NUOVO CONDANNA A 20 ANNI PER ANTONIO LOGLI: “QUARTO GRADO” RIPERCORRE IL CASO DI ROBERTA RAGUSA

Nuovo appuntamento, venerdì 18 maggio in prima serata su Retequattro, con “Quarto Grado”.

Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero, parte dalle Aule di Tribunale di Firenze, dove si è consumato l’ultimo atto del processo di appello contro Antonio Logli. L’uomo è  accusato dell’omicidio  e della distruzione del cadavere della moglie Roberta Ragusa: confermata la condanna a 20 anni, la stessa già ricevuta in primo grado. La Corte d’Assise d’Appello ha anche ribadito anche l’obbligo di residenza nel comune di San Giuliano Terme (Pisa) e il divieto di allontanarsi dalla provincia durante la notte.

“Quarto Grado” ripercorre i sei anni trascorsi senza Roberta, partendo proprio dal momento della sua scomparsa, avvenuta nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012.

Il programma a cura di Siria Magri si sposta quindi a Ladispoli, proprio nei giorni in cui ricorre il terzo anniversario dalla morte di Marco Vannini.

La sentenza dello scorso mese – pena di 14 anni per omicidio volontario per Antonio Ciontoli, 3 anni per omicidio colposo per la moglie Maria Pezzillo e per i figli Martina e Federico – ha fatto riesplodere le polemiche su questa vicenda. La comunità si stringe attorno alla famiglia della vittima, che continua fortemente a chiedere giustizia, organizzando una fiaccolata per ricordare Marco.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...