Ultimo giorno di proiezioni domenica 25 marzo al 28° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina

Ultimo giorno di proiezioni domenica 25 marzo al 28° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina.
All’Auditorium San Fedele si comincia alle ore 14.30 con le repliche del cortometraggio africanoImfura di Samuel Ishimwe, Orso d’Argento alla Berlinale 2018, e del lungometraggio brasiliano Azougue Nazareth di Tiago Melo, premiato come Miglior Film del Concorso Bright Future al IFFR 2018; alle ore 17, le repliche del corto tunisinoAyadi Moufida Fedhila, seguito da I Am Not a Witch di Rungano Nyoni. Alle ore 19, l’imperdibile anteprima italiana di Legend of the Demon Cat di Chen Kaige, uno dei maggiori registi cinesi contemporanei: in questo kolossal, che ha riscosso enorme successo in Cina si alternano il genere mystery, detective story, fantasy e animazione 3D, con effetti speciali che mantengono il pubblico in bilico tra realtà e illusione. La proiezione è realizzata in collaborazione con Far East Film Festival e Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano. Alle ore 21.30, la proiezione del cortometraggio e del lungometraggio vincitori dei premi ufficiali.
Giornata di repliche anche allo Spazio Oberdan: alle ore 15, l’indonesiano The Seen and Unseen di Kamila Andini, Gran Premio della Giuria Internazionale del Concorso Generation Kplus alla Berlinale 2018; alle ore 17, The Bomb del filippino Ralston Jover, che è valso al protagonista Allen Dizon il premio come Miglior Attore al Festival di Dhaka 2018; alle 19.15 la replica di Talien, opera prima di Elia Moutamid, premiato al Torino Film Festival 2017 e ai Nastri d’Argento 2017. Alle ore 21 renderemo omaggio al grande cineasta burkinabé Idrissa Ouédraogo, recentemente scomparso, proiettando in 35mm uno dei suoi capolavori, Samba Traoré (1992): vincitore dell’Orso d’Argento a Berlino nel 1993, il film descrive la storia di un uomo che, dopo aver partecipato a una rapina in una stazione di servizio, si rifugia nel suo villaggio, in un’atmosfera che richiama alla memoria gli spazi e il sentire del western più classico.
Al Wanted CineClan altre repliche dei film del Concorso Extr’A: alle ore 19.30, i tre cortometraggiIl silenzio di James Joyce di Michele Tarzia, Granmadi Daniele Gaglianone e Alfie Nza e Abu Salim – Il prezzo della libertà di Antonio Martino; alle ore 22.30, il lungometraggio Babylonia Mon Amour di Pierpaolo Verdecchi, un film che riesce a catturare la rabbia ma anche la tenerezza e la disperazione di due gruppi di uomini senegalesi che vivono una vita alla deriva a Barcellona.
Si conclude anche il programma del Festival Center (Casello Ovest di Porta Venezia): alle ore 12.30 Brunch “specialità dal Mondo” a cura di Associazione Sunugal/Cascina Casottello (Euro 10). Nel pomeriggio workshop per bambini, degustazione di te giapponesi.
Alle 17.30 l’ultimo appuntamento dell’Ora del tè. vede protagonista Funa Maduka, regista del film Waiting for Hassana, membro della Giuria del Concorso Lungometraggi e responsabile sviluppo e acquisizioni per i contenuti non di lingua inglese di Netflix. Alle ore 19, una conversazione in ricordo del fotografo Daniele Tamagni, scomparso prematuramente l’anno scorso.
Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...