EUROPEI ATLETICA PARALIMPICA BERLINO 2018: nell’ultima giornata di gare oro per Martina Caironi e Assunta Legnante, argento per Monica Contrafatto, bronzo per Simone Manigrasso e per la staffetta universale

L’Italia chiude un eccezionale Campionato Europeo di atletica paralimpica di Berlino 2018 con ben 17 meravigliose medaglie, cinque delle quali conquistate nell’ultima giornata di gare.

Ad aprire le danze è stata la doppietta azzurra nei 100m T63 grazie a Martina Caironi e Monica Contrafatto che hanno vinto rispettivamente l’oro e l’argento con il tempo di 14.91 e 15.61. Terza la belga Haenen con 16.07.

martimonica

“Ai blocchi mi tremavano le gambe perché la falsa partenza ci ha lasciate un po’ agitate. Il  vento era contro ma la gara si corre con qualsiasi condizione. Peccato per il tempo ma la cosa importante era la medaglia”, ha dichiarato Martina.

“Mi spiace perché in allenamento ero andata molto più forte. Volevo che il mio allenatore fosse fiero di me e avrei voluto ripagarlo con il mio tempo migliore ma va benissimo così”, ha detto Monica.

assunta

Ed è brillantissimo anche l’oro conquistato da Assunta Legnante nel getto del peso F12, con la misura di 15.85, davanti all’ucraina Ilchyna con 12.68 e alla bielorussa Sivakova (11.31). “Per quelli che ci guardano da casa questa medaglia, come tutte le altre dei miei compagni, è uno stimolo per venire al campo, in pedana, in piscina, dove volete. Basta che vi alzate dal divano e venite a fare sport. Vorrei fare una cosa che non ho mai fatto per questa medaglia: ringraziare chi mi ha permesso, in questo anno difficile, di allenarmi. La mia società, i volontari che mi venivano a prendere a casa, Nadia che è sempre qui con me”, ha commentato Assunta.

manigra

Simone Manigrasso ha invece conquistato il bronzo nei 100m T64 con il tempo di 11.81, piazzandosi terzo dietro a Streng, oro in 11.23 e a Floors, argento in 11.44.

“Sono felicissimo. E’ stata una gara difficile, con il vento contro ma va bene così. La cosa importante era vincere questa medaglia”, ha dichiarato Simone ai microfoni di RaiSport. Sesto posto per Emanuele Di Marino in 12.67, settimo Cicchetti in 12.70.

DliolFiW4AA6Cay

Infine la staffetta universale con Carlotta Bertoli, Oxana Corso, Riccardo Bagaini e Diego Gastaldi ha centrato un ottimo bronzo con il tempo  di 54.39, nella gara vinta dalla Gran Bretagna con 48.73, davanti alla Francia con 49.40.

Quarto posto nei 400m T62 per Andrea Lanfri con 57.54, quinto Luca Campeotto con 58.91. Quinto posto anche per Marco Pentagoni sui 100m T63 in 15.44.

Complimenti a tutti gli atleti e le atlete azzurre per questo strepitoso Europeo.

credit foto Fispes/Cip

 

 

.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...