IL TEATRO DI KORŠUNOVAS E GUDMONAITĖ, IL JAZZ DI TARASOV E LE PERFORMANCE – TUTTI GLI APPUNTAMENTI DI FLUX DALL’11 AL 15 MAGGIO

Prosegue a Roma Flux-Festival Lituano delle arti con altri straordinari nomi del panorama internazionale dai registi teatrali Oskaras Koršunovas e Kamilė Gudmonaitė, al jazzistaVladimir Tarasov fino ai performer Laima Kreivytė, Lina Lapelytė, Gintare Minelgaitė,Andrej Polukord.

Venerdì 11 e sabato 12 maggio, tra Palazzo Braschi e il Museo Barracco,ci sarà il Programma di Performances d’Arte Lituane, a cura di Claudio Libero Pisano. Nella giornata di venerdì 11, a Palazzo Braschi alle ore 17.00,l’artista e performer Lina Lapelytė(1984) conPirouette mette in scenal’esibizione di una ex ballerina classica, accompagnata da uno strumento a fiato suonato con la tecnica della respirazione circolare. La performance è una riflessione sui cicli di vita, la vulnerabilità umana e i codici di comportamento.Alle17.30,Gintare Minelgaitė (1984),attrice e regista teatrale, ospita su un palco dal perimetro luminoso sei giovani giocatori di ping pong nella performance Self-Fles. Il ritmo è scandito dall’immobilismo iniziale dei personaggi fino a una serie di movimenti sempre più sincopati. Alle 18.30 presso il Museo Barracco, conclude la giornata Andrej Polukord (1990) – artista che spazia tra pittura, installazioni, performance e videoarte – con Chez Andre. La performance nasce tra le stanze del Museo, a partire dalla statuaria romana esposta. Dall’archeologia al contemporaneo l’artista allestisce un salone da parrucchiere per riproporre le acconciature marmoree delle statue alle clienti.Sabato 12 maggio il ciclo prosegue con Laima Kreivytė (1972), poetessa, performer e critica d’arte, membro del gruppo di artiste lituane “Cooltūristės”. Alle ore 18.00, Laima Kreivytė percorrerà luoghi e le strade di Roma significativi. Partendo da Palazzo Braschi, si muoverà verso la sede dell’ex convento occupato, luogo storico del femminismo romano,di via del Governo Vecchio, fino alla Casa delle Donne a Trastevere. Il percorso si conclude a Ponte Garibaldi davanti alla lapide dedicata a Giorgiana Masi, studentessa uccisa dalle forze dell’ordine, proprio il 12 maggio 1977 durante una manifestazione. In ognuna di queste tappe l’artista lascerà una bandiera con impressa la grata di un balcone: simbolo delle grandi adunate e dei comizi storici, dove le donne, da quei balconi, erano sempre assenti.

Domenica 13 maggio riprendono gli spettacoli, con il concerto jazz del virtuosistico trio: Vladimir Tarasov (percussioni), Liudas Mockūnas (sax), Eugenijus Kanevičius (basso ed elettronica) alle 21.00 presso l’Auditorium Parco della Musica / Teatro Studio Borgna per il loro ultimo lavoro Intuitus, pubblicato dalla NoBusiness Record. Sarà l’occasione per assistere a un ensemble esclusivo, unico e irripetibile, nato dalla collaborazioni di musicisti che raramente si esibiscono insieme.

Lunedì 14maggio, è la volta della star del teatro internazionale Oskaras Koršunovas, ancora all’Auditorium Parco della Musica presso il Teatro Studio Borgna, ore 21.00 Il regista rilegge l’opera teatrale del drammaturgo russo classico Maksim Gorkij: Bassifondi, che per l’occasione diventa un laboratorio il cui obiettivo è quello di sperimentare, trovare se stessi e raggiungere un grado di organicità del lavoro attoriale tale che sia l’attore stesso a creare il personaggio, rimanendo se stesso. Punto focale del laboratorio è l’incontro tra l’attore come persona reale e il personaggio da lui inventato. Lo spettacolo è completamente “nudo”, ossia privo di scenografie, luci e persino di quella che potremmo definire la linea narrativa del dramma. In questo modo sì favorisce un incontro tra attori e pubblico che non è condizionato dai ben noti artifici del teatro. Gli attori di Bassifondi si trovano così a essere talmente vicini agli spettatori da non poter sfuggire a un confronto vivo e diretto con essi.

La giovane e straordinaria regista dell’Oskaras Koršunovas Theatre: Kamilė Gudmonaitė(1992), chiude il festival, con Trans Trans Trance il 15 maggio alle 18.00 al Teatro India. Lo spettacolo, la cui drammaturgia è stata ideata e sviluppata
 nel corso delle prove stesse, verte sul tema dell’identità sessuale e della femminilità. Un lavoro che nasce da una serie di discussioni sulla costruzione dell’immaginario femminile e si evolve per condurre all’interrogativo fondamentale sull’importanza della nostra identità sessuale in termini di identità personale. La femminilità e la mascolinità sono costrutti sociali o principi naturali? Cosa succede quando si varcano i confini della cosiddetta norma della femminilità? Quali sono i confini del concetto di genere? È possibile essere un uomo e una donna allo stesso tempo? Quanto è difficile accettarsi così come si è quando la società esprime un rifiuto?

Guarda il trailer di Trans Trans Trancehttps://www.youtube.com/watch?v=rOsx434P5c8

Il Festival ha ottenuto l’Alto Patronato congiunto del Presidente della Repubblica di Lituania e l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana. Inoltre è finanziato dal Ministero della Cultura della Repubblica lituana, organizzato da Fondazione Musica per Roma e Istituto di Cultura Lituana, in collaborazione con Comune di Roma e Zètema Progetto Cultura, Ambasciata della Repubblica di Lituania nella Repubblica Italiana, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, MAXXI Museo Nazionale delle arti del xxi secolo, Teatro di Roma – Teatro Nazionale, Dipartimento del Turismo della Lituania , Commissione Nazionale Lituana per l‘UNESCO, CAC – Centro di Arte Contemporanea (Lituania), LOW AIR / Teatro danza della città di Vilnius, Associazione Fotografi Lituani Dipartimento di Kaunas, Centro di Fotografia Vitas Luckus, OKT / Teatro della città di Vilnius, Opreomanija, Meno Fortas teatro, Palazzo Braschi, Museo di Scultura antica Giovanni Barracco e con la media partenership di Rai Radio3.

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...