INTERVISTA CON MARIO RISO DEI REZOPHONIC: “LA MUSICA DA SEMPRE E’ IL MOTORE DEI CAMBIAMENTI”. VIDEO

I Rezophonic sono tornati in radio il 4 maggio con il singolo dal titolo “Mayday” con il featuring dei Lacuna Coil.

Il brano che fa da apripista al nuovo atteso disco “Rezophonic IV”, è fortemente innovativo, nasce dall’unione di queste due importanti realtà italiane e dal lavoro di due produttori di altissimo livello come Marco “Maki” Coti Zelati e Oliviero “Olly” Riva che sono riusciti a unire la scrittura e il sound apparentemente molto diversi in una canzone dai connotati potenti e melodici.

Da oltre 10 anni Rezophonic rappresenta un progetto umanitario senza eguali che si è occupato di iniziative umanitarie legate all’acqua (Amref- Icio Onlus), in particolare in Africa.

Abbiamo incontrato a Milano Mario Riso, batterista e compositore nonchè creatore e direttore del progetto Rezophonic, per parlare del singolo Mayday, della collaborazione con i Lacuna Coil e Cristina Scabbia, e di molto altro.

31466897_10156485089551494_5789090189536133120_n

Ciao Mario, è uscito il vostro nuovo singolo Mayday che vede il featuring con i Lacuna Coil. Un brano che unisce il rap e il metal alternativo, e che porta un messaggio importante: bisogna metterci la faccia, nessuno è infallibile, ma bisogna sempre provarci. Cosa ci racconti a riguardo?  

“Questo pezzo è nato come la chiusura di un cerchio. Con il primo disco dei Rezophonic ho parlato di Africa, della sete perchè quella era l’esperienza che abbiamo vissuto, nel secondo ho parlato di acqua, per l’importanza che questo elemento ha non solo in Africa ma nel mondo, visto che andando in tour in giro per l’Italia ho scoperto che molte regioni vivono il problema dell’acqua in maniera costante, che viene razionata o è disponibile solo in alcune ore della giornata, con il terzo il tema era lo spreco perchè stavamo vivendo un periodo di crisi, con le persone che facevano fatica ad arrivare a fine mese, non trovavano lavoro, non che oggi sia cambiato molto ma in quel momento si era toccato il fondo e mi veniva difficile anche chiedere alla gente di aiutare Amref. Questo quarto disco e questo singolo partono da un presupposto: nella vita c’è chi fa e chi critica chi fa. Sia noi come Rezophonic sia i Lacuna Coil abbiamo provato a fare qualcosa. Rezophonic è un progetto di cui dovremmo essere orgogliosi, abbiamo portato acqua dove non c’era, costruendo pozzi e cisterne. E’ un progetto umanitario non nato come un singolo ma con una vita che continua da undici anni a questa parte. I Lacuna Coil sono un altro orgoglio italiano perchè da venti anni portano la loro musica in giro per il mondo e sono riusciti a far conoscere l’Italia e la musica metal alternativa italiana attraverso la loro arte”.

Senza titolo1

Il testo di Mayday si compone sia di parti in italiano che in inglese…

“L’unione di Rezophonic e Lacuna Coil ha voluto che ci fosse una parte del testo in italiano che parla del fatto che ci sono persone come noi che ci mettono la faccia e ci provano e sono un po’ come cicatrici nel senso che una volta fatte non vanno via, restano per sempre, e poi ci sono persone che si sciolgono come il ghiaccio e non resta più nulla. I Lacuna Coil nel ritornello in inglese dicono “fammi vedere chi sei e che cosa sai fare”, perchè va bene chiacchierare, fare programmi ma adesso devi mostrarci chi sei davvero”.

Quanto la musica oggi può servire per smuovere le coscienze e cambiare la mentalità della gente?

“La musica da sempre serve per cambiare la mentalità della gente e del mondo. Negli anni ’80 mi prodigavo con le mie band per scrivere canzoni e per fare del mio sogno un vero e proprio lavoro, in quegli anni pensavo che la musica e la voce potessero essere utilizzate per fare delle melodie e delle strofe belle da ascoltare e mi occupavo dei contenuti. Andando avanti ho realizzato che la musica poteva essere anche un mezzo per dire cose difficili e spiacevoli in modo artistico e ammetto che è da sempre il motore dei cambiamenti”.

32191075_978146455674889_4903803601974984704_n

Quest’estate sarete live in Italia?

“Sicuramente avremo modo di girare l’Italia e il mondo, siamo in partenza per la Russia, dove, per la quinta volta consecutiva. andremo a rappresentare l’Italia in questo evento che si chiama Art Football che quest’anno coincide con il Mondiale di calcio per cui auspichiamo che ci sia un numeroso pubblico internazionale. Giocheremo a calcio con la Nazionale Artisti Tv e poi suoneremo dal vivo e sarà l’occasione per cantare Mayday raccontando la nostra storia. Quindi torneremo in Italia e la prima data live sarà il 3 luglio al Rugby Sound Festival di Legnano con i Lacuna Coil. Comunicheremo a breve tutte le altre date sui nostri social”.

Qualche mese fa è uscito anche il tuo primo disco da solista, “Passaporto”…  

“Ti ringrazio per la possibilità che mi dai di parlare anche di questo mio progetto. Ho sempre fatto il batterista, un artista complementare perchè per avere il proprio peso deve completarsi con la chitarra, il basso, la voce. Dopo 11 anni ho pensato fosse giunto il momento di fare qualcosa che portasse il mio nome. Il passaporto è un documento di viaggio e di riconoscimento, il mio è stato un viaggio temporale, attraverso oltre 30 anni di musica. E’ un disco che mi racconta, mi rappresenta e svela cose di me che non avevo mai reso pubbliche come l’amore per la musica latina e la mia voce”.

QUI LA NOSTRA VIDEO INTERVISTA CON MARIO RISO DEI REZOPHONIC:

di Francesca Monti

foto tratte dal profilo Facebook dei Rezophonic

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...