Si avvia alla conclusione la VI edizione del Festival del Tango Trani

Si avvia alla conclusione la VI edizione del Festival del Tango Trani, una edizione da ricordare non solo per il suo preludio, la prima internazionale di “Tango, Historias de Astor” dello scorso 11 luglio. Vita e opere del compositore Astor Piazzolla di origini tranesi raccontate dalla leggenda vivente, Miguel Ángel Zotto, che ha scritto, diretto e coreografato una vera e propria opera teatrale con danza, musica e parti recitate di altissimo livello artistico. Un tributo appassionato del più grande ballerino al mondo di questa danza sensuale e struggente che è il tango. Domani 15 luglio calerà il sipario su una delle edizioni più ricche anche per la qualità degli insegnanti convenuti a Trani per le masterclass presso Palazzo San Giorgio, studiate per tutti coloro che amano questo ballo, dai principianti ai tangueri consumati. Grandi maestri, tra i nomi più rappresentativi del tango mondiale: Miguel Angel Zotto e Daiana Guspero, Facundo Piñero e Vanesa Villalba, Pablo Garcia e Romina Godoy, Vito Raffanelli e Giorgia Rossello.
Il Festival, anch’esso sotto la direzione artistica del grande Zotto, è organizzato dall’Associazione culturale In Movimento di Trani, con il patrocinio della Regione Puglia, Assessorato Industria turistica e culturale, gestione e valorizzazione dei beni culturali, del Comune di Trani e Casa Argentina, e sotto l’alto patronato dell’Ambasciata della Repubblica argentina, Ministero degli affari esteri.
Un grande spettacolo con numeroso pubblico, poi, costituiscono le milonghe notturne in Piazza Duomo. La magia della cattedrale che sovrintende da secoli alla bellezza della città di Trani, corpi sensuali ed eleganti che ballano a contrasto con la pietra bianca della maestosa fabbrica, uno degli esempi più fulgidi del romanico-pugliese. Meraviglia pura sul mare. Una città intera a ritmo di tango per scoprire i segreti, la poesia intrinseca della danza in coppia più affascinante in assoluto.
Proprio la coppia e le sue dinamiche poi al centro del seminario “Tango e Psiche” tutte le mattine sino a domani, un laboratorio esperienziale tenuto da Mary Falco (psicologa e psicoterapeuta) e Roberto Henry Massaron (life counselor), entrambi appassionati di tango argentino, workshop aperto a tutti, non solo ai tangheri.
Vicoli, piazze, palazzi, tanti i luoghi animati da questa grande passione tanguera. Una edizione che rimarrà alla storia di questa città come pietra miliare per far diventare Trani la capitale italiana del tango nel segno di Piazzolla.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...