FESTIVAL DI CANNES 2018: Marcello Fonte vince il Premio come miglior attore per “Dogman” di Matteo Garrone. Premio per la miglior sceneggiatura a “Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher. Palma d’Oro a “Un affare di famiglia” di Kore’eda

E’ grande Italia al Festival di Cannes 2018. Marcello Fonte vince il premio per il migliore attore del concorso per la sua interpretazione in Dogman di Matteo Garrone. ”Da piccolo quando ero a casa mia e pioveva chiudevo gli occhi e mi sembrava di sentire gli applausi, adesso è vero ed è come essere in famiglia”, ha detto Marcello Fonte che ha ricevuto il premio da Roberto Benigni.

Soddisfazione anche per Alice Rohrwacher, che ha ottenuto il premio per la miglior sceneggiatura per “Lazzaro Felice”, ex aequo con Jafar Panahi per Three Faces.

cannestw

Vince la Palma d’Oro “Un affare di famiglia” di Kore’eda. Il premio della Giuria è andato al film Capharnaum di Nadine Labaki, quello per la migliore attrice del concorso è stato assegnato a Samal Yeslyamova per Ayka di Sergei Dvortesevoy, mentre il premio per la migliore regia è andato al film Zimna Wojna di Pavel Pawlikowski. Una palma d’oro speciale è stata assegnata a Le Livre d’image di Jean Luc Godard. Infine il Grand Prix del 71° Festival di Cannes è stato vinto da Spike Lee per Blackkklansman.

Questi i vincitori del Festival di Cannes 2018:

Palma d’oro
Hirokazu Kore’eda – Manbiki Kazoku (Une Affaire de Famille / Shoplifters)

Grand Prix
Spike Lee – Blackkklansman (Black Klansman)

Grand Prix della Giuria
Nadine Labaki – Capharnaüm

Speciale Palma d’oro 
Jean-Luc Godard – Le Livre d’Image (Image Book)

Miglior Regia
Pawel Pawlikowski – Zimna Wojna (Cold War)

Miglior Attore
Marcello Fonte – Dogman di Matteo Garrone

Miglior Attrice
Samal Yeslyamova – Ayka di Sergey Dvortsevoy

Miglior Sceneggiatura 
Alice Rohrwacher – Lazzaro Felice
Nader Saeivar – Se Rokh (3 Visages/3 Faces)

Miglior Opera Prima
Lukas Dhont – Girl

Miglior Cortometraggio
Charles Williams – All These Creatures

Menzione Speciale della Giuria
Wei Shujun – Yan Bian Shao Nian (On The Border)

“La strada dei Samouni” di Stefano Savona con le animazioni di Simone Massi, ha vinto il Premio “Oeil d’or” come miglior documentario, presentato in Concorso alla Quinzaine des Réalisateurs.

credit foto Ansa/Epa

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...