uomo con il compito, fondamentale, di trasmetterci i valori del Vangelo, insegnandoci come riuscire a pregare e ad avere un rapporto vero e più profondo con Gesù. Una presenza fondamentale, in comunità dove certi valori essenziali rischiano di scomparire”.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...